Gonfiore oculare (occhi gonfi): sintomi e cause


Il gonfiore che interessa la zona circostante gli occhi è un sintomo comune di allergia, infezione, infiammazione o persino irritazione fisica. Il termine medico per definire tale gonfiore è edema periorbitale. Il gonfiore oculare insorge a seguito dell’eccesso di liquidi (edema) presenti nei tessuti molli che circondano gli occhi. Può verificarsi nell’ambito di condizioni che interessano la sola regione oculare oppure in associazione con condizioni più generalizzate, come raffreddore comune o da fieno. E’ possibile che il gonfiore interessi anche i bulbi oculari, ma i casi sono rari.

Link sponsorizzati

L’infiammazione della congiuntiva (congiuntivite) e l’infiammazione delle palpebre (blefarite) sono cause comuni di gonfiore oculare. Altre cause comuni includono pianto, carenza di sonno o eccessivo sfregamento degli occhi. Anche le lenti a contatto possono comportare l’insorgenza di gonfiore oculare. A seconda della causa, il gonfiore può interessare uno o ambedue gli occhi e può essere accompagnato da arrossamento, dolore, prurito, eccessiva lacrimazione o altri tipi di secrezione oculare.

Le reazioni allergiche possono causare l’insorgenza di gonfiore a carico di ambedue gli occhi e, talvolta, dell’intero viso, specie nei casi più gravi (come nell’eventualità di una reazione anafilattica). In rari casi, il gonfiore oculare è un sintomo di infezioni gravi a carico dei tessuti molli situati nella regione circostante o retrostante l’occhio, come in caso di cellulite orbitale. La condizione tiroidea nota come malattia di Graves può essere accompagnata da gonfiore congiuntivale e da protrusione del globo oculare fuori dall’orbita (proptosi o esoftalmo). Lesioni o traumi a carico degli occhi, inclusi abrasioni corneali, frattura dell’osso orbitale e presenza di corpi estranei negli occhi, sono tutte condizioni che possono causare gonfiore oculare.

Il gonfiore oculare può essere un segno di una condizione grave. Qualora il gonfiore dovesse essere persistente o motivo di preoccupazione, si consiglia di consultare immediatamente il medico. Nel caso in cui il gonfiore dovesse essere accompagnato da gonfiore facciale, difficoltà respiratoria o febbre oppure qualora il gonfiore insorgesse a seguito di una lesione o un trauma alla testa, si consiglia di chiamare il 118 o recarsi al pronto soccorso più vicino. Altri sintomi che necessitano di cure mediche immediate includono gonfiore nella regione circostante l’occhio accompagnato da febbre, brividi, pus o arrossamento intorno all’occhio. Questi sono i sintomi che caratterizzano la cellulite orbitale che, se non trattata, può comportare una rapida insorgenza di gravi complicazioni, tra cui meningite o infezione del sangue.

Sintomi

Il gonfiore oculare può essere accompagnato da altri sintomi che dipendono dalla condizione, dalla malattia o dal disturbo sottostanti. I sintomi che di frequente colpiscono gli occhi possono interessare anche altri sistemi del corpo.

Il gonfiore oculare può accompagnare altri sintomi che interessano la regione oculare, inclusi:

  • contusione
  • lacrimazione eccessiva
  • ciglia o palpebre “incollate” (appiccicate) al risveglio
  • incapacità di tollerare una fonte di luce brillante
  • prurito
  • formazione di noduli nella palpebra o nella cute
  • dolore o sensibilità al dolore
  • pus o suppurazione
  • arrossamento
  • cambiamenti a carico della vista, come visione offuscata, miodesopsie (“mosche volanti”, corpi mobili vitreali o floaters) o perdita della vista

Il gonfiore oculare può accompagnare sintomi correlati ad altri sistemi del corpo, inclusi:

  • ingrossamento dei linfonodi
  • sintomi simil-influenzali (stanchezza, febbre, mal di gola, cefalea, tosse e dolori)
  • pressione arteriosa alta
  • eruzione cutanea od orticaria
  • starnuti e gocciolamento nasale
  • gonfiore a carico di viso, collo o gola
  • sintomi relativi alla malattia di Graves (ansia, irritabilità, intolleranza al caldo, perdita di peso inspiegabile, problemi di concentrazione e gozzo)

gonfiore oculare

In alcuni casi, il gonfiore oculare può manifestarsi in concomitanza con altri sintomi che potrebbero essere indicatori di una condizione grave o estremamente grave per la quale è necessaria una valutazione medica immediata. Si consiglia di chiamare il 118 o di recarsi al pronto soccorso più vicino in presenza di uno qualsiasi dei seguenti sintomi:

  • cambiamento del livello di coscienza o di vigilanza
  • cambiamento dello stato mentale o improvviso cambiamento comportamentale, come stato confusionale, delirio, letargia e allucinazioni
  • gonfiore della palpebra a seguito di un trauma cranico
  • gonfiore generale (edema)
  • febbre alta (superiore a 38.3°C)
  • prurito alla gola o alla bocca
  • protrusione del globo oculare fuori dall’orbita (proptosi o esoftalmo) accompagnata da arrossamento, febbre e dolore
  • problemi respiratori, come fiato corto, difficoltà di respirazione, respiro affannoso, respiro sibilante, dispnea o soffocamento
  • forte cefalea
  • cambiamento improvviso a carico della vista, perdita della vista o dolore oculare
  • gonfiore improvviso a carico di viso, labbra o lingua

Cause

Il gonfiore oculare insorge a seguito della presenza eccessiva di liquidi nei tessuti molli che circondano l’occhio. Le reazioni allergiche sono una causa comune di gonfiore a carico degli occhi. Queste reazioni possono essere causate da pollini, pelo animale, alimenti o farmaci.

Altre cause comuni di gonfiore oculare sono le infezioni che comportano l’infiammazione delle palpebre o della congiuntiva dell’occhio. Le infezioni possono interessare uno o ambedue gli occhi e possono essere causate da virus o batteri. La condizione che spesso viene identificata come “occhio rosa” (pink eye) è una forma contagiosa di congiuntivite causata da una infezione virale. Le cisti e le infezioni delle piccole ghiandole che circondano l’occhio e le ciglia possono causare la formazione di protuberanze localizzate o gonfiore a carico della regione oculare. Il gonfiore può insorgere anche a seguito di lesioni a carico delle ossa o dei tessuti circostanti o interni degli occhi.

Le reazioni allergiche rappresentano una causa comune di gonfiore oculare, tra cui:

  • allergia ai farmaci (per esempio alla penicillina o alla codeina)
  • allergie alimentari

Le cisti, le infezioni o le irritazioni possono causare l’insorgenza di un processo infiammatorio a carico di diverse strutture oculari. Molte di queste condizioni comportano gonfiore oculare, tra cui:

  • infezione batterica
  • blefarite (infiammazione del margine palpebrale)
  • calazio (infiammazione di una ghiandola sebacea ostruita situata nel margine palpebrale)
  • congiuntivite (infiammazione della della congiuntiva, ovvero la mucosa che ricopre e congiunge la parte anteriore del globo oculare e la parte interna posteriore delle palpebre)
  • abrasione o ulcera corneale
  • cellulite periorbitale (infezione palpebrale o di altri tessuti molli circostanti gli occhi)
  • sinusite (infiammazione o infezione a carico dei seni paranasali)
  • infezione virale

Il gonfiore oculare può insorgere anche a seguito di un trauma occorso a qualsiasi parte dell’occhio o alla cavità oculare (orbita), tra cui:

  • trauma contusivo
  • abrasione o ulcera corneale
  • presenza di corpi estranei negli occhi, come sporcizia o sapone
  • lesioni alla testa
  • ematoma (raccolta di sangue nella compagine dei tessuti causata da emorragia interna)
  • puntura di un insetto
  • frattura ossea orbitale (frattura dell’osso che circonda l’occhio)

In alcuni casi, il gonfiore facciale e oculare possono essere un sintomo di una condizione grave o estremamente grave che necessita di essere valutata nell’immediato da una figura medica professionale, tra cui:

  • anafilassi (reazione allergica potenzialmente letale)
  • cellulite orbitale (infezione invasiva a carico dei tessuti molli circostanti l’occhio)
  • frattura cranica

Potenziali complicazioni

Alcune infezioni e condizioni infiammatorie oculari, se non adeguatamente trattate, possono comportare l’insorgenza di gravi complicazioni, quali:

  • cellulite (infezione della cute e dei tessuti sottostanti)
  • encefalite (processi infiammatori dell’encefalo, la parte del sistema nervoso centrale racchiusa nel cranio, costituita da cervello, cervelletto e midollo allungato)
  • meningite (processo infiammatorio che colpisce le meningi, le tre membrane che avvolgono l’encefalo e il midollo spinale)
  • disturbi visivi
  • perdita della vista

Referenze

  • BetterMedicine: “Eye Swelling”

Condividi con: