Muco nelle feci: possibili cause e sintomi - Oldeconomy

Muco nelle feci: possibili cause e sintomi




Il muco è una sostanza liscia e densa che viene secreta in varie regioni corporee, ivi incluso il rivestimento dell'apparato digerente. Il muco lubrifica le superfici e favorisce il passaggio di materiali. E' normale che le feci presentino una lieve quantità di muco. Tuttavia, quantità significative di muco accompagnate da diarrea, dolore o sangue possono indicare la presenza di una condizione intestinale, come una infezione o una infiammazione. Un aumento della quantità di muco nelle feci può verificarsi anche in caso di tumore del colon o del retto oppure di ostruzione intestinale.

Le condizioni infiammatorie che interessano l'intestino, come la colite ulcerosa e il morbo di Crohn, possono causare gonfiore e crampi addominali. Queste condizioni possono essere caratterizzate da diarrea, sebbene non sia da escludere anche l'eventuale insorgenza di stitichezza. Inoltre, l'eventuale presenza di sangue nelle feci può essere dovuta al danno occorso al rivestimento intestinale.

La sindrome dell'intestino irritabile può manifestarsi con sintomi simili. Tuttavia, non essendo una condizione infiammatoria e in considerazione del fatto che il rivestimento intestinale rimane intatto, è raro che tale condizione sia caratterizzata dalla presenza di sangue nelle feci. Se associato ad una infezione gastrointestinale, il muco fecale spesso accompagna diarrea e crampi addominali. E' possibile anche la presenza di sangue nelle feci e febbre.

Anche alcune condizioni che interessano l'ano e il retto, come le ragadi anali, le fistole anali e le ulcere rettali, possono causare la comparsa di muco nelle feci. In questi casi, le feci possono apparire normali o essere sanguinolente. Il dolore sperimentato durante l'evacuazione può diventare talmente significativo da indurre il paziente ad evitare i movimenti intestinali. Ciò può comportare l'insorgenza di costipazione e possibili fecalomi.

Una maggiore quantità di muco nelle feci o la presenza di muco accompagnata da altri sintomi, possono essere indice di un grave problema medico. Si consiglia di chiamare il 118 o di recarsi presso il pronto soccorso più vicino in caso di febbre alta o feci sanguinolente e nell'eventualità in cui il soggetto sviluppi sintomi di disidratazione (come minzione ridotta, incremento della sete, urine scure, stanchezza e stordimento).

Qualora la presenza di muco nelle feci dovesse essere persistente, specie se accompagnata da altri cambiamenti a carico dei movimenti intestinali o febbre, o dovesse aggravarsi o essere motivo di preoccupazione, si consiglia di ricercare cure mediche immediate.

 

muco_nelle_feci.jpg

Sintomi

Il muco nelle feci può accompagnare altri sintomi, che variano a seconda del disturbo, della malattia o della condizione sottostanti. I sintomi che di frequente interessano l'apparato digerente possono coinvolgere anche altri sistemi corporei.

Il muco può accompagnare altri sintomi che coinvolgono l'apparato digerente, inclusi:

  • gonfiore addominale o distensione addominale
  • feci anormalmente maleodoranti
  • feci sanguinolente (il sangue può essere rosso, nero o di consistenza catramosa)
  • cambiamenti nel colore o nella consistenza delle feci
  • incontinenza fecale (inabilità di controllare la defecazione)
  • formazione di gas intestinale
  • nausea accompagnata o meno da vomito
  • movimenti intestinali dolorosi
  • bisogno urgente di defecare

Il muco può accompagnare sintomi relativi ad altri sistemi del corpo, inclusi:

  • dolori corporei
  • febbre
  • sensazione generale di malessere
  • orticaria

In alcuni casi, il muco può essere un sintomo di una condizione estremamente grave per la quale è necessaria una valutazione medica immediata. Chiamare il 118 o recarsi presso il pronto soccorso più vicino in presenza di uno qualsiasi dei seguenti sintomi gravi:

  • feci sanguinolente (il sangue può essere di colore rosso, nero o di consistenza catramosa)
  • cambiamento del livello di coscienza o di vigilanza
  • cambiamento dello stato mentale o improvviso cambiamento comportamentale, come stato confusionale, delirio, letargia e allucinazioni
  • febbre alta (superiore a 38.3°C)
  • minzione assente 
  • presenza di pus nelle feci
  • tachicardia (rapida frequenza cardiaca)
  • rigidità addominale
  • forte dolore addominale, rettale o anale
  • vomito con presenza di sangue o sanguinamento rettale

Cause

Normalmente, l'apparato digerente produce muco per favorire la digestione degli alimenti e l'eliminazione delle scorie. La presenza di quantità anormali di muco nelle feci può essere causata da molteplici condizioni.

Il muco nelle feci può essere causato da condizioni che interessano l'apparato digerente, tra cui:

  • ragadi (piccole ulcerazioni della cute o delle mucose, che si presentano come screpolature sottili ma profonde) o fistole anali
  • infezione gastrointestinale batterica (come una intossicazione alimentare da salmonella, infezione da Campylobacter o diarrea del viaggiatore)
  • cancro dell'apparato digerente
  • celiachia 
  • diverticolite (infiammazione di un diverticolo)
  • allergie alimentari 
  • infezioni da parassiti come una infezione da Giardia
  • ulcere rettali
  • gastroenterite virale (infezione virale dell'apparato digerente, nota anche come influenza intestinale o influenza dello stomaco)

In alcuni, il muco nelle feci può essere un sintomo di una condizione grave o estremamente grave che necessita di una immediata valutazione medica, tra cui:

  • ostruzione intestinale
  • volvolo del colon (torsione del colon)
  • intussuscezione

Potenziali complicazioni

La presenza di muco nelle feci può essere dovuta anche a malattie gravi. Pertanto, un mancato trattamento può comportare l'insorgenza di gravi complicazioni e danni permanenti. Una volta diagnosticata la causa sottostante, è importante che il paziente segua il piano di cura formulato dal medico al fine di ridurre il rischio di potenziali complicazioni, quali:

  • anemia (bassa conta dei globuli rossi)
  • ostruzione, perforazione o infarto intestinale (grave lesione a carico di una zona intestinale dovuta al ridotto afflusso di sangue)
  • diffusione del cancro
  • diffusione dell'infezione
  • intervento chirurgico per rimuovere porzioni dell'apparato digerente a causa dell'insorgenza di ostruzione, lacerazione, grave infezione o condizione maligna

 

Referenze

  • MedlinePlus: "Diarrhea"
  • National Digestive Diseases Information Clearinghouse (NDDIC): "What I need to know about irritable bowel syndrome"




Link sponsorizzati