Home » Stress e Stanchezza

Stress e Stanchezza

Stanchezza pomeridiana: come recuperare energia

Sono le 3 del pomeriggio, gli occhi iniziano a diventare un po’ pesanti, il livello di energia inizia a scemare e la necessità di un pisolino diventa quasi impellente.

La stanchezza pomeridiana può essere causata da un calo di zuccheri nel sangue, disidratazione, noia o carenza di sonno. E no, le barrette di cioccolato e la caffeina non sono di aiuto. Possono funzionare nell’immediato, ma dopo un breve lasso di tempo, il livello di energia tende a scemare nuovamente.

Tuttavia, esistono alcune strategie che favoriscono la ripresa e permettono di tornare al lavoro o all’attività che state svolgendo con più grinta. Consumare piccoli pasti ogni 3 o 4 ore durante il corso della giornata è un modo per prevenire questi cali di energia. Ma se questo rimedio non si adatta al vostro programma giornaliero, provate a ripristinare un adeguato livello di energia con uno dei metodi che andremo a elencare qui di seguito.

Mantenersi idratati

Mantenersi idratati è fondamentale per preservare un buon livello di energia. Quindi, prima di precipitarvi verso il distributore automatico dell’uffico alla ricerca di qualcosa che vi tiri su, provate a bere un bel bicchiere di acqua.

Quando si è disidratati, ci si sente stanchi. Quindi, uno dei modi più semplici e privi di calorie per contrastare un calo di energia è bere un bicchiere di acqua. Con l’avanzare dell’età, i meccanismi che regolano il senso di sete non sono più affidabili e il loro funzionamento non è più perfetto come un tempo. Quindi, tenete sempre a portata di mano delle bottigliette di acqua (sulla scrivania o in macchina) e sorseggiatela regolarmente.

Se l’acqua non è di vostro gradimento, potete anche optare per un bicchiere di tè freddo o una tazza di tè caldo.

Per esempio, il rito quotidiano del tè delle cinque, presente in molte culture, accompagnato da un piccolo spuntino aiuta a prevenire i cali di energia. Bere una tazza di tè contribuisce a preservare un adeguato livello di idratazione e l’aggiunta di un piccolo spuntino aiuta a prevenire i morsi della fame che possono favorire un’abbuffata durante la cena. Inoltre, il tè è ricco di antiossidanti e altre sostanze che promuovono un buono stato di salute.

Quindi, aggiungete alla vostra dispensa o portate in ufficio diversi tipi di tè e qualche spuntino (da 100 calorie l’uno) in modo da potervi godere un piacevole e rigenerante momento di pausa.

Leggi tutto »Stanchezza pomeridiana: come recuperare energia

Vacanze di Natale: cosa fare per viaggiare senza stress

Per molti di noi, viaggiare è parte integrante delle vacanze natalizie. Quando si viaggia, le fonti di stress possono essere molteplici, specie durante il periodo di Natale: la mole di regali per parenti e amici, i bagagli, i bambini al seguito, eventuali ritardi dei mezzi di trasporto e il maltempo. Sebbene talvolta non sia possibile eliminare completamente lo stress associato ai viaggi relativi a questo periodo dell’anno, i suggerimenti qui di seguito possono comunque contribuire a ridurne l’impatto.

Leggi tutto »Vacanze di Natale: cosa fare per viaggiare senza stress

Stress e salute orale: perché sono correlati?

Lo stress, se eccessivo, oltre a causare mal di testa e mal di stomaco, può anche provocare una serie di disturbi che possono ripercuotersi sulla salute di bocca, denti, gengive e del cavo orale in generale.

I potenziali effetti di stress e ansia che possono influire sulla salute orale comprendono:

  • afte della bocca e herpes labiale
  • stringimento e digrignamento dei denti (bruxismo)
  • inadeguata igiene orale e abitudini alimentari malsane
  • malattie parodontali o aggravamento di una condizione parodontale preesistente

Come è possibile prevenire l’insorgenza di questi problemi?

Leggi tutto »Stress e salute orale: perché sono correlati?

Stress da lavoro: cos’è, le cause e come gestirlo

Lo stress da lavoro si presenta in varie forme e colpisce mente e corpo in modi diversi. Anche gli eventi più banali possono essere fonte di stress, come, per esempio, una fotocopiatrice che sembra non funzionare mai quando ne avete bisogno o il telefono che non smette mai di squillare. Lo stress maggiore deriva dall’avere troppo o troppo poco da fare oppure dallo svolgere un lavoro che non soddisfa. I conflitti col capo, i colleghi o i clienti sono altre cause principali di stress.

Leggi tutto »Stress da lavoro: cos’è, le cause e come gestirlo

Fame da stress: come contrastarla e mangiare in modo sano

Avete appena scoperto che la spia lampeggiante sul cruscotto della vostra auto non può significare altro che una nuova fattura da pagare. Una spesa che inevitabilmente si ripercuoterà sul vostro conto corrente, che avete fatto quadrare con faticose peripezie degne di un artista circense.

E guarda caso l’officina è proprio limitrofa ad un negozio che offre le prelibatezze più tentatrici. Andare o non andare? Vista la situazione, la soluzione sembra essere scontata e sperate di tenere a bada le vostre preoccupazioni abbuffandovi di cibo ipercalorico anche se non siete propriamente spinti dalla fame.

E’ bene ricordare che un sacchetto di patatine o un dolce ricco di grassi e calorie vi daranno solo un sollievo temporaneo. Gli amidi e gli zuccheri raffinati presenti nella maggior parte delle merendine preconfezionate, per esempio, vi faranno sentire meglio solo momentaneamente, dopodiché il vostro stato emotivo tornerà ad essere tale e quale quello di prima nel giro di breve tempo.

Fame emotiva e fame da stress

Quando ci si sente tesi, sembra che la fame da stress o la fame emotiva siano scatenate da una risposta automatica. Questo si verifica in particolar modo nel caso in cui l’organismo di un individuo tende ad avere una forte reazione allo stress, favorita dal rilascio di determinati ormoni. Uno studio condotto presso l’Università del Michigan ha dimostrato che gli individui adulti sani e non stressati, quando i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress) vengono stimolati, tendono a consumare una quantità maggiore di cibo spazzatura.

Infatti, lo stress può aumentare il desiderio di consumare dolciumi e altri alimenti ricchi di grassi o di zuccheri. Quando si è stressati, le probabilità di mangiare con regolarità e di consumare verdura sono inferiori. Ecco perché  nei momenti di stress risulta più semplice e appagante sgranocchiare una manciata di biscotti, invece di optare per spuntini più salutari come frutta o verdura. Non è una sorpresa, quindi, che la fame da stress comporti un inevitabile aumento di peso.

Leggi tutto »Fame da stress: come contrastarla e mangiare in modo sano