Bocca amara: quali sono le cause del sapore amaro in bocca?


La presenza di un sapore amaro in bocca, non causata da una sostanza amara, è dovuta principalmente ad una alterazione o anomalia delle facoltà gustative. Quando tale sensazione è persistente e caratterizzata da un sapore amaro, metallico o comunque cattivo, viene denominata disgeusia.

Link sponsorizzati

Una carenza o una alterazione delle facoltà gustative spesso insorgono nel momento in cui qualcosa interferisce con il normale processo gustativo. Il senso del gusto e i sapori che percepiamo sono il risultato di una combinazione che vede coinvolti il senso dell’olfatto e i neuroni sensoriali presenti nelle papille gustative, che comunicano al cervello quali sostanze gustiamo. Le papille gustative sono in grado di identificare i gusti dolce, salato, aspro e amaro. Alcune persone sono più sensibili ai gusti amari perché possono percepire un composto amaro denominato feniltiocarbamide, che altri individui non sono in grado di percepire del tutto o solo moderatamente. Alla nascita, l’essere umano è dotato di 10.000 papille gustative circa, sebbene la quantità indicata si riduca con l’età. Ecco perché le persone anziane di solito possono tollerare gusti più intensi e forti rispetto ai bambini.

Le cause più comuni di bocca amara includono vomito e reflusso acido, sebbene queste condizioni in genere non causino l’insorgenza di un sapore amaro permanente. Anche la gravidanza o l’assunzione di alcuni farmaci (come gli antibiotici) possono comportare l’insorgenza di un sapore amaro temporaneo. Le facoltà gustative possono essere compromesse o alterate in modo permanente anche a seguito di lesioni a carico di bocca, naso o testa oppure dopo anni di tabagismo.

Poiché la presenza di un sapore amaro in bocca può essere segno di una infezione o di un’altra condizione, è consigliabile consultare il medico il prima possibile riferendo i sintomi sperimentati. Qualora il sapore amaro dovesse persistere, ripresentarsi o essere comunque motivo di preoccupazione, si consiglia di informare il medico. Nel caso in cui insorgano anche difficoltà di respirazione o deglutizione, è opportuno chiamare il 118 o recarsi al pronto soccorso più vicino.

bocca_amara.jpg

Sintomi

Un sapore amaro in bocca può manifestarsi singolarmente o essere accompagnato da altri sintomi, che variano a seconda della condizione, del disturbo o della malattia sottostanti. I sintomi che possono accompagnare una bocca amara includono:

  • gengive sanguinanti
  • alterazione dei movimenti facciali dovuta ad una disfunzione del nervo facciale
  • secchezza delle fauci
  • sintomi simil-influenzali (stanchezza, febbre, mal di gola, mal di testa, tosse, dolori)
  • ridotta facoltà olfattiva
  • congestione nasale
  • tonsille gonfie e infiammate
  • vomito

In alcuni casi, la presenza di bocca amara può essere indice di una condizione grave o fatale che necessita di essere valutata nell’immediato in un contesto di emergenza (come l’ingestione di una pianta tossica o di una sostanza chimica). Chiamare il 118 o recarsi al pronto soccorso più vicino in presenza di uno qualsiasi dei seguenti sintomi:

  • cambiamento dello stato di coscienza o di vigilanza o insorgenza di stato confusionale
  • difficoltà respiratoria, dispnea o fiato corto
  • incapacità di deglutizione
  • paralisi facciale o viso “cascante”
  • difficoltà di comunicazione (difficoltà verbale)
  • gonfiore improvviso a carico di bocca, labbra o lingua

Cause

Il processo gustativo coinvolge migliaia di neuroni sensoriali presenti nelle papille gustative e nella regione superiore del naso (sistema olfattivo). Questi neuroni segnalano al cervello ciò che stiamo mangiando e gustando. Un sapore amaro in bocca può essere causato da fumo (tabagismo), lesioni, malattie o condizioni che interferiscono con il processo gustativo.

Il sapore amaro può scomparire spontaneamente una volta curata la condizione sottostante, come il vomito. Tuttavia, alcune cause (come l’avvelenamento da sostanze chimiche e i disturbi autoimmuni e neurologici) possono essere più gravi o comportare l’insorgenza di problemi gustativi a lungo termine. Se si stanno assumendo farmaci e si sospetta che essi possano essere la causa del sapore amaro percepito, si consiglia di riferire al medico i sintomi sperimentati. Esiste la possibilità che il passaggio ad un altro farmaco possa risolvere il problema.

Le condizioni comuni e le abitudini quotidiane che possono causare l’insorgenza di bocca amara includono:

  • respirazione attraverso la bocca
  • disidratazione
  • gravidanza
  • tabagismo

La presenza di sapore amaro in bocca o l’alterazione del gusto possono essere dovute ad alcune malattie, disturbi e condizioni, tra cui:

  • allergie e congestione nasale
  • paralisi di Bell (disturbo neurologico)
  • gengivite (infiammazione delle gengive)
  • glossite (infiammazione della lingua)
  • polipi nasali (escrescenze tissutali sacciformi infiammate)
  • infezione della ghiandola salivare
  • sindrome di Sjogren (disturbo autoimmune che causa secchezza delle fauci e secchezza oculare)
  • infezioni a carico delle vie aeree superiori, come raffreddore, sinusite, mal di gola da streptococco, influenza o faringite
  • vomito o rigurgito dell’acido presente nello stomaco, che può essere dovuto al reflusso acido o alla malattia da reflusso gastroesofageo

Un sapore amaro o una alterazione del gusto possono insorgere a seguito di lesioni e traumi, tra cui:

  • scottarsi o mordersi la lingua
  • lesioni a carico di testa, naso o bocca
  • lesioni a carico dei nervi sensoriali deputati alla percezione del gusto
  • esposizione a sostanze tossiche (come l’ingestione di una pianta tossica) o avvelenamento chimico (come l’esposizione a insetticidi)

La presenza di bocca amara o di una alterazione del gusto possono essere causate da una varietà di altre condizioni, tra cui:

  • dispositivi dentali od ortodontici, come l’apparecchio per i denti
  • chirurgia dentale
  • radioterapia a testa o collo
  • intervento chirurgico a orecchie, naso o gola

L’insorgenza di sapore amaro in bocca o di una alterazione a carico delle facoltà gustative possono essere dovute a molti farmaci, specie se questi ultimi non vengono inghiottiti velocemente (sciogliendosi così in bocca) o vengono masticati. Tali farmaci includono:

  • inibitori dell’acetilcolinesterasi per il morbo di Alzheimer
  • broncodilatatori per asma e BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva)
  • captopril (Capoten) per ipertensione e insufficienza cardiaca
  • alcuni antibiotici come la claritromicina (Biaxin)
  • chemioterapia, come vinblastina (Velban), vincristina (Oncovin, Vincasar) e procarbazina (Matulane)
  • litio (Eskalith, Lithobid)
  • penicillamina (Cuprimine, Depen) per artrite reumatoide grave e malattia di Wilson
  • rifampicina (Rifadin, Rimacane) per la tubercolosi o la prevenzione della meningite batterica
  • farmaci per la tiroide

Potenziali complicazioni

Le complicazioni associate ad una bocca amara possono essere progressive e variare a seconda della causa sottostante. Poiché la presenza di un sapore amaro in bocca può essere dovuta ad una malattia grave, un mancato trattamento può comportare l’insorgenza di complicazioni e danni permanenti. E’ importante consultare il medico qualora l’alterazione a carico di gusto od olfatto siano persistenti. Una volta diagnosticata la causa sottostante, è essenziale seguire il piano di cura formulato dal medico al fine di ridurre l’insorgenza di potenziali complicazioni, tra cui:

  • depressione dovuta alla ridotta capacità di gustare il cibo
  • perdita dell’appetito e cambiamento delle abitudini alimentari
  • possibile ingestione di cibo avariato dovuta all’incapacità di percepire il gusto di questo tipo di alimenti
  • perdita di peso

Referenze

  • BetterMedicine: “Bitter Taste in Mouth: Introduction, Symptoms and Causes”

Condividi con: