Viso arrossato: cause e sintomi - Oldeconomy

Viso arrossato: cause e sintomi




L'arrossamento del viso è una condizione caratterizzata dalla comparsa di rossore sul volto. Può essere temporaneo e durare solo pochi istanti, oppure può persistere per giorni, settimane o mesi.

L'arrossamento del volto può essere causato da una varietà di malattie, disturbi e condizioni sottostanti, tra cui infezioni della pelle, malattie della pelle (come rosacea, acne ed eczema) e condizioni allergiche e infiammatorie (come, per esempio, scottature solari, vasculite, allergie alimentari, punture di insetti e creme per il viso). L'insorgenza di rossore a carico del viso può essere dovuta anche alla presenza di febbre, così come a fattori emozionali, ambientali o alimentari (come rabbia, caldo, vento, tosse o consumo di cibi piccanti). In altri casi, le condizioni della pelle che causano l'arrossamento del viso possono essere ereditarie o svilupparsi in considerazione di fattori genetici o dell'avanzare dell'età.

Alcune cause di rossore persistente sono prevenibili mentre altre no. In alcuni casi, l'arrossamento del viso può essere prevenuto praticando una adeguata routine di igiene e protezione della pelle, come l'impiego di detergenti per il viso non irritanti o ipoallergenici e di creme solari.

In presenza di viso arrossato è importante prestare attenzione ai sintomi sperimentati. E' consigliabile riferirli al medico al fine di identificare e trattare la causa sottostante.

In alcuni casi, il rossore del viso può essere un sintomo di una condizione grave, come ipertensione o alcolismo. In presenza di rossore inspiegabile, persistente o ricorrente, si consiglia di rivolgersi immediatamente al medico. La diagnosi precoce e il conseguente trattamento della causa sottostante possono ridurre il rischio di insorgenza di complicazioni gravi, come deturpazione o diffusione dell'infezione.

L'arrossamento del viso può anche verificarsi in concomitanza con una reazione anafilattica, ovvero un tipo di grave reazione allergica che si sviluppa a seguito dell'esposizione ad un allergene. In questo specifico frangente, è consigliabile chiamare il 118 o recarsi immediatamente al pronto soccorso più vicino. I sintomi correlati alla reazione anafilattica includono gonfiore a carico di lingua o viso (e gonfiore in generale), orticaria, prurito, stato confusionale, fiato corto e respirazione rapida (più di 16 respiri circa al minuto in un individuo adulto).

 

arrossamento_viso.jpg

Cause

Il viso può arrossire a causa di forti emozioni, come rabbia, ansia o imbarazzo. Alcune persone tendono ad arrossire più facilmente rispetto ad altre.

L'arrossamento del viso può anche essere causato da una varietà di malattie, disturbi e condizioni che includono condizioni della pelle, allergie, infiammazioni, infezioni e abitudini alimentari.

Le condizioni della pelle che possono causare rossore al viso includono:

  • acne (formazione di protuberanze a seguito dell'ostruzione delle ghiandole sebacee)
  • eczema (noto anche come dermatite atopica; una comune condizione cronica della pelle caratterizzata da prurito, infiammazione, arrossamento e gonfiore della pelle)
  • rosacea (disturbo infiammatorio cronico della pelle)

Le reazioni allergiche e le condizioni infiammatorie che possono causare l'arrossamente del viso includono:

  • allergia a farmaci orali, cibi o punture di insetto
  • ustioni
  • vasculite da ipersensibilità o allergica (infiammazione dei vasi sanguigni spesso causata dall'allergia a un farmaco)
  • dermatite da contatto irritante, che può essere causata da edera velenosa, quercia velenosa o sommacco velenoso
  • allergie respiratorie
  • lupus eritematoso sistemico (disturbo in cui il corpo attacca cellule e tessuti sani causando infiammazione)
  • necrolisi epidermica tossica (perdita di pelle e mucosa dovuta a una grave reazione farmacologica)

Le infezioni che possono causare rossore al viso includono:

  • cellulite (infezione batterica invasiva della cute e dei tessuti circostanti)
  • quinta malattia (malattia virale che conferisce alla pelle un aspetto simile a una guancia schiaffeggiata)
  • impetigine (infezione batterica della pelle)
  • scarlattina (infezione causata da batteri Streptococcus (streptococchi) di gruppo A chee provoca la comparsa di una eruzione cutanea di colore rosso su corpo e viso)

Altre malattie, disturbi e condizioni possono causare l'arrossamento del viso, tra cui:

  • consumo di alcolici o alcolismo
  • tumore carcinoide
  • consumo di cibi piccanti o molto caldi
  • tosse o asfissia (soffocamento)
  • emozioni, come imbarazzo, ansia e rabbia
  • ipertensione
  • stress
  • utilizzo di alcuni farmaci, come la vitamina B3 e alcuni medicinali impiegati per trattare malattie cardiovascolari e diabete

Sintomi

L'arrossamento del viso può insorgere in concomitanza con altri sintomi, che variano a seconda della malattia, del disturbo o della condizione sottostanti.

I sintomi che possono verificarsi in presenza di viso arrossato includono:

  • acne (inclusi foruncoli, macchie e protuberanze)
  • naso bulboso
  • sintomi simil-influenzali (stanchezza, febbre, mal di gola, mal di testa, tosse, dolori)
  • vampate di calore
  • eruzione cutanea
  • vasi sanguigni a ragnatela sul viso
  • sudorazione e pelle calda
  • sintomi correlati ad una reazione allergica di lieve-moderata entità, tra cui pelle pruriginosa, prurito, lacrimazione oculare, lieve orticaria o gonfiore a carico di una piccola o limitata area della pelle, starnuti, naso gocciolante, congestione nasale o gocciolamento post-nasale e pressione o dolore a carico dei seni paranasali
  • sintomi correlati al consumo, all'abuso di alcolici o all'alcolismo, come bere eccessivamente, desiderio di consumare bevande alcoliche e incapacità di controllarne il consumo

In alcuni casi, l'arrossamento del viso può insorgere in concomitanza con altri sintomi e alcune combinazioni di sintomi che possono essere un indizio rivelatore di una condizione estremamente grave che necessita di essere valutata nell'immediato in un contesto di emergenza. Chiamare subito il 118 qualora un individuo con viso arrossato presenti uno dei seguenti sintomi:

  • colorazione bluastra di labbra, unghie ed eventualmente cute (cianosi)
  • cambiamenti occorsi allo stato di coscienza o mentale, come svenimento, stato confusionale, letargia o riduzione dello stato di vigilanza
  • dolore toracico o senso di costrizione toracica
  • difficoltà respiratorie, affanno o fiato corto
  • orticaria su viso o collo o aeree estese di orticaria
  • frequenza cardiaca rapida o palpitazioni
  • gonfiore di occhi, bocca, labbra o gola
  • senso di costrizione alla gola

Diagnosi

Per diagnosticare la causa sottostante dell'arrossamento facciale, il medico porrà al paziente domande circa i sintomi sperimentati. Il paziente potrà aiutare il medico a identificare la causa del problema, rispondendo in modo esauriente alle seguenti domande:

  • da quanto tempo sperimenta rossore a carico del viso?
  • sperimenta altri sintomi, come febbre o dolore?
  • prima o mentre ha sperimentato arrossamento, la temperatura era elevata?
  • di recente ha iniziato a consumare un nuovo tipo di cibo o ad utilizzare un nuovo tipo di prodotto cosmetico sulla pelle?
  • quanti alcolici consuma? Quali farmaci sta assumendo e da quanto tempo?
  • quali altri sintomi sperimenta?

Potenziali complicazioni

L'arrossamento del viso può essere causato da una malattia, un disturbo o una condizione sottostanti gravi, come shock anafilattico, alcolismo e infezioni. Le complicazioni correlate ad una malattia, un disturbo o una condizione non trattati o mal gestiti possono essere gravi. Inoltre, la presenza persistente di un viso arrossato può avere un notevole impatto sull'autostima e sull'immagine di sé dell'individuo. E' consigliabile pertanto seguire il piano di trattamento formulato dal medico per ridurre il rischio di eventuali complicazioni, tra cui:

  • coma
  • complicazioni correlate all'alcolismo o all'abuso di alcolici, come cirrosi epatica, malattie cardiovascolari, malattie neurologiche e cancro
  • imbarazzo, stress o ansia
  • bassa autostima e pessima immagine di sé
  • cicatrici permanenti o scolorimento della pelle
  • arresto respiratorio da shock anafilattico
  • setticemia (infezione del sangue) e sepsi (reazione infiammatoria corporea grave ad una infezione)
  • shock e coma
  • diffusione dell'infezione

 

Referenze

  • McDonough B. (MD), Better Medicine web site: "Red Face"




Link sponsorizzati