Home » Dormire Bene » Pagina 3

Dormire Bene

Jet Lag: come contrastare sintomi ed effetti

Per i viaggiatori abituali e per i turisti internazionali, i sintomi del Jet Lag sono molto familiari. La cattiva qualità del sonno, la stanchezza diurna, la difficoltà di concentrazione e anche problemi allo stomaco sono sintomi ed effetti piuttosto comuni.

Anche se non è possibile evitare completamente il fenomeno Jet Lag mentre si viaggia attraverso diversi fusi orari, è comunque possibile ridurne gli effetti seguendo alcune semplici strategie. Prima di tutto, è bene comprendere che cos’è il Jet Lag e cosa lo causa. In secondo luogo, vi proporremo 11 modi per contrastare sintomi ed effetti del Jet Lag che vi permetteranno di godervi appieno il vostro viaggio.

Che cos’è il Jet Lag?

Il Jet Lag può verificarsi quando si viaggia nel giro di breve tempo tra due o più fusi orari. Più il numero dei fusi orari attraversati è elevato, maggiori sono le probabilità di sentirsi assonnati e pigri. I sintomi, inoltre, tenderanno a perdurare per più tempo e la loro intensità sarà maggiore.

In linea generale, il Jet Lag è un disturbo del sonno temporaneo, ma non così temporaneo per molti viaggiatori. Se volate da San Francisco a Roma per un viaggio di 10 giorni, per esempio, potrebbero essere necessari dai 6 ai 9 giorni per un recupero completo. Ecco perché all’organismo serve sino ad un giorno di tempo per ogni fuso orario attraversato per potersi adattare al fuso orario del luogo di destinazione. Se viaggiate da est verso ovest, da Roma verso San Francisco, il Jet Lag può durare dai 4 ai 5 giorni, circa la metà del numero di fusi orari attraversati. I sintomi e gli effetti del Jet Lag sono generalmente peggiori quando si viaggia da ovest verso est.

Negli anziani, i sintomi e gli effetti del Jet Lag possono essere più intensi e il recupero potrebbe richiedere più tempo.

jet lag rimedi

Leggi tutto »Jet Lag: come contrastare sintomi ed effetti

Privazione del sonno: quali sono gli effetti sulla mente?

Vi capita spesso di dimenticare cose che siete sicuri di sapere? Vi risulta difficile concentrarvi su compiti complessi? Dormite meno di sei ore per notte?

Se la risposta è sì, probabilmente non dormite a sufficienza. Proprio così, la carenza di sonno può impedire di pensare in modo chiaro e condizionare le emozioni. Gli studi dimostrano che una eccessiva privazione del sonno rischia di compromettere le prestazioni lavorative, di danneggiare le relazioni interpersonali e causare problemi umorali, come rabbia e depressione.

Leggi tutto »Privazione del sonno: quali sono gli effetti sulla mente?

Che cosa sono i disturbi alimentari legati al sonno?

I disturbi del comportamento alimentare legati al sonno sono caratterizzati da abitudini alimentari anormali durante la notte.

Il disturbo alimentare notturno legato al sonno (NS-RED), sebbene non sia così comune come il sonnambulismo, può verificarsi durante episodi di sonnambulismo. Le persone affette da questo disturbo mangiano mentre dormono. Spesso si dirigono verso la cucina e si preparano da mangiare, senza poi ricordare di averlo fatto. Nel caso in cui gli episodi di NS-RED siano frequenti, il soggetto interessato può sperimentare un aumento di peso e un incremento del rischio di sviluppare diabete di tipo 2.

Leggi tutto »Che cosa sono i disturbi alimentari legati al sonno?

Perché si parla nel sonno? Cause e rimedi

Vi è stato detto che di notte mentre dormite sussurate parole talvolta prive di senso senza rendervene conto? Avete sempre desiderato che il vostro coniuge durante il sonno svelasse un segreto che teneva custodito gelosamente da molto tempo? Fate una domanda al vostro partner mentre sta dormendo, ma non stupitevi se il massimo della risposta che sarete in grado di ottenere è un’unica sillaba. Ricordate, comunque, che chi parla nel sonno solitamente non ricorda nulla di quello che ha detto durante questa sorta di monologo notturno.

Parlare nel sonno può essere talvolta un evento buffo, ma può essere anche segno di qualche disturbo.

Leggi tutto »Perché si parla nel sonno? Cause e rimedi