Lupus e alimentazione: i cibi consigliati


Non esistono alimenti che causano il lupus o che possono curarlo. Tuttavia, una buona alimentazione è una parte importante del piano di cura generale atto a trattare la malattia.

Link sponsorizzati

In generale, chi soffre di lupus dovrebbe seguire una dieta ben equilibrata che includa molta frutta, verdura e cereali integrali. Essa dovrebbe inoltre comprendere quantità moderate di carni, pollame e pesce grasso.

In presenza di lupus, seguire un regime alimentare vario e salutare può contribuire a:

  • ridurre l’infiammazione e altri sintomi
  • mantenere ossa e muscoli forti
  • contrastare gli effetti collaterali dei farmaci
  • raggiungere o mantenere un peso salutare
  • ridurre il rischio di malattie cardiache

Nel corso dell’articolo offriremo tutte le informazioni necessarie in merito a lupus, dieta e nutrizione per ottenere gli importanti benefici di cui sopra.

Ridurre l’infiammazione e altri sintomi

Il lupus è una malattia infiammatoria. Quindi, esiste la possibilità (sebbene siano necessari ulteriori studi al riguardo) che gli alimenti in grado di contrastare l’infiammazione possano alleviare i sintomi associati al lupus. Al contrario, i cibi che acuiscono o, in qualche modo, alimentano il processo infiammatorio potrebbero aggravare i sintomi.

Gli alimenti con possibili proprietà antinfiammatorie includono frutta e verdura, ricchi di sostanze denominate antiossidanti. Inoltre, anche i cibi che contengono acidi grassi omega 3 (come pesce, frutta secca, semi di lino macinati e olio di oliva) possono contribuire a contrastare l’infiammazione.

I grassi saturi, invece, possono aumentare i livelli di colesterolo e contribuire all’infiammazione. Quindi, la loro assunzione dovrebbe essere limitata. Le fonti di grassi saturi includono cibi fritti, prodotti da forno commerciali, salse e zuppe cremose in scatola, carne rossa, grassi di origine animale, prodotti a base di carne lavorata e prodotti lattiero-caseari ricchi di grassi. Questi ultimi comprendono latte intero, formaggi, burro e gelato.

Un alimento da evitare sono i germogli alfalfa (erba medica). Le compresse di alfalfa sono state associate ad attacchi di lupus o a una sindrome simile al lupus caratterizzata da dolore muscolare, stanchezza, esiti anomali degli esami del sangue e problemi renali. Questi problemi possono essere dovuti a una reazione ad un amminoacido presente nei germogli e nei semi alfalfa. Questo amminoacido può attivare il sistema immunitario e aumentare il processo infiammatorio negli individui che soffrono di lupus. Anche l’aglio può stimolare il sistema immunitario.

lupus_alimentazione.jpg

Mantenere ossa e muscoli forti

Seguire un buon regime alimentare è importante per mantenere ossa e muscoli forti. Per chi soffre di lupus, la salute delle ossa rappresenta un particolare motivo di preoccupazione. Questo perché i farmaci utilizzati per trattare tale malattia possono aumentare il rischio di osteoporosi.

Consumare alimenti ricchi di calcio e di vitamina D è importante per la salute delle ossa. Al momento dell’acquisto, si consiglia di optare per prodotti lattiero-caseari poveri di grassi o privi di grassi. Buone scelte includono:

  • latte scremato
  • yogurt povero di grassi e a basso contenuto di sodio
  • formaggio povero di grassi

Qualora non fosse possibile bere latte, buone alternative includono:

  • latte privo di lattosio
  • latte di soia
  • latte di mandorla
  • succhi di frutta arricchiti con calcio e vitamina D

Le verdure di colore verde scuro sono un’altra fonte di calcio.

Qualora l’apporto di calcio assunto mediante alimentazione non dovesse essere sufficiente, il medico probabilmente raccomanderà l’assunzione di un integratore di calcio.

