Home » Gravidanza e Maternità

Gravidanza e Maternità

Anemia in gravidanza: cause, sintomi e trattamento

In gravidanza, la donna può sviluppare ciò che in ambito medico viene definita anemia, ovvero una condizione in cui il sangue non presenta una quantità sufficiente di globuli rossi sani per trasportare ossigeno ai tessuti.

Durante la gravidanza, il corpo della donna produce più sangue per sostenere la crescita del nascituro. Nel caso in cui la futura mamma non assuma una quantità sufficiente di ferro o di alcuni altri nutrienti, il suo organismo potrebbe non essere in grado di produrre la quantità di globuli rossi di cui necessita per produrre questo quantitativo aggiuntivo di sangue.

E’ normale soffrire di una forma leggera di anemia quando si è incinta. Ma è possibile sviluppare forme più gravi di anemia dovute a bassi livelli di ferro o vitamine o riconducibili ad altri motivi.

L’anemia può comportare stanchezza e debolezza. Se significativa e non trattata, può incrementare il rischio di complicanze gravi come il parto pretermine.

Nel corso dell’articolo spiegheremo cosa è necessario sapere circa le cause, i sintomi e il trattamento in caso di anemia durante la gravidanza.

Leggi tutto »Anemia in gravidanza: cause, sintomi e trattamento

Sono incinta? Guida ai sintomi

La maggior parte delle donne pensa che la mancata comparsa del regolare ciclo mestruale sia tassativamente indice di gravidanza. Ma esistono altri segni e sintomi che la maggior parte delle donne può sperimentare nelle prime fasi della gravidanza. E’ importante ricordare che non tutte le donne arrivano a sperimentare tutti questi sintomi o, in ogni caso, nella medesima modalità. Per esempio, una donna può presentare diversi tipi di sintomi nel corso di più gravidanze. Quelli che elencheremo qui di seguito sono i sintomi più comuni tipici del primo trimestre.

Leggi tutto »Sono incinta? Guida ai sintomi

Gravidanza: come contrastare la nausea mattutina

Per molte donne la parte più ostica che contraddistingue i primi mesi della gravidanza è la nausea mattutina. Nel momento in cui si presentano episodi di nausea, vomito o entrambi, è necessario mettere in pratica accorgimenti specifici in grado di alleviare questa spiacevole sensazione di malessere. Il modo migliore per contrastare e gestire la nausea mattutina consiste in piccole azioni da svolgere prettamente a casa. Seguendo le linee guida che andremo a proporvi qui di seguito, sarà possibile trarre notevole giovamento in termini di benessere.

Leggi tutto »Gravidanza: come contrastare la nausea mattutina

Bambini e sonno: cosa fare per una nanna senza capricci

Molto spesso l’ora della nanna si trasforma in una vera e propria “lotta” ai capricci del vostro bambino, che di dormire non ne vuole proprio sapere. Sebbene per alcuni genitori questo “teatrino serale” quotidiano possa sembrare quasi impossibile da gestire, esistono semplici accorgimenti in grado di risolvere i problemi relativi alla messa a letto del bimbo.

L’ora della nanna deve essere sempre la stessa

Anche se i bambini non hanno una piena consapevolezza del tempo, il loro organismo sì. Andare a letto alla stessa ora ogni sera, li aiuta fisicamente e mentalmente a sviluppare una sana routine relativa al sonno. Anche se durante il fine settimana o in estate si tende ad essere più flessibili, fate il possibile per mantenere il medesimo orario della messa a letto. Per i bambini è più difficile abituarsi nuovamente alla routine regolare se incentivati ad andare a letto più tardi del solito.

Spegnete la televisione

Evitate di utilizzare la televisione come mezzo per favorire il rilassamento del bambino prima di metterlo a letto. Alcuni tipi di spettacoli televisivi (specie quelli che propongono scene di violenza, suspense, drammi o conflitti) possono stimolare eccessivamente il bimbo prima dell’ora della nanna. Inoltre, programmi televisivi di questo tipo possono causare sintomi simili a quelli che comporta lo stress. Questo potrebbe rendere più difficoltoso il sonno del bambino. I film dell’orrore, per esempio, possono causare incubi notturni. Svariati studi hanno scoperto che anche i telegiornali possono essere fonte di spavento per i più piccoli, rischiando di turbare il loro sonno.

Create una routine

Una routine relativa alla messa a letto composta di 3 o 4 attività, aiuta il bambino a rilassarsi e a favorire il suo sonno. Un esempio di routine potrebbe essere: fare il bagnetto, mettere il pigiamino, lavarsi i denti e leggere un libro. Per quanto concerne gli adolescenti, potrebbe essere una buona idea fare una chiacchierata riguardo la giornata appena trascorsa. L’importante è che questa routine sia semplice.

Leggi tutto »Bambini e sonno: cosa fare per una nanna senza capricci

Bambini e alimentazione: consigli per la mamma che lavora

Le mamme di oggi sono iper impegnate: lavoro, casa, bambini, ecc. Tuttavia, questo ritmo frenetico non è sicuramente sinonimo di noncuranza per quanto concerne l’alimentazione della famiglia. Ogni mamma, infatti, si adopera nel migliore dei modi affinché il regime alimentare domestico sia il più salutare possibile.

Il primo consiglio, semplice ma di estrema importanza, è quello di privilegiare i cibi sani rispetto a quelli lavorati. Questa mini strategia rappresenta il modo più efficace per assicurare la soddisfazione del fabbisogno di tutti i nutrienti necessari alla vostra famiglia e per evitare quegli alimenti che, per quanto veloci da cucinare, rischiano di contribuire all’aumento di peso e, conseguentemente, alla comparsa di malattie ad esso connesso. Non ci stancheremo mai di rimarcare l’importanza fondamentale della presenza di frutta e verdura ad ogni pasto. Cucinate per i vostri bambini piatti salutari che comprendano proteine magre nella maggior parte dei pasti.

Uno dei modi migliori per mettere in pratica questo suggerimento, è quello di cucinare i pasti più spesso. Questo significa eliminare dalla dispensa tutti quei cibi catalogabili come “pronti in 5 minuti” e dare spazio ad alimenti decisamente più salutari come broccoli, spinaci, mele, riso integrale, pesce fresco, frutta secca o legumi.

Visto che tutto ha inizio con ciò che finisce nel carrello della spesa, di seguito vi proponiamo alcune semplici strategie di acquisto atte a garantire un’alimentazione sana per la vostra famiglia, anche se la vita indaffarata di tutti i giorni non concede molti spazi.

Leggi tutto »Bambini e alimentazione: consigli per la mamma che lavora