Home » Salute della Donna » Pagina 4

Salute della Donna

Problemi mestruali: coaguli, colore e consistenza

Nel caso in cui si verifichino variazioni a carico delle perdite ematiche mestruali, in riferimento a colore e consistenza, nel corso del ciclo mestruale mensile, è molto probabile che ciò sia perfettamente normale. Talvolta, tuttavia, i cambiamenti relativi a colore, consistenza o coagulazione possono essere indice di un problema mestruale.

Sebbene per alcune donne possa essere fonte di imbarazzo chiedere al ginecologo informazioni circa l’argomento in questione, è comunque importante esternare a tale figura professionale le preoccupazioni che possono eventualmente insorgere al riguardo.

Quanto dura un ciclo mestruale normale?

Durante il ciclo mestruale, il rivestimento dell’utero si ispessisce per prepararsi alla gestazione. Successivamente, durante il ciclo, il corpo espelle il rivestimento uterino insieme con le perdite ematiche. La quantità di sangue e fluidi persa nel corso di ogni ciclo, è pari di solito a 4-12 cucchiaini.

Il ciclo mestruale dura mediamente 28 giorni. In alcune donne, esso può essere più breve (21 giorni) o più lungo (35 giorni).

Normalmente, le mestruazioni durano tra i 2 e i 7 giorni e in media dai 3 ai 5 giorni.

Leggi tutto »Problemi mestruali: coaguli, colore e consistenza

Dolore alle mani: quali sono le possibili cause?

Il dolore alle mani presenta molte cause, tra cui lesioni e malattie. Fortunatamente, molte di queste cause possono essere trattate così come i sintomi possono essere alleviati.

Nel corso dell’articolo illustreremo alcune delle condizioni più comuni che causano dolore alle mani.

Tendinite di De Quervain

Questa condizione è conosciuta anche come tendinosi di De Quervain. Essa causa dolore localizzato al polso dalla parte del pollice.

Il dolore può svilupparsi gradualmente o improvvisamente. Esso può irradiarsi fino all’avambraccio. In presenza di tendinite di De Quervain, i movimenti che possono risultare dolorosi includono:

  • chiudere la mano a pugno
  • stringere o tenere oggetti
  • ruotare il polso

Il dolore è una conseguenza del rigonfiamento dei tendini del polso posti alla base del pollice. Tale rigonfiamento è causato da irritazione o infiammazione. Le attività ripetitive e l’uso eccessivo e troppo frequente sono spesso responsabili dell’insorgenza di tale condizione.

Le neomamme sono più a rischio a causa della posizione scomoda con cui tengono il bambino e delle fluttuazioni ormonali. Anche le fratture del polso possono incrementare il rischio di insorgenza di tendinite di De Quervain. I trattamenti atti ad alleviare il dolore includono:

  • porto di una stecca per mantenere pollice e polso a riposo
  • farmaci antinfiammatori
  • iniezioni di cortisone

L’intervento chirurgico può essere consigliato qualora i sintomi permangano gravi anche dopo che il paziente è stato sottoposto a terapie conservative.

Leggi tutto »Dolore alle mani: quali sono le possibili cause?

Disturbi della tiroide: sintomi e soluzioni

La stanchezza aumenta giorno dopo giorno rendendovi sempre più spossati? Avete notato un aumento di peso, la presenza di brividi o una inusuale perdita di capelli? Oppure vi sentite spesso più attivi del solito, sudati o ansiosi? La tiroide potrebbe essere la causa scatenante di questi sintomi. La ghiandola tiroidea, grande regolatrice del corpo e della mente, talvolta va in tilt, soprattutto nelle donne. Un adeguato trattamento è fondamentale per sentirsi al meglio ed evitare gravi problemi di salute.

Leggi tutto »Disturbi della tiroide: sintomi e soluzioni

Ciclo mestruale irregolare o assente: cause e prevenzione

La maggior parte delle donne presenta tra gli 11 e i 13 periodi mestruali ogni anno. Tuttavia, è possibile che tale frequenza possa variare, ovvero il numero dei periodi mestruali può essere maggiore o inferiore. In caso di ciclo mestruale irregolare o assente, è bene valutare ogni caso su base individuale.

Le mestruazioni sono spesso irregolari durante i primi anni dopo la loro prima comparsa. Possono essere necessari alcuni anni affinché gli ormoni che controllano le mestruazioni raggiungano un equilibrio.

Le mestruazioni possono essere molto irregolari anche in concomitanza con la fine dell’età fertile. Molte donne realizzano di essere vicine alla perimenopausa e alla menopausa quando il ciclo mestruale, in precedenza regolare, diventa irregolare. La menopausa si verifica quando le mestruazioni risultano assenti per 12 mesi dalla data dell’ultimo ciclo mestruale.

La gravidanza è la causa più comune di mestruazioni assenti. Nel caso in cui una donna sospetti di essere incinta, è opportuno che curi sé stessa come se lo fosse finché non avrà appurato con certezza la reale presenza della gravidanza. Il primo passo da compiere per scoprire se si è incinta, è quello di effettuare un test di gravidanza per uso domestico.

Leggi tutto »Ciclo mestruale irregolare o assente: cause e prevenzione

Allergie ai cosmetici: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

I prodotti come creme idratanti, shampoo, deodoranti, make-up, colonie e altri tipi di cosmetici, sono diventati parte integrante della routine quotidiana per quanto concerne la cura della persona.

L’American Academy of Dermatology riporta che l’adulto medio utilizza almeno 7 diversi prodotti cosmetici ogni giorno. Sebbene i cosmetici contribuiscano a dare una marcia in più all’aspetto esteriore dell’individuo, essi possono causare irritazioni cutanee o reazioni allergiche. Alcuni ingredienti impiegati nei cosmetici, come fragranze e conservanti, possono agire da allergeni, sostanze che provocano una reazione allergica.

Quali sono i sintomi di una allergia ai cosmetici?

Esistono due reazioni allergiche che potrebbero insorgere a seguito di un’esposizione ai cosmetici: dermatite irritativa da contatto e dermatite allergica da contatto. Per dermatite da contatto si intende un’affezione infiammatoria cutanea (arrossamento, prurito e gonfiore) che insorge per esposizione a una sostanza.

  • Dermatite da contatto irritante: è più comune della dermatite allergica da contatto e chiunque ne può essere colpito. Essa insorge quando una sostanza irritante o aggressiva danneggia la cute. La dermatite da contatto irritante di solito si manifesta con la comparsa di macchie pruriginose, pelle squamosa o una eruzione cutanea rossa, ma può evolversi in vescicole, specie se la cute viene ulteriormente irritata dal grattamento della zona interessata. Essa insorge generalmente nella zona in cui la cute entra in contatto con la sostanza irritante. Le zone dove lo strato più esterno della pelle è sottile, come le palpebre, o dove la pelle è secca e screpolata, sono più soggette alla dermatite da contatto irritante.
  • Dermatite allergica da contatto: insorge negli individui allergici ad un ingrediente specifico o a degli ingredienti presenti in un prodotto. I sintomi includono arrossamento, gonfiore, prurito e formazioni simili ad alveari. In alcuni casi, la pelle diventa rossa e infiammata. Viso, labbra, occhi, orecchie e collo sono le zone maggiormente soggette alle allergie ai cosmetici, anche se le reazioni possono insorgere in qualsiasi parte del corpo.

La tempistica relativa all’insorgenza dei sintomi correlati alla dermatite da contatto irritante è variabile. In caso di agenti irritanti molto forti, come i profumi, la reazione può manifestarsi nel giro di pochi minuti o poche ore dopo l’esposizione. Tuttavia, nel caso di un agente irritante più debole, come il sapone, i sintomi possono richiedere giorni o settimane di esposizione continua prima di insorgere. In alcuni casi, un individuo può sviluppare una sensibilità allergica a un prodotto dopo averlo utilizzato per anni.

Leggi tutto »Allergie ai cosmetici: cause, sintomi, trattamento e prevenzione