Vai al contenuto
Home » Alimentazione » Pagina 5

Alimentazione

Depressione e dieta: gli alimenti che possono essere di aiuto

Purtroppo, non esiste una dieta specifica che possa alleviare la depressione. Gli studi finora condotti non hanno portato alla formulazione di un piano alimentare particolare in grado di alleviare i sintomi della depressione clinica.

Tuttavia, sebbene alcune diete o alcuni cibi non possano alleviare la depressione, una dieta sana, come parte integrante di un trattamento complessivo, può essere di aiuto.

Di seguito, proporremo 10 consigli nutrizionali particolarmente utili nella fase di recupero da depressione clinica.

1. Seguire una dieta ricca di nutrienti

Le sostanze nutritive presenti negli alimenti favoriscono la crescita, il benessere e la fase di recupero del corpo umano. I nutrienti di cui l’essere umano necessita includono vitamine, minerali, carboidrati, proteine e anche una piccola quantità di grassi. La carenza di uno qualsiasi di questi nutrienti può compromettere la regolare e completa funzionalità dell’organismo e causare l’insorgenza di malattie.

2. Riempire il piatto con antiossidanti essenziali

I radicali liberi vengono prodotti dal corpo durante il normale espletamento delle sue funzioni. Queste sostanze dannose contribuiscono all’invecchiamento e all’insorgenza di disfunzioni. Gli antiossidanti, come il beta-carotene e le vitamine C ed E, contrastano gli effetti dei radicali liberi. E’ stato dimostrato che gli antiossidanti si “legano” ai radicali liberi eliminandone il potere distruttivo.

Gli studi dimostrano che il cervello è particolarmente a rischio per quanto concerne i danni causati dai radicali liberi. Sebbene non esista un modo per fermarli definitivamente, è comunque possibile ridurre il loro effetto distruttivo sul corpo consumando alimenti ricchi di antiossidanti come parte di una dieta sana, come:

  • Fonti di beta-carotene: albicocche, broccoli, melone, carote, cavolo, pesche, zucca, spinaci, patate dolci
  • Fonti di vitamina C: mirtilli, broccoli, pompelmo, kiwi, arance, peperoni, patate, fragole, pomodori
  • Fonti di vitamina E: margarina, frutta a guscio e semi, oli vegetali, germe di grano

Leggi tutto »Depressione e dieta: gli alimenti che possono essere di aiuto

Esercizio fisico: cosa mangiare prima, durante e dopo

Sia che siate dei “guerrieri del fine settimana”, con l’obiettivo di mantenervi in forma, o atleti che si allenano in vista di una maratona, ciò che mangiate può influenzare la vostra performance fisica. Mangiare correttamente può contribuire ad energizzare la vostra sessione di esercizio fisico o permettervi di raggiungere un eventuale obiettivo di 40 chilometri che vi siete prefissati. Ma quali sono gli alimenti migliori da consumare in caso di esercizio fisico? E quali andrebbero evitati? Con così tante bevande sportive, barrette, polveri e integratori tra cui scegliere, come è possibile sapere quali sono i prodotti migliori? Oppure è possibile evitare il ricorso a costosi integratori e riuscire ad assumere tutto ciò di cui si ha bisogno seguendo una dieta ben pianificata?

A queste e ad altre domande risponde l’esperta di nutrizione sportiva Christine Rosenbloom, PhD, RD, CSSD, autrice e docente di nutrizione presso la Georgia State University di Atlanta (Stati Uniti).

Cosa è consigliabile mangiare prima di una sessione di esercizio fisico per migliorare energia e resistenza?

Il “carburante” necessario per l’esercizio fisico richiede carboidrati di qualità, proteine magre, grassi salutari per il cuore e fluidi. I muscoli fanno affidamento su alimenti contenenti carboidrati (come pane, cereali, pasta, riso, frutta e verdura) come rapida fonte di energia. Le proteine sono necessarie per costruire e mantenere i muscoli e per cellule ematiche sane. Le cellule ematiche forniscono sostanze nutritive e ossigeno ai muscoli coinvolti nell’esercizio fisico.

Gli alimenti forniscono il “carburante” al “motore” del corpo, mentre i fluidi forniscono l’acqua per il “radiatore” del corpo. L’assenza di tali “carburanti” e fluidi cruciali, può compromettere e rendere più difficoltosa una ottimale performance fisica.

Esiste un pasto ideale pre-sport o pre-esercizio fisico?

Il pasto ideale pre-sport presenta 5 caratteristiche:

  • Povero di grassi
  • Contenuto moderato di carboidrati e proteine
  • Povero di fibre
  • Contenente fluidi
  • Costituito da alimenti familiari e ben tollerati

Il pasto pre-sport o pre-esercizio fisico non è sicuramente il momento più indicato per provare un nuovo alimento. Un panino con pollo alla griglia o una fetta di pizza al formaggio potrebbero costituire un buon esempio di pasto pre-esercizio fisico, ma è consigliabile evitare cibi fritti (incluse le patatine), hamburger grassi e bevande analcoliche (soft drinks).

Leggi tutto »Esercizio fisico: cosa mangiare prima, durante e dopo