Perché ho sempre fame?

Il nostro organismo ottiene l’energia di cui necessita mediante l’assunzione di cibo, quindi è normale sentirsi affamati dopo qualche ora dall’ultimo pasto. Ma se il senso di fame persiste, anche dopo un pasto, la causa potrebbe essere correlata ad un problema di salute.

“Polifagia” è il termine medico utilizzato per descrivere una esagerazione patologica del senso di fame che si traduce nell’ingestione di una quantità sproporzionata di cibo. Può essere sintomo di un problema sottostante che necessita di un controllo medico.

Link sponsorizzati

Di seguito elencheremo le possibili cause correlate ad un costante senso di fame.

Diabete

L’organismo trasforma gli zuccheri presenti nel cibo nel “carburante” di cui necessita noto con il nome di glucosio. In presenza di diabete, il glucosio non può raggiungere le cellule poiché il corpo lo espelle con le urine. Ne consegue un aumentato bisogno del corpo di assumere cibo.

In particolare, le persone con diabete di tipo 1 possono arrivare ad ingerire elevate quantità di cibo e, nonostante questo, perdere peso.

Oltre ad un marcato aumento dell’appetito, il diabete include altri sintomi quali:

  • Estremo senso di sete
  • Aumento della frequenza minzionale
  • Perdita di peso inspiegabile
  • Visione offuscata
  • Tagli e ferite che necessitano di più tempo per rimarginarsi
  • Dolore o formicolio ai piedi o alle mani
  • Stanchezza

Bassi livelli di zuccheri nel sangue

L’ipoglicemia si verifica quando gli zuccheri presenti nel nostro organismo raggiungono livelli molto bassi. Si tratta di un problema comune per le persone diabetiche, ma può essere causato anche da altri problemi di salute. Questi includono epatite, disturbi renali e problemi a carico delle ghiandole surrenali o pituitaria.

Nei casi più gravi, le persone ipoglicemiche possono presentare gli stessi sintomi di una persona che ha ecceduto col consumo di alcolici, come difficoltà a formulare frasi di senso compiuto o a camminare. Altri sintomi includono:

  • Ansia
  • Pallore
  • Tremori
  • Sudorazione
  • Formicolio nella zona circostante la bocca
  • Palpitazioni (sensazione come se il cuore saltasse un battito)

Carenza di sonno

La carenza di sonno può influenza gli ormoni preposti al controllo della fame. Le persone con problemi di privazione del sonno presentano un maggiore appetito, difficoltà nel sentirsi sazi e un aumentato desiderio di cibi ipercalorici ricchi di grassi.

Altri sintomi correlati alla carenza di sonno includono:

  • Cambiamenti umorali
  • Disattenzione e problemi di attenzione
  • Difficoltà a rimanere svegli durante il giorno
  • Aumento di peso

Stress

Quando ci si sente ansiosi o tesi, l’organismo rilascia un ormone chiamato cortisolo. Questo amplifica il senso di fame.

Molte persone sottoposte a situazioni stressanti desiderano anche cibi ricchi di zuccheri, grassi o entrambi. Tale desiderio potrebbe essere spiegato come il tentativo da parte dell’organismo di “spegnere” la parte del cervello correlata al meccanismo che innesca il senso di preoccupazione.

Altri sintomi possono includere:

  • Scatti d’ira
  • Stanchezza
  • Mal di testa
  • Difficoltà a dormire
  • Problemi intestinali

Dieta

Non tutti i cibi procurano il medesimo senso di sazietà. I migliori alimenti che tengono sotto controllo il senso di fame sono quelli ricchi di proteine (come carni magre, pesce o latticini) o di fibre. Buone fonti di fibre sono frutta, verdura, cereali integrali e legumi.

Dolci, pane bianco, molti pasti preconfezionati e cibo fast food mancano di questi nutrienti e sono ricchi di grassi e carboidrati non salutari. Il consumo eccessivo e costante di questa tipologia di alimenti favorisce un mancato senso di sazietà poco dopo un pasto e il desiderio di ingerire nuovamente cibo.

Altri segni che contraddistinguono scelte alimentari che non contribuiscono al senso di sazietà includono:

  • Costipazione
  • Feci dure e di piccole dimensioni
  • Mal di stomaco

Farmaci

Alcuni farmaci possono favorire un aumento del senso di fame. Antistaminici, antidepressivi (SSRI), steroidi, alcuni farmaci per trattare il diabete e i farmaci antipsicotici sono noti per questo effetto.

Nel caso si noti un aumento di peso successivo all’assunzione di un farmaco, potrebbe proprio essere quest’ultimo la causa di un aumentato senso di fame. In questo caso, si consiglia di consultare il medico al fine di identificare un farmaco differente che possa risolvere il problema.

Gravidanza

Molte future mamme notano un marcato aumento dell’appetito. Questo è il modo in cui l’organismo si assicura che il bambino possa ricevere una quantità adeguata di nutrienti per crescere.

La maggior parte delle donne aumenta di 2-3 chili circa durante il primo trimestre e successivamente mezzo chilo-1 chilo circa alla settimana durante il secondo e il terzo trimestre.

Altri segni di una possibile gravidanza includono:

  • Assenza del ciclo mestruale
  • Aumentata frequenza minzionale
  • Nausea
  • Dolore al seno e aumento delle dimensioni dello stesso

Tiroide

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla sita nel collo. Produce gli ormoni preposti al controllo della velocità con cui ogni organo funziona nell’organismo. Quando la tiroide è iperattiva (funziona troppo velocemente), è possibile la presenza di ipertiroidismo.

Oltre ad un ingrossamento della ghiandola tiroidea, altri sintomi del problema includono:

  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Nervosismo
  • Aumento della sudorazione
  • Debolezza muscolare
  • Senso di sete anche dopo aver bevuto

Bevande senza zuccheri

Molte persone ricorrono alle bevande senza zuccheri per ridurre l’apporto calorico o perdere peso. Ma le sostanze utilizzate per sostituire gli zuccheri presenti in queste bevande comunicano al cervello di aspettarsi calorie che possono essere utilizzate per la produzione del cosiddetto “carburante”. Quando l’organismo non le riceve, “l’interruttore della fame” si accende e il corpo comunica il desiderio di cibo per sopperire alla mancata assunzione di calorie.

Se le bevande senza zuccheri aumentano il tuo senso di fame, altri sintomi possono includere:

Referenze

American Academy of Allergy, Asthma & Immunoly: “Antihistamines and Weight Gain”; American Acedemy of Family Physicians: “Eating During Pregnancy”; American Diabetes Association: “Diabetes Symptoms”; American Sleep Association: “Sleep Deprivation”; Harvard Health Publications: “Why stress causes people to overeat”, “Could it be my thyroid?”; Harvard T.H. Chan School of Public Health: “Artificial Sweeteners”


Studentessa in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana. Appassionata da tutto ciò che riguarda il mondo dell’alimentazione e della salute dell’essere umano. Per maggiori informazioni, è possibile consultare la sezione Chi siamo.