Home » Salute del Bambino » Pagina 3

Salute del Bambino

Enuresi infantile: l’alimentazione può giocare un ruolo?

Se il vostro bambino bagna il letto, avrete probabilmente sentito parlare di soluzioni nutrizionali per risolvere il problema dell’enuresi notturna, come limitare l’apporto di liquidi dopo le 6 di sera, evitare il succo di arancia o i cibi piccanti.

Nel tentativo di porre fine al problema della pipì a letto, si potrebbe essere tentati di provare qualsiasi tipo di soluzione. Ma prima di adottare qualsiasi tipo di approccio, è bene tenere presente che apportare inutili cambiamenti alla dieta del bambino nel tentativo di risolvere il problema, potrebbe rendere sia voi che il vostro bambino più infelici di quanto non lo siate ora.

I medici sono molto prudenti quando si tratta di puntare il dito su alimenti specifici in presenza di enuresi notturna, poiché esistono poche prove a sostegno di tali rivendicazioni e gran parte di esse sono aneddotiche.

Nel corso dell’articolo indagheremo sui miti e sui fatti concreti correlati a cinque strategie alimentari note per contribuire a controllare l’enuresi infantile. Leggi tutto »Enuresi infantile: l’alimentazione può giocare un ruolo?

Crisi d’asma nel bambino: come riconoscerla

E’ stato stimato che circa 3 volte su 10, quando un bambino viene portato d’urgenza al pronto soccorso, è a causa di una crisi d’asma non diagnosticata precedentemente. E’ difficile riconoscere la malattia fino ai 10 anni di età.

Spesso i genitori confondono un attacco di asma con l’ennesima bronchite oppure ritengono che tale condizione possa essere di origine nervosa perché il bambino vuole evitare di andare a scuola. In questo modo, il problema tende ad aggravarsi e viene scoperto solo quando il bimbo viene portato in ospedale.

E’ quindi di fondamentale importanza diagnosticare la malattia il prima possibile, in quanto più il tempo passa e più l’organismo del piccolo viene messo a dura prova.

Leggi tutto »Crisi d’asma nel bambino: come riconoscerla

Bambini e sonno: cosa fare per una nanna senza capricci

Molto spesso l’ora della nanna si trasforma in una vera e propria “lotta” ai capricci del vostro bambino, che di dormire non ne vuole proprio sapere. Sebbene per alcuni genitori questo “teatrino serale” quotidiano possa sembrare quasi impossibile da gestire, esistono semplici accorgimenti in grado di risolvere i problemi relativi alla messa a letto del bimbo.

L’ora della nanna deve essere sempre la stessa

Anche se i bambini non hanno una piena consapevolezza del tempo, il loro organismo sì. Andare a letto alla stessa ora ogni sera, li aiuta fisicamente e mentalmente a sviluppare una sana routine relativa al sonno. Anche se durante il fine settimana o in estate si tende ad essere più flessibili, fate il possibile per mantenere il medesimo orario della messa a letto. Per i bambini è più difficile abituarsi nuovamente alla routine regolare se incentivati ad andare a letto più tardi del solito.

Spegnete la televisione

Evitate di utilizzare la televisione come mezzo per favorire il rilassamento del bambino prima di metterlo a letto. Alcuni tipi di spettacoli televisivi (specie quelli che propongono scene di violenza, suspense, drammi o conflitti) possono stimolare eccessivamente il bimbo prima dell’ora della nanna. Inoltre, programmi televisivi di questo tipo possono causare sintomi simili a quelli che comporta lo stress. Questo potrebbe rendere più difficoltoso il sonno del bambino. I film dell’orrore, per esempio, possono causare incubi notturni. Svariati studi hanno scoperto che anche i telegiornali possono essere fonte di spavento per i più piccoli, rischiando di turbare il loro sonno.

Create una routine

Una routine relativa alla messa a letto composta di 3 o 4 attività, aiuta il bambino a rilassarsi e a favorire il suo sonno. Un esempio di routine potrebbe essere: fare il bagnetto, mettere il pigiamino, lavarsi i denti e leggere un libro. Per quanto concerne gli adolescenti, potrebbe essere una buona idea fare una chiacchierata riguardo la giornata appena trascorsa. L’importante è che questa routine sia semplice.

Leggi tutto »Bambini e sonno: cosa fare per una nanna senza capricci

Bambini e scuola: come alleviare lo stress da rientro

I bambini vedono la fine dell’estate come l’impossibilità di poter star alzati fino a tardi o di poter dormire fino a mezzogiorno. La fine dell’estate, inoltre, è sinonimo di nuove sfide da affrontare e forse anche di nervosismi tipici del rientro a scuola.

Sia che il vostro bambino sia in età prescolare sia che sia un adolescente, è del tutto normale che il primo giorno di scuola gli procuri una certa ansia. In quanto genitori, per gestire al meglio la situazione, è bene sapere come alleviare lo stress dei vostri bambini e gestire le vostre aspettative per l’anno scolastico alle porte.

Leggi tutto »Bambini e scuola: come alleviare lo stress da rientro