Allucinazioni: cosa sono e perché si verificano?


Le allucinazioni sono percezioni o sensazioni che si verificano quando l’individuo è sveglio e, pur sembrando reali, sono in realtà create dal cervello. Esse possono essere visive, uditive, olfattive o gustative, piacevoli o spaventose e correlate a sensazioni, immagini, eventi passati oppure non correlate ad alcuna esperienza vissuta. Le allucinazioni comuni includono udire voci, vedere oggetti, luci o persone in realtà non presenti e la sensazione che qualcosa sfiori la pelle.

Link sponsorizzati

Le allucinazioni differiscono dalle manie/fissazioni, dai disturbi visivi e dai sogni. Le manie (ossessioni) sono relative a processi mentali (convinzioni o comportamento irragionevoli). I disturbi visivi (come “mosche volanti”, note anche come “floaters”, macchie e lampi di luce) possono essere causati da condizioni oculari. I sogni si verificano durante il sonno.

Le allucinazioni sono associate ad alcuni disturbi psichiatrici o a condizioni mediche. Le condizioni psichiatriche includono schizofrenia, disturbo schizoide e schizotipico di di personalità, depressione psicotica e disturbo bipolare. Le condizioni mediche a carico del sistema nervoso centrale che possono essere associate ad allucinazioni includono tumori cerebrali, delirio, demenza, epilessia e altri disturbi convulsivi, e ictus. E’ possibile sperimentarle anche in caso di febbre alta.

Alcuni individui fanno un uso smodato di determinati farmaci e sostanze, poiché questi possono causare allucinazioni. Altre sostanze, come l’alcol, possono provocare allucinazioni se assunte in grandi quantità. Le allucinazioni possono essere un effetto collaterale di alcuni farmaci e possono insorgere accompagnate da perdita della vista o dell’udito. Anche la privazione del sonno o una grave forma di stanchezza possono causare l’insorgere di allucinazioni.

Le allucinazioni possono essere sintomi di condizioni gravi e, in alcuni casi, pericolose per la vita dell’individuo. Si consiglia di chiamare il 118 o di recarsi presso il pronto soccorso più vicino qualora un individuo sperimenti allucinazioni che non possono essere distinguibili dalla realtà o accompagnate da una colorazione bluastra a carico di unghie o labbra, dolore toracico o senso di oppressione al torace, pelle calda, umida o secca, fredda, vomizione persistente, polso assente, debole o rapido, problemi respiratori (respirazione corta o rapida, fiato corto o assenza di respiro), stato confusionale o perdita di coscienza anche se di breve durata, attacco convulsivo, lesioni gravi, forte dolore addominale o comportamento irrazionale, pericoloso o autolesivo.

E’ inoltre consigliabile rivolgersi immediatamente al medico qualora si sia in cura per una condizione che provoca allucinazioni e i sintomi siano persistenti, interessati da aggravamento o motivo di preoccupazione.

allucinazioni

Sintomi

Le allucinazioni possono accompagnare altri sintomi che variano a seconda del disturbo, della condizione o della malattia sottostanti. Spesso, i sintomi che interessano il cervello possono coinvolgere anche altri sistemi corporei.

Le allucinazioni possono accompagnare altri sintomi cognitivi o psicologici, inclusi:

  • agitazione, ansia o irritabilità
  • stato confusionale, smemorataggine
  • manie, fissazioni, ossessioni
  • umore depresso o elevato
  • umore instabile
  • scarsa capacità di giudizio
  • disturbi del sonno
  • sindrome da astinenza o depressione

Le allucinazioni possono accompagnare sintomi relativi ad altri sistemi corporei, inclusi:

  • cambiamenti dell’appetito o del peso corporeo
  • ingrossamento di fegato e ghiandole, come milza e linfonodi
  • sintomi simil-influenzali (cefalea, stanchezza, tosse, febbre, dolori e mal di gola)
  • debolezza, cambiamenti sensoriali o incontinenza
  • contrazioni muscolari, spasmi o attacchi convulsivi
  • nausea (accompagnata o meno da vomizione)
  • difficoltà a deglutire

In alcuni casi, le allucinazioni possono essere un sintomo di una condizione estremamente grave che necessita di essere valutata in un contesto di emergenza. Si consiglia di chiamare il 118 o di recarsi presso il pronto soccorso più vicino in presenza di uno qualsiasi dei seguenti sintomi:

  • essere un pericolo per sé stessi o per gli altri (incluso comportamento irrazionale, pericoloso o autolesivo)
  • cambiamento dello stato di coscienza o di vigilanza
  • cambiamento dello stato mentale o cambiamento comportamentale improvviso, come stato confusionale, delirio, letargia e allucinazioni
  • dolore al torace, senso di oppressione toracica, palpitazioni
  • febbre alta (superiore a 38.3°C)
  • frequenza cardiaca rapida (tachicardia), frequenza cardiaca bassa (bradicardia) o ritmo cardiaco anomalo (aritmia)
  • problemi o difficoltà respiratorie, come fiato corto, difficoltà di respirazione, respiro affannoso, assenza di respiro, soffocamento
  • attacco convulsivo
  • vomito grave e persistente
  • dolore intenso
  • traumi, come lesioni oculari, ustioni, deformità ossee e altre lesioni

Cause

La causa specifica delle allucinazioni non è nota, ma possono essere associate ad alcune condizioni mediche o disturbi psichiatrici. Anche l’abuso di sostanze, gli effetti collaterali dei farmaci, la perdita sensoriale, la privazione del sonno e una grave forma di stanchezza possono essere associate alle allucinazioni.

Le allucinazioni possono essere causate da condizioni psichiatriche, tra cui:

  • disturbo bipolare
  • depressione psicotica
  • disturbo schizoide di personalità
  • schizofrenia
  • disturbo schizotipico di personalità

Le allucinazioni possono essere dovute ad altre cause, come ad esempio:

  • neoplasie cerebrali
  • delirio
  • demenza
  • effetti collaterali dei farmaci
  • disturbi convulsivi
  • stanchezza grave
  • abuso di sostanze

In alcuni casi, le allucinazioni possono essere un sintomo di una condizione grave che necessita di una valutazione medica immediata, tra cui:

  • delirio acuto
  • attacchi convulsivi
  • infezioni gravi
  • ictus

Potenziali complicazioni

In considerazione del fatto che le allucinazioni possono essere provocate da malattie gravi, un mancato trattamento può tradursi in gravi complicazioni e danni permanenti. Una volta diagnosticata la causa sottostante, è essenziale che il paziente segua scrupolosamente il piano terapeutico formulato dal medico, al fine di ridurre il rischio di potenziali complicazioni, tra cui:

  • danni cerebrali
  • coma
  • difficoltà sul lavoro, a scuola, sociali e relazionali
  • uso e abuso di sostanze o alcolici
  • aumento del rischio di lesioni
  • problemi finanziari o legali
  • comportamento violento o autolesivo

Referenze

  • Alzheimer’s Association: “Hallucinations”
  • MedlinePlus: “Hallucinations”

Condividi con: