Corpo estraneo nell’orecchio: sintomi, cause e rimedi


La presenza di un corpo estraneo nell’orecchio è un problema relativamente comune, specie nei bambini. La maggior parte dei corpi estranei si blocca all’interno del condotto uditivo, ovvero il piccolo condotto che termina con il timpano. Poiché tale condotto è piuttosto sensibile, di solito è possibile percepire la presenza di un corpo estraneo nell’orecchio.

Link sponsorizzati

Nella maggior parte dei casi, questi episodi non sono gravi ed è possibile attendere il mattino o il giorno successivo per procedere alla rimozione del corpo estraneo. L’oggetto, tuttavia, dovrà essere rimosso completamente con rapidità e con il minor disagio e pericolo possibili.

  • Comunemente, gli oggetti che finiscono nelle orecchie includono materiale alimentare, perline, giocattoli e insetti. I bambini spesso collocano gli oggetti nelle orecchie per mera curiosità.
  • Sebbene il cerume non sia tecnicamente un corpo estraneo, spesso si accumula nel condotto uditivo e può causare disagio o diminuzione dell’udito, proprio come avviene nel caso di altri corpi estranei.

Cause

  • La maggior parte degli oggetti che finisce nelle orecchie, viene inserita volontariamente, di solito dai bambini, per una varietà infinita di motivi. In questi casi, si sconsiglia di rivolgersi al bambino in modo brusco chiedendo spiegazioni al riguardo, poiché il piccolo potrebbe negare di aver inserito qualcosa nell’orecchio per evitare una eventuale punizione. Questo potrebbe inoltre tradursi in un ritardo della scoperta del corpo estraneo e in un aumento del rischio di insorgenza di complicazioni.
  • Gli insetti sono noti per insinuarsi nell’orecchio, solitamente durante il sonno dell’individuo. Dormire sul pavimento o all’aperto aumenta le probabilità di sperimentare questa spiacevole esperienza.

Sintomi

Fortunatamente, la maggior parte degli individui è in grado di percepire la presenza di qualcosa di estraneo nell’orecchio. Il condotto uditivo, in cui si blocca la maggioranza dei corpi estranei, è molto sensibile. Esso termina con il timpano, anch’esso particolarmente sensibile. I sintomi sperimentati in questi casi dipendono dalla dimensione, dalla forma e dalla sostanza coinvolta.

  • Occasionalmente, un corpo estraneo nell’orecchio può passare inosservato. Questo può causare l’insorgenza di una infezione auricolare. In tale situazione, è possibile notare un continuo drenaggio dall’orecchio.
  • Il dolore è il sintomo più comune. Se l’oggetto arriva ad ostruire gran parte del condotto uditivo, è possibile sperimentare una diminuzione dell’udito che interesserà il lato colpito.
  • Inoltre, l’irritazione a carico del condotto uditivo può causare nausea e, di conseguenza, vomito.
  • Anche la presenza di sanguinamento è comune, specie se l’oggetto è appuntito o qualora si tenti di rimuoverlo inserendo qualcos’altro nell’orecchio.
  • Una delle esperienze più sgradevoli correlata a questo problema, è quella di avere un insetto vivo nell’orecchio. Il movimento dell’insetto può causare un ronzio piuttosto spiacevole. Fortunatamente, l’impiego di olio minerale nell’orecchio interessato di solito uccide l’insetto. Questa procedura è sicura solo in assenza di perforazione a carico del timpano.

corpo estraneo orecchio

Quando rivolgersi al medico

Nella maggior parte dei casi, è necessario chiamare prontamente il medico. In assenza di sintomi o qualora lo studio del medico dovesse essere chiuso, la valutazione del problema potrà anche essere effettuata il mattino seguente.

Il medico potrà decidere di visitare il paziente nel suo studio oppure di indirizzarlo ad un dipartimento di emergenza locale o ad altri specialisti. E’ bene non aspettarsi che il medico sia in grado di valutare la situazione in modo adeguato parlandone esclusivamente al telefono. Qualora la presenza di un corpo estraneo nell’orecchio rappresenti un motivo di preoccupazione, è opportuno che il paziente venga esaminato fisicamente da una figura professionale qualificata.

  • La presenza di dolore persistente, sanguinamento o suppurazione potrebbe significare che i passaggi auricolari non sono stati puliti completamente, che parte dell’oggetto potrebbe essere rimasta all’interno dell’orecchio o lo sviluppo di una infezione a carico del condotto uditivo. Queste infezioni, in genere, rispondono bene a gocce antibiotiche, ma un esame e la prescrizione medica sono comunque necessari.
  • Un corpo estraneo nell’orecchio può anche danneggiare il timpano. Ciò può influire o meno sull’udito. Poiché non è possibile vedere il timpano dall’esterno, si raccomanda un esame dell’orecchio.

Nella maggior parte dei casi, la presenza di un corpo estraneo nell’orecchio non rappresenta un pericolo per la vita del paziente. Di solito, quest’ultimo avrà il tempo necessario per chiamare il medico curante. L’urgenza della situazione dipende primariamente dalla sede dell’oggetto e dalla sostanza coinvolta.

  • Le batterie a bottone, che si trovano comunemente nei piccoli dispositivi e nei giocattoli, possono decomporsi a sufficienza nel corpo da consentire il rilascio di sostanze chimiche e causare una ustione. E’ consigliabile una rimozione urgente.
  • Si raccomanda una rimozione urgente anche in caso di materiale alimentare o vegetale (come i fagioli), poiché tendono a gonfiarsi in presenza di ambiente umido.
  • Una rimozione urgente è indicata nel caso in cui l’oggetto sia fonte di estremo dolore o disagio.

Cosa fare a casa

La ragione primaria per cui si dovrebbe evitare di inserire qualcosa nell’orecchio è che ciò spesso si traduce nello spingere l’oggetto più in profondità all’interno del condotto uditivo. Questo, non solo può danneggiare il timpano, ma anche rendere la rimozione finale del corpo estraneo più difficoltosa, specie in caso di cerume.

  • Il cerume di solito ha la medesima consistenza del dentifricio. Quando si utilizza un cotton fioc od oggetti similari per rimuoverlo, la maggior parte del cerume si accumula in profondità all’interno del condotto uditivo, ove spesso si indurisce rendendone più difficile la rimozione.
  • La forma del condotto uditivo viene leggermente modificata spingendo all’indietro la pinna dell’orecchio (la parte circolare dell’orecchio sita sul lato della testa). Posizionando l’orecchio interessato verso il basso e scuotendo delicatamente il padiglione auricolare, è possibile spostare l’oggetto a sufficienza da favorirne la fuoriuscita.
  • Se un oggetto si blocca all’interno dell’orecchio e la tecnica del punto precedente non dovesse risultare efficace, la cosa migliore da fare è quella di provvedere alla rimozione recandosi dal medico, che potrà visualizzare l’oggetto mediante l’ausilio di una illuminazione e di strumenti appropriati.
  • Avere un insetto vivo nell’orecchio può essere estremamente spiacevole. Le persone sono spesso disperate perché vorrebbero interromperne il movimento. In assenza accertata di perforazione a carico del timpano, di solito è sicuro inserire nell’orecchio alcune gocce di olio minerale. Queste uccideranno l’insetto e consentiranno all’individuo di recarsi presso lo studio del medico per ulteriori cure in tutta calma e tranquillità.
  • In presenza di un corpo estraneo nell’orecchio (anche nel caso in cui la persona interessata sia un bambino) e qualora si riveli necessaria una visita medica, è consigliabile, se possibile, evitare di mangiare o bere durante le 8 ore antecedenti la valutazione medica. Alcuni oggetti richiedono l’impiego di sedazione per una rimozione sicura. La sedazione risulta molto più sicura se non si sono ingeriti alimenti o bevande durante le 8-12 ore antecedenti la procedura.

Trattamento medico

Il trattamento dipenderà in gran parte dalla sede e dall’oggetto od oggetti coinvolti.

  • Le tecniche impiegate comunemente includono l’esecuzione di una delicata aspirazione dell’oggetto, piccole pinze chirurgiche o strumenti provvisti di un gancio nella parte terminale.
  • Se il corpo estraneo è metallico, è possibile magnetizzarlo mediante l’impiego di un lungo strumento che favorirà la delicata estrazione dell’oggetto dall’orecchio.
  • Un’altra tecnica comune prevede l’impiego della irrigazione auricolare. Se il timpano appare intatto, potrà essere spruzzata con delicatezza acqua calda oltre l’oggetto, mediante l’ausilio di un piccolo catetere. L’acqua circolerà intorno alla parte terminale del condotto uditivo e spesso contribuirà alla fuoriuscita dell’oggetto.
  • Qualsiasi professionista esperto vi dirà che i bambini in genere sono riluttanti verso queste tecniche. L’agitazione del piccolo ridurrà le probabilità di successo e aumenterà le possibilità di insorgenza di complicazioni. La sedazione del bimbo, se necessario, può essere presa in considerazione come opzione per consentire una rimozione tranquilla e confortevole dell’oggetto.

Prevenzione

La curiosità e l’esplorazione del proprio corpo sono una fase naturale dello sviluppo. Insegnare al bambino che non è bene inserire qualcosa nell’orecchio, può prevenire alcuni di questi inconvenienti. Se si sospetta che il piccolo abbia inserito qualcosa nell’orecchio, è importante affrontare queste situazioni in modo non giudicante, affinché gli oggetti possano essere identificati e rimossi in modo sicuro prima dell’eventuale insorgenza di complicazioni.

Referenze

  • eMedicineHealth: “Foreign Body, Ear”

Condividi con: