Raffreddore: come prevenirlo in modo naturale


Non esistono cure conosciute per il raffreddore e l’influenza, quindi la prevenzione ricopre un ruolo molto importante. Un approccio attivo atto a prevenire l’insorgenza di raffreddore e influenza favorisce comunque un buono stato di salute generale. Il modo più efficace per evitare l’influenza è il vaccino antinfluenzale, ma esistono anche altre strategie da adottare. Nel corso dell’articolo offriremo 8 suggerimenti che possono contribuire a scongiurare in modo naturale l’insorgenza di raffreddore e influenza.

Link sponsorizzati

1. Lavarsi le mani

La maggior parte dei virus del raffreddore e dell’influenza si diffondono mediante contatto diretto. Per esempio, quando un individuo, a causa dell’influenza, starnutisce sulla mano per poi toccare il telefono, la tastiera o un bicchiere, trasferirà i germi su queste superfici. Poiché i germi possono sopravvivere per ore, ne consegue che la prossima persona che toccherrà i suddetti oggetti contrarrà i germi su di essi presenti. Per questo motivo, è consigliabile lavarsi spesso le mani. Qualora non fosse possibile usufruire di un lavandino, è possibile optare per una soluzione a base di alcool disinfettante da strofinare sulle mani.

2. Non starnutire o tossire coprendo naso e bocca con le mani

Poiché i germi e i virus tendono ad attecchire alle mani, “coprire” starnuti e colpi di tosse con le mani comporterà la trasmissione dei germi ad altri individui. Nel momento in cui si percepisce l’arrivo di uno starnuto o di un colpo tosse, è bene utilizzare un fazzoletto monouso (i classici fazzolettini di carta, per intenderci) che dovrà essere gettato subito dopo. Qualora non fosse possibile utilizzare un fazzoletto, si consiglia di starnutire o tossire nella parte interna del gomito.

3. Evitare di toccarsi il viso

I virus del raffreddore e dell’influenza entrano nell’organismo attraverso occhi, naso o bocca. Toccarsi il viso rappresenta per i bambini il modo principale con cui contrarre il raffreddore e passarlo ai genitori.

raffreddore_prevenzione.jpg

4. Praticare attività fisica aerobica regolarmente

L’esercizio aerobico contribuisce a far pompare al cuore maggiori quantità di sangue e a velocizzare la respirazione che, a sua volta, favorirà il trasferimento dell’ossigeno dai polmoni al sangue. Inoltre, l’esercizio aerobico favorisce la sudorazione, nel momento in cui la temperatura corporea aumenta a seguito dell’attività svolta. Questa tipologia di esercizi incrementa il numero delle cellule naturali del corpo preposte all’eliminazione dei virus.

5. Consumare alimenti contenenti fitochimici

Le sostanze chimiche naturali presenti nei vegetali conferiscono alle vitamine presenti negli alimenti una “spinta” in più. Quindi, meglio optare per frutta e verdura di colore verde scuro, rosso e giallo e accantonare le vitamine sotto forma di pillola.

6. Non fumare

Le statistiche mostrano che i fumatori accaniti contraggono raffreddori più gravi e più frequenti.

Anche il fumo passivo interferisce profondamente con la corretta attività del sistema immunitario. Il fumo secca le vie nasali e paralizza le ciglia presenti nel naso. Queste ultime sono peli delicati che rivestono le membrane mucose di naso e polmoni e, grazie al loro movimento ondulato, favoriscono l’eliminazione dei virus di raffreddore e influenza dai passaggi nasali. Gli esperti sostengono che una sola sigaretta può paralizzare le ciglia per un lasso di tempo che varia dai 30 ai 40 minuti.

7. Ridurre il consumo di alcolici

Il consumo smodato di alcolici inibisce il sistema immunitario in molteplici modi. Chi consuma elevate quantità di alcolici è maggiormente soggetto alle infezioni iniziali e alle conseguenti complicazioni secondarie. L’alcol, inoltre, disidrata il corpo. Ciò comporta una maggiore perdita corporea di fluidi rispetto alla quantità di liquidi introdotta.

8. Rilassarsi

Imparare a rilassarsi può contribuire a “risvegliare” il sistema immunitario. E’ stato provato che mettere in pratica tecniche di rilassamento, aumenta la quantità di interleuchine nel flusso sanguigno (leader nella risposta del sistema immunitario contro i virus del raffreddore e dell’influenza). Allenatevi a figurare nella vostra mente un’immagine piacevole o calmante. Eseguite questa procedura per 30 minuti al giorno per alcuni mesi. Ricordate che il rilassamento è una abilità che si impara con pazienza e costanza. Le persone che provano a rilassarsi, ma che in realtà sono annoiate, non mostreranno alcun cambiamento nelle sostanze chimiche presenti nel sangue.

Referenze

  • American Lung Association: “Guida per prevenire e trattare influenza e raffreddore comune”
  • Family Doctor: “Infezioni: il raffreddore comune”
  • MedlinePlus: “Raffreddore comune”, “Influenza”, “Attività fisica e sistema immunitario”
  • CDC: “Prevenire l’influenza stagionale”

Condividi con: