Intolleranza al freddo: cause, diagnosi e trattamento - Oldeconomy

Intolleranza al freddo: cause, diagnosi e trattamento




L'intolleranza al freddo consiste in una estrema sensibilità alle basse temperature. Essa è ben più di una semplice e normale sensazione di freddo, che di solito si sperimenta durante una giornata fredda quando si è all'aperto.

Alcuni individui sono inclini a percepire il freddo, specie coloro che presentano problemi di salute cronici o quantità esigue di grasso corporeo. In caso di intolleranza al freddo, è possibile che l'individuo lamenti di sentire freddo quando gli altri, intorno a lui, non lamentano alcun disagio o addirittura riferiscono di avere molto caldo.

Si consiglia di consultare il medico qualora non vi siano stati in passato episodi di intolleranza al freddo e nell'eventualità in cui la sensazione di freddo sia persistente. Il trattamento dipenderà dalla diagnosi.

 

intolleranza_al_freddo.jpg

Cause

L'intolleranza al freddo potrebbe essere dovuta alla carenza di grasso corporeo, ad una malattia cronica o ad uno scarso stato di salute in generale. Potrebbe anche essere un sintomo di una varietà di condizioni, tra cui:

  • anemia (una carenza di globuli rossi sani)
  • anoressia (un disturbo alimentare che porta alla perdita di grasso corporeo)
  • ipotiroidismo (la tiroide non produce una quantità sufficiente di ormoni tiroidei)
  • problemi vascolari, tra cui la sindrome di Raynaud
  • disturbi dell'ipotalamo (un'area del cervello deputata alla produzione di ormoni che controllano la temperatura corporea)
  • fibromialgia (una condizione che causa dolore corporeo e disagio)

Diagnosi

Se l'intolleranza al freddo è un nuovo sintomo (ovvero mai sperimentato in precedenza) che tende a non migliorare, si consiglia di fissare un appuntamento con il medico per un  esame completo. Il medico analizzerà l'anamnesi del paziente e porrà alcune domande, tra cui:

  • In passato, le sono state diagnosticate condizioni di salute particolari?
  • Sta assumendo farmaci da banco o soggetti a prescrizione oppure integratori?
  • Quando ha avuto inizio l'intolleranza al freddo che sta sperimentando?
  • I sintomi che accusa, tendono a peggiorare?
  • Le è capitato di lamentarsi di sentire freddo, mentre gli altri intorno a Lei no?
  • Accusa altri sintomi?
  • Sta seguendo un regime alimentare equilibrato e pratica attività fisica regolarmente?

A seconda dell'esito dell'esame fisico, il medico può richiedere esami aggiuntivi, tra cui esami del sangue ed esami per misurare il livello ormonale, al fine di determinare la presenza o meno di malattie sottostanti.

Trattamento

L'intolleranza al freddo non è una malattia, bensì un sintomo di una condizione sottostante. Il trattamento dipenderà interamente dalla diagnosi formulata dal medico.

Anemia

Nel caso in cui il paziente risulti essere anemico, il trattamento sarà basato sulla causa che ha portato all'insorgenza di anemia. Questo può includere l'assunzione di integratori di ferro.

Anoressia

Trattare l'anoressia è un processo a lungo termine. E' possibile l'impiego di farmaci per trattare sintomi specifici. In genere, sono necessari il supporto di un team medico completo, incluse figure professionali esperte nell'ambito dell'alimentazione e di uno stile di vita salutare. Sono inoltre raccomandati consulenza psicologica e la partecipazione a gruppi di sostegno.

Ipotiroidismo

L'ipotiroidismo viene trattato mediante ormoni sintetici orali che vengono assunti dal paziente su base giornaliera. Il trattamento di solito dura tutta la vita, ma i dosaggi possono essere modificati periodicamente.

Problemi vascolari

I problemi vascolari possono essere trattati in molteplici modi, a seconda della causa. E' possibile il ricorso a farmaci e intervento chirurgico.

Disturbi dell'ipotalamo

I disturbi dell'ipotalamo vengono trattati in base alla causa specifica. Il trattamento include intervento chirurgico o radioterapia in caso di tumori, terapia ormonale sostitutiva oppure procedure atte ad arrestare emorragie o infezioni.

Fibromialgia

Il trattamento in caso di fibromialgia è generalmente orientato all'alleviamento dei sintomi. Le opzioni includono farmaci per il dolore, terapia fisica e terapia cognitivo-comportamentale. Si raccomanda la partecipazione a gruppi di sostegno.

 

 

Referenze

  • American Academy of Family Physicians: "Anemia"
  • National Institutes of Health: "Anorexia nervosa", "Hypothalamic dysfunction"
  • PubMed Health: "Cold intolerance", "Fibromyalgia"
  • Mayo Clinic: "Hypothyroidism", "Raynaud's disease"




Link sponsorizzati