Contrastare gli effetti collaterali dei farmaci

Una dieta ricca di calcio e vitamina D può contribuire a contrastare gli effetti dannosi dei corticosteroidi a carico delle ossa.

L’alimentazione può anche essere di aiuto nel contrastare altri effetti collaterali dei farmaci. Per esempio, una dieta povera di sodio può contribuire a ridurre la ritenzione idrica e ad abbassare la pressione arteriosa, che può essere aumentata dall’impiego di corticosteroidi.

Un regime alimentare ricco di acido folico (presente nella verdura a foglia verde, nella frutta, nei cereali e nel pane fortificati o negli integratori di acido folico) è importante se si sta assumendo metotressato (Rheumatrex). Per la nausea causata dai farmaci, è consigliabile consumare piccoli pasti frequenti e alimenti facilmente digeribili. Si consiglia di evitare cibi grassi, piccanti e acidi.

Se l’assunzione di corticosteroidi o di farmaci antinfiammatori non steroidei (come ibuprofene o naprossene) dovessero causare mal di stomaco e irritazione, l’assunzione in occasione dei pasti può essere di aiuto.

Raggiungere o mantenere un peso salutare

Il lupus può essere associato a una perdita o a un aumento di peso non salutari. Quindi seguire un regime alimentare atto a raggiungere un peso salutare è importante.

La perdita di peso e la mancanza di appetito, comuni tra gli individui a cui è stato diagnosticato il lupus da poco tempo, possono essere dovute alla malattia stessa. Possono anche essere una conseguenza derivante dall’assunzione dei farmaci che causano mal di stomaco o ulcere a carico del cavo orale. L’aumento di peso può essere dovuto all’inattività o dai corticosteroidi impiegati per controllare la malattia.

Se la perdita o l’aumento di peso dovessero essere un problema, è importante consultare il medico. Egli sarà in grado di valutare il regime alimentare seguito dal paziente e di suggerire un programma atto a controllare il peso corporeo. Tale programma probabilmente includerà una dieta povera di grassi e la pratica di esercizio fisico. Un dietologo potrà formulare un piano alimentare personalizzato adatto alle esigenze specifiche e allo stile di vita del paziente.

Ridurre il rischio di malattie cardiache

Gli individui che soffrono di lupus presentano un rischio maggiore di malattie cardiache rispetto alla popolazione generale. Ciò rende una dieta salutare per il cuore una parte importante di un piano di cura atto a trattare il lupus.

Qualora il medico ritenga che il paziente presenti fattori di rischio (tra cui ipertensione o colesterolo alto), seguire una dieta povera di grassi e praticare attività fisica può essere di aiuto. Il medico può prescrivere una dieta povera di sodio in caso di ipertensione.

La ricerca dimostra che gli acidi grassi omega 3, presenti nel pesce e nell’olio di pesce, riducono il rischio di insorgenza di malattie cardiache. Essi possono anche proteggere contro frequenza cardiaca irregolare e contribuire ad abbassare la pressione arteriosa. Gli alimenti ricchi di acidi grassi omega 3 includono:

  • salmone
  • sardine
  • sgombro
  • aringa
  • triglia
  • tonno
  • halibut
  • trota di lago
  • trota iridea
  • semi di lino
  • noci
  • noci pecan
  • olio di noci e olio di semi di lino

Questi cibi dovrebbero essere parte integrante di un piano alimentare atto a preservare la salute del cuore.

Fonti

  • National Institute of Arthritis and Musculoskeletal and Skin Diseases: “Lupus: A Patient Care Guide for Nurses and Other Health Professionals”, terza edizione: Patient Information Sheet 9, Nutrition and Lupus
  • Lupus Foundation of America: “Diet and Nutrition”
  • Hospital for Special Surgery: “Nutrition and Lupus: Ways to Maintain a Healthy Diet”

Condividi con: