Home » Gravidanza e Maternità » Pagina 3

Gravidanza e Maternità

Viaggiare con i bambini: l’aereo è sicuro per i neonati?

Quando giunge il momento di mettersi in viaggio, molte neomamme si pongono il quesito: “il viaggio in aereo è sicuro per il mio bambino?”. La risposta è sì.

Se non esistono complicazioni o condizioni di salute per le quali è necessario prestare particolare attenzione, potete viaggiare tranquillamente in aereo con il vostro bambino già a partire, volendo, dal suo primo giorno di vita. Infatti, più il bambino è piccolo, più semplice è viaggiare con lui. In tenera età, i loro bisogni sono molto semplici: non dicono NO e non sgattaiolano via curiosi di esplorare la cabina di pilotaggio.

Abbiamo accennato ad eventuali complicazioni o condizioni di salute particolari, vediamo di fare un esempio esplicativo. La quantità di ossigeno presente nell’aria dell’aereo è minore del 30% rispetto ai valori normali, quindi se il neonato soffre di problemi respiratori la sua condizione potrebbe aggravarsi durante il volo.

Ma quali sono gli aspetti da tenere in dovuta considerazione quando si decide di viaggiare in aereo con un neonato?

Leggi tutto »Viaggiare con i bambini: l’aereo è sicuro per i neonati?

Bambini ed educazione: la “lettonemania”

Sono tanti i motivi per cui un bambino di notte può trovare ospitalità nel lettone: perché per i genitori è più comodo, perché non ha ancora la sua cameretta o perchè i primi mesi saperlo in un’altra stanza mette ansia.

Un’abitudine che il più delle volte, all’inizio, nasce da esigenze logistiche o di comodità dei genitori. Solo che, poi, far recuperare al piccolo la strada verso la sua cameretta di solito è tutt’altro che semplice. Servirà tempo e pazienza. Inoltre, mamma e papà devono essere entrambi d’accordo e decisi in questo senso, perché i tira e molla rendono questo passo ancora più difficile e i bambini sono molto abili quando si tratta di insinuarsi in eventuali incrinature decisionali.

Vediamo più da vicino questa problematica.

Leggi tutto »Bambini ed educazione: la “lettonemania”

Come regolare il sonno dei neonati

La nascita di un figlio è un grande momento di gioia, ma per i neo genitori non è sempre facile saper gestire ciò che comporta questo meraviglioso evento, soprattutto ciò che concerne il sonno del neonato. I metodi che andremo ad elencare qui di seguito, vi aiuteranno a far addormentare il vostro bambino e a beneficiare di un buon sonno ristoratore.

Durante i primi mesi di vita del neonato, il genitore tende a concentrare la propria attenzione sulla questione “sonno”, soprattutto sulla mancanza di esso. Ma per i primi due mesi di vita del vostro bambino, la cosa migliore da fare è quella di affrontare questa questione con assoluta tranquillità.

All’inizio, il neonato necessita di essere allattato regolarmente, giorno e notte, quindi dormite quando il vostro bambino dorme. Durante questo periodo non preoccupatevi circa le abitudini che regolano il vostro sonno o le faccende domestiche: questi sono i primi giorni. Anche voi avete bisogno di dormire e se siete rimaste sveglie durante la notte avrete bisogno di recuperare le ore perse di sonno durante il giorno.

La differenza tra giorno e notte

Quando il bambino ha poche settimane di vita, tende ad essere più attivo e sveglio durante il giorno. Questo è un buon momento per aiutarlo ad imparare la differenza fra giorno e notte. Di giorno, aprite le tende per far entrare la luce esterna, giocate e non preoccupatevi dei rumori che sentite quotidianamente mentre il bambino dorme.

Di notte, parlate a bassa voce, tenete le luci soffuse e non giocate con il bambino. Gradualmente, il neonato apprenderà che la notte è il momento della giornata dedicato al sonno.

neonati e sonno

Leggi tutto »Come regolare il sonno dei neonati

Viaggiare in gravidanza

Seguendo le dovute precauzioni e informandosi accuratamente su quando è meglio viaggiare, vaccinazioni e assicurazione, la maggior parte delle donne può tranquillamente programmare un viaggio durante la gravidanza.

Se la vostra gravidanza non ha complicazioni, il periodo migliore per viaggiare è dalla 14° fino alla 28° settimana di gestazione.

Qualunque sia la meta del vostro viaggio, informatevi a priori circa le strutture mediche presenti in loco nel caso in cui doveste necessitare di un intervento medico urgente.

E’ consigliabile portare con sé la propria cartella clinica. In questo modo, in caso di necessità, i medici in loco avranno ben chiaro il vostro quadro clinico. Effettuate un check-up prima della partenza ed evitate di partire qualora il vostro medico ve lo sconsigli.

Stipulate un’assicurazione viaggio che possa tutelarvi e coprire le spese in caso di cure mediche dovute ad un eventuale travaglio, nascita prematura o variazione della data di rientro, qualora dovesse subentrare il travaglio.

Quando viaggiare

Molte donne preferiscono evitare di viaggiare nelle prime 12 settimane di gravidanza a causa della spossatezza e della nausea che sperimentano durante i primi stadi della gestazione.

I primi tre mesi sono un periodo molto delicato caratterizzato da un rischio più elevato di aborto o di gravidanza ectopica (extrauterina). Tuttavia, se vi sentite bene e ne avete parlato col vostro medico, potete viaggiare tranquillamente anche durante questo periodo.

Dopo la 28° settimana, il fattore principale da prendere in considerazione nel caso in cui decidiate di viaggiare, è il rischio di travaglio prematuro.

Se decidete di partire, quindi, consultate il vostro medico, il quale determinerà il rischio di nascita prematura. Se il medico vi rassicurerà circa l’assenza di questo rischio, assicuratevi, in ogni caso, che nel luogo di destinazione che avete scelto siano presenti strutture sanitarie adeguate nell’eventualità in cui il travaglio dovesse avere inizio.

Viaggiare in gravidanza preoccupa molte donne, ma se la gravidanza è priva di complicazioni non c’è motivo di evitare un viaggio nel momento in cui vengono comunque prese le giuste precauzioni.

Leggi tutto »Viaggiare in gravidanza