Sete eccessiva e assenza di sete: sintomi e cause


La sete corrisponde al desiderio di bere liquidi ed è una normale sensazione che sperimentiamo quotidianamente. A seconda delle attività che svolgiamo e del tipo di alimentazione che seguiamo, è possibile notare cambiamenti nel modo in cui percepiamo la sete nel corso di una determinata giornata e di giorni diversi. Cambiamenti significativi a carico dello stimolo della sete possono tuttavia essere sintomi di una malattia o di una condizione medica.

Link sponsorizzati

Una eventuale carenza di sete, specie nel caso in cui perduri per più di 1 giorno, oppure un cambiamento improvviso dell’usuale stimolo della sete, possono essere un sintomo di una serie di condizioni. La carenza di sete può indicare malattie epatiche, lesioni alla testa, forme tumorali specifiche o ictus.

Anche la presenza di sete eccessiva, specie se prolungata, oppure una brusca variazione dell’abituale percezione del senso di sete, possono essere un sintomo di una varietà di condizioni. La sete eccessiva può essere segno di eventuali emorragie, diabete, esaurimento fisico, disidratazione o di un disturbo mentale.

Le conseguenze e le complicazioni associate ad uno stimolo della sete anomalo dipendono interamente dalla causa sottostante. In genere, è opportuno bere liquidi quando si ha sete e non bere liquidi quando non si ha sete. Se si sospetta che il proprio modo di percepire la sete non sia normale o nell’eventualità che si noti un improvviso cambiamento a carico di esso, è importante consultare il medico al fine di determinare la causa dei sintomi sperimentati.

Nel caso in cui si noti sete eccessiva, assenza di sete o una variazione improvvisa nel modo di percepire la sete che durino per più di un paio di giorni, è consigliabile rivolgersi prontamente al medico.

Qualora le anomalie a carico del senso di sete siano persistenti o motivo di preoccupazione, è bene consultare immediatamente il medico.

Sintomi

L’eccesso o l’assenza di sete possono accompagnare altri sintomi, che variano a seconda della condizione, della malattia o del disturbo sottostanti.

L’assenza di sete può accompagnare altri sintomi, inclusi:

  • cambiamento dello stato mentale, come stato confusionale o allucinazioni
  • stanchezza
  • cefalea
  • malessere o letargia
  • spasmi muscolari o crampi
  • nausea con o senza vomito
  • attacchi convulsivi e tremori
  • perdita di coscienza e coma

La sete eccessiva può accompagnare altri sintomi, tra cui:

  • cambiamento dello stato mentale, come stato confusionale
  • stanchezza
  • febbre e brividi
  • nausea con o senza vomito
  • emissione di grandi quantità di urina
  • agitazione inspiegabile

In alcuni casi, l’eccesso o l’assenza di sete possono essere sintomo di una condizione estremamente grave che necessita di cure mediche immediate. E’ consigliabile chiamare il 118 o recarsi al pronto soccorso più vicino in presenza di uno qualsiasi dei seguenti sintomi:

  • variazioni a carico dello stato mentale o cambiamento comportamentale improvviso, come stato confusionale, delirio, letargia e allucinazioni
  • febbre alta (superiore a 38.3°C)
  • perdita di coscienza e coma

sete eccessiva

Cause

Il corpo preserva un determinato livello di liquidi e il livello di sete che percepiamo è il modo con cui l’organismo ci dice che abbiamo bisogno di più o meno liquidi. Normalmente, la sete aumenta quando perdiamo molti liquidi, come per esempio durante una sessione di attività fisica, e può diminuire se la quantità di liquidi presente nel corpo è sufficiente, come ad esempio dopo aver bevuto molta acqua.

L’eccesso o l’assenza di sete possono essere causati da una serie di malattie e condizioni. La sete può essere un sintomo associato alla presenza eccessiva o carente di acqua nell’organismo, oppure può essere un cambiamento a carico del modo con cui percepiamo lo stimolo della sete, nonostante i livelli di liquidi nel corpo siano normali.

L’assenza di sete può essere dovuta a una serie di condizioni e situazioni, tra cui:

  • livello adeguato di idratazione (normale)
  • lesioni alla testa
  • cirrosi epatica
  • assunzione recente di liquidi (normale)
  • ictus
  • sindrome da inappropriata secrezione di ormone antidiuretico (SIADH), che può essere causata da un particolare tipo di cancro ai polmoni
  • tumore o lesione a carico dell’ipotalamo, la regione cerebrale che regola la sete

Anche la sete eccessiva può essere causata da una varietà di situazioni e condizioni, tra cui:

  • disidratazione (perdita di elettroliti e liquidi corporei, condizione che può essere estremamente pericolosa, se grave e non trattata)
  • diabete insipido (carenza dell’ormone antidiuretico)
  • diabete mellito
  • ingestione di cibi insolitamente salati o piccanti
  • effetti collaterali di un farmaco
  • insufficienza organica (insufficienza cardiaca, renale o epatica)
  • polidipsia psicogena (consumo eccessivo di acqua senza motivo o stimolo)
  • perdita rapida di liquidi, come durante un allenamento in presenza di un ambiente caldo o a seguito di vomito o diarrea profusi

Potenziali complicazioni

Le complicazioni associate all’eccesso o all’assenza di sete variano in modo significativo a seconda della causa sottostante. In quasi tutti i casi, è importante bere di più se si ha sete e consumare una quantità adeguata di liquidi ogni giorno anche se non si ha sete. Poiché il livello di liquidi presente nel corpo è essenziale per il nostro benessere, è molto importante che venga diagnosticata qualsiasi malattia sottostante che possa interessare e influire in qualche modo sulla sete. E’ possibile minimizzare il rischio di gravi complicazioni attenendosi al piano di cura formulato dal medico. Tali complicazioni includono:

  • danni renali
  • perdita di coscienza e coma
  • aggravamento della condizione sottostante

Referenze

  • MedlinePlus: “Thirst – excessive”, “Thirst – absent”

Condividi con: