Dieta della banana mattutina: aiuta davvero a perdere peso?


Da quando l’ex cantante lirica Kumiko Mori ha annunciato di aver perso quasi 7 chili seguendo la dieta della banana mattutina (meglio nota in inglese come “The Morning Banana Diet”), secondo il The Japan Times le banane in Giappone sono andate a ruba. Presentata come la dieta più semplice e rapida per perdere peso, la dieta della banana mattutina si è diffusa a macchia d’olio in breve tempo.

Link sponsorizzati

Questa dieta è stata concepita e sviluppata da Hitoshi Watanabe (che ha studiato medicina preventiva a Tokyo) e dalla moglie farmacista Sumiko. La dieta ha guadagnato sempre più popolarità grazie a siti web, programmi televisivi, articoli di riviste, passaparola e al libro scritto dai Watanabe.

Ma mangiare banane può  davvero far perdere peso in modo così semplice?

Cosa è possibile mangiare?

La dieta della banana mattutina è un piano molto semplice. A colazione, è possibile consumare solo banane e acqua a temperatura ambiente. In seguito, è possibile mangiare ciò che si vuole per pranzo, cena e spuntini, a patto che non si mangi più nulla dopo le 8 di sera. Le uniche restrizioni: no a gelato, prodotti lattiero-caseari, alcolici o dessert dopo cena. L’unica bevanda concessa in occasione dei pasti è acqua a temperatura ambiente. E’ permesso consumare uno spuntino dolce a metà pomeriggio.

Uno degli aspetti più popolari di questo piano dimagrante è la carenza di enfasi posta sulla pratica di attività fisica. Infatti, a chi decide di seguire questa dieta viene consigliato di praticare esercizio fisico solo se il soggetto lo desidera e qualora decida di essere fisicamente attivo, il tipo di attività da praticare deve essere il meno stressante possibile.

dieta_delle_banane.jpg

Come funziona questa dieta?

Esistono diverse versioni della dieta della banana mattutina e ognuna di esse propone differenti spiegazioni su come le banane possano favorire la perdita di peso. Una teoria suggerisce che alcuni enzimi presenti nelle banane accelerino la digestione e l’eliminazione, causando una rapida perdita di peso. Tuttavia, il corpo umano possiede già tutti gli enzimi necessari alla digestione. Certo, gli alimenti che contengono fibre (e le banane ne contengono un po’) possono transitare attraverso il sistema digerente con maggiore rapidità e non essere assorbiti completamente, evitando così l’assunzione di calorie (poche a dire il vero). Ma la quantità di queste ultime non è sicuramente sufficientemente elevata da rivoluzionare l’industria del dimagrimento.

Un’altra teoria si focalizza sull’amido resistente, un tipo di fibra alimentare che si ritiene possa promuovere il senso di sazietà e aumentare la quantità di grassi bruciati. Gli amidi resistenti si trovano allo stato naturale negli alimenti che contengono carboidrati, come banane verdi, patate, cereali e legumi (ma solo se consumati freddi). Essi resistono alla digestione  che ha luogo nell’intestino tenue (dove avviene la maggior parte del processo digestivo) e vengono transitati verso l’intestino crasso.

Gli studi mostrano che le fibre indigeribili possono bloccare la conversione di alcuni carboidrati, ma nonostante questo, le banane contengono solo una piccola quantità di fibre e di amido resistente. Le banane, infatti, contengono 2-4 grammi di fibre. Ma un alimento per essere considerato una buona fonte di fibre ne dovrebbe contenere 3,5-4,9 grammi per porzione.

Le banane, così come la maggior parte della frutta, sono state per lungo tempo parte integrante di una dieta sana e dei piani di dimagrimento. Ma sebbene siano nutrienti, esse non hanno speciali proprietà dimagranti.

Considerazioni finali

Mangiare quello che si vuole a pranzo, cena e in occasione degli spuntini non è sicuramente il modo migliore per perdere peso. Per dimagrire, è necessario essere fisicamente attivi e controllare l’assunzione di calorie. E per preservare un buono stato di salute, è importante scegliere alimenti sani.

Non mangiare dopo le 8 di sera è un buon consiglio per coloro che tendono a “spizzicare” dopo cena. Ma attenzione: non vi è nulla di “miracoloso” nel non mangiare dopo le 8 di sera. Ciò che conta è la quantità totale di calorie assunta (indipendentemente dal momento della giornata) e la quantità di calorie bruciate.

Sebbene fare colazione dia una sferzata al metabolismo, non vi è nulla di magico nel consumare una banana come primo pasto del mattino. Mangiare una banana e bere acqua per la prima colazione è facile e rappresenta sicuramente una opzione ipocalorica. Le banane contengono dalle 72 alle 135 calorie e dai 10 ai 20 grammi di zuccheri, a seconda della loro dimensione. Ma sebbene le banane contengano un po’ di fibre, una colazione a base di soli carboidrati di solito porta all’insorgenza dell’indesiderato senso di fame nel giro di poche ore. E chi segue una dieta sa bene che la fame è un fattore che può portare all’insuccesso del programma.

Invece, perché non provare a frullare una banana con qualche cubetto di ghiaccio e una tazza di yogurt magro (150 calorie e 12 grammi di proteine) per una colazione deliziosa e nutriente.

Per favorire il senso di sazietà assumendo il minor numero di calorie, è bene focalizzarsi sul consumo di cibi sani ricchi di acqua e fibre, come legumi, zuppe, verdura e frutta. Per tenere a bada la fame, assicuratevi di includere proteine magre, come yogurt povero di grassi, carne magra, uova o frutta secca a guscio.

La verità è che le “diete del momento” che limitano drasticamente l’apporto calorico possono sì far perdere peso, ma è bene ricordare che una volta terminato questo tipo di diete si finisce quasi sempre col riprendere i chili persi. Gli esperti concordano nell’asserire che non esiste un alimento capace di bruciare i grassi. Se esistesse realmente, non ci ritroveremmo a dover fronteggiare l’attuale epidemia di obesità.

Potrà sembrare poco piacevole e allettante, ma per perdere peso è necessario bruciare più calorie di quelle che si assumono. Punto.

Referenze

  • Zelman K. (MPH, RD), direttrice di nutrizione per WebMD Weight Loss Clinic: “The Morning Banana Diet”

Condividi con: