Home » Stress e Stanchezza » Pagina 3

Stress e Stanchezza

Stress: quali problemi di salute può causare?

Lo stress incide non solo a livello emotivo. A lungo andare, purtroppo, rischia di acuire ed esacerbare qualsiasi condizione di salute.

Gli studi hanno scoperto molti problemi di salute legati allo stress. Sembra che esso possa peggiorare o incrementare il rischio di condizioni come obesità, malattie cardiache, morbo di Alzheimer, diabete, depressione, alcuni disturbi gastrointestinali e asma.

Tuttavia, è possibile gestire lo stress, tenendolo sotto controllo, seguendo alcuni semplici accorgimenti che, oltre ad alleviare lo stress, permettono di ridurre il rischio di alcuni problemi di salute.

Leggi tutto »Stress: quali problemi di salute può causare?

Stanchezza e spossatezza: le cause meno comuni e i rimedi

Nell’articolo Stanchezza e sonnolenza: cause e rimedi abbiamo trattato le cause più comuni che possono essere fonte di stanchezza e sonnolenza, proponendo i rimedi relativi ad ogni singola condizione menzionata.

Esistono, tuttavia, altre cause che molto spesso vengono ignorate, ma che dovrebbero essere in realtà prese in considerazione per vincere quel costante senso di stanchezza e spossatezza che spesso ci affligge impedendoci di affrontare le giornate nel migliore dei modi e carichi di energia.

Qui di seguito vi proponiamo alcune di queste cause meno comuni e i relativi suggerimenti su come affrontarle e vincerle.

Leggi tutto »Stanchezza e spossatezza: le cause meno comuni e i rimedi

Al lavoro vi sentite spesso privi di energia? Ecco come rimediare

La ricerca ha dimostrato che l’orario in cui di solito l’energia comincia a scemare si aggira intorno alle 2.16 del pomeriggio, ovvero quando i lavoratori si sentono spossati e incapaci di concentrarsi.

Prima di rimediare a questo problema ricorrendo a una barretta di cioccolato o a un pacchetto di patatine, provate i rimedi che andremo a suggerirvi qui di seguito.

 

donna addormentata sulla scrivania in ufficio.jpg

Leggi tutto »Al lavoro vi sentite spesso privi di energia? Ecco come rimediare

Stanchezza e cattivo umore: i cibi che danno la carica

Sebbene la frase “una mela al giorno leva il medico di torno” possa sembrare banale o scontata, i ricercatori stanno studiando il legame esistente tra ciò che mangiamo e come ci sentiamo. Esiste prova certa che cambiare dieta influisce su metabolismo, cervello, livello di energia e umore.

L’alimentazione può aumentare l’energia in tre modi: apportando una quantità sufficiente di calorie, consumando stimolanti come la caffeina e stimolando il metabolismo affinché bruci energia in modo più efficiente.

Per quanto riguarda l’umore, i cibi migliori sono quelli che stabilizzano i livelli di zuccheri nel sangue e stimolano le sostanze che ci fanno sentire bene, come la serotonina (nota anche come “ormone del buonumore”).

Carboidrati

I carboidrati sono vitali se volete dare una “spinta” a energia e umore. Sono la fonte di energia preferita dall’organismo. Inoltre, favoriscono l’incremento  dei livelli di serotonina. L’importante è evitare i dolciumi. Questi infatti causano l’aumento e il calo repentini dei livelli di zuccheri nel sangue, comportando stanchezza e cattivo umore.

Preferite i cereali integrali, come pane integrale e riso integrale. Il corpo assimila i cereali integrali lentamente, mantenendo stabili i livelli di energia e di zuccheri nel sangue.

Anacardi, mandorle e nocciole

Questo tipo di frutta secca non solo è ricco di proteine, ma contiene anche magnesio, un minerale che gioca un ruolo fondamentale nella conversione degli zuccheri in energia.

La ricerca afferma che la carenza di magnesio causa un calo drastico del livello di energia.

Il magnesio si trova anche nei cereali integrali e in alcuni tipi di pesce, incluso l’ippoglosso.

Leggi tutto »Stanchezza e cattivo umore: i cibi che danno la carica

Rilassamento muscolare progressivo contro stress ed insonnia

Il rilassamento muscolare progressivo è una tecnica di rilassamento di notevole efficacia che viene utilizzata per controllare stress e ansia, per combattere l’insonnia e per ridurre i sintomi di alcuni tipi di dolore cronico.

Questa tecnica si basa su una semplice pratica, ovvero tendere un gruppo muscolare per volta per poi rilasciarlo durante la fase di rilassamento. I medici utilizzano la tecnica del rilassamento muscolare progressivo in combinazione con altre terapie standard per alleviare i sintomi di alcune condizioni, inclusi il mal di testa, l’ipertensione e disturbi gastrointestinali.

La tecnica del rilassamento muscolare progressivo è stata descritta da Edmund Jacobson negli anni trenta. Egli sosteneva che la tranquillità mentale è il risultato naturale del rilassamento fisico. Questa tecnica può essere appresa da tutti e richiede solo dai 10 ai 20 minuti di pratica al giorno.

Leggi tutto »Rilassamento muscolare progressivo contro stress ed insonnia