Verruche: cause, sintomi, trattamento e prevenzione


Le verruche sono piccole escrescenze cutanee a superficie liscia o irregolare, di varia grandezza, provocate da un virus chiamato papillomavirus umano. Il loro aspetto differisce a seconda del tipo di verruca e della posizione sul corpo. La maggior parte delle verruche è caratterizzata da ispessimento cutaneo.

Link sponsorizzati

Queste escrescenze sono comuni nei bambini. La maggior parte dei casi si verifica tra i 12 e i 16 anni.

Sino al 30% delle verruche scompare spontaneamente nel giro di 6 mesi. La maggior parte di esse scompare senza alcun trattamento entro 3 anni.

Cause

Le verruche sono causate dal DNA contenente il papillomavirus umano (HPV). Esistono almeno 63 tipologie geneticamente diverse di HPV.

  • Il virus entra nella pelle a seguito di un contatto diretto con i virus (che prolificano e vivono in ambienti caldi e umidi, come ad esempio uno spogliatoio) o con una persona infetta. Il punto del corpo dove il virus ha modo di entrare, è spesso una zona recentemente soggetta a lesione. Il periodo di incubazione, ovvero il lasso di tempo fra la contrazione del virus e la comparsa di una verruca, può essere di 1-8 mesi.
  • Contrariamente alle credenze popolari, toccare un rospo o una rana non causa l’insorgenza di verruche.

Sintomi

I 3 tipi più comuni di verruche non genitali, ovvero che non compaiono nella zona genitale, sono:

  • Verruche comuni (verrucae vulgaris): questa tipologia comune di verruche si sviluppa generalmente sulla mano, specie intorno all’unghia. Le verruche comuni possono essere di colore grigio o color carne, in rilievo e ricoperte da proiezioni cornee e ruvide.
  • Verruche plantari (verrucae plantaris): le verruche plantari insorgono, per definizione, sulla superficie plantare o inferiore del piede. Esse compaiono solitamente nelle zone soggette a pressione elevata, come il tallone e le teste metatarsali (dietro le dita dei piedi). Le verruche plantari di solito si sviluppano nella pelle e non verso l’esterno, come accade per le verruche comuni. Tale caratteristica rende le verruche plantari più difficili da trattare.
  • Verruche piane (verrucae plana): le verruche piane insorgono più frequentemente sul viso e sul dorso delle mani. Di solito appaiono come piccole protuberanze singole di circa 0,635 cm di diametro. Le verruche piane possono diffondersi rapidamente sul viso praticando le attività coinvolte nella rasatura.

verruche rimedi

Quando rivolgersi al medico

Quando chiamare il medico

  • Chiamare il medico se la verruca continua ad aggravarsi nonostante la terapia domestica. Nel caso in cui non si noti alcun miglioramento dopo aver trattato la verruca per 12 settimane con acido salicilico, fissare un appuntamento con il medico per discutere altri metodi di rimozione dell’escrescenza.
  • Chiamare il medico se la verruca cambia forma o colore. Esiste la possibilità che non si tratti di una verruca.
  • Chiamare il medico se la verruca inizia a sanguinare dopo averla semplicemente sfiorata o inavvertitamente colpita o qualora risulti difficoltoso fermare l’emorragia durante l’operazione di taglio della verruca.
  • Chiunque sperimenti l’insorgenza di verruche genitali dovrebbe consultare un medico. I trattamenti descritti in questo articolo non sono appropriati in caso di verruche genitali e non dovrebbero essere per questo motivo utilizzati.

Quando recarsi in ospedale

Non vi è necessità di recarsi al pronto soccorso per trattare una verruca, a meno che il dolore derivante dalla presenza di verruche plantari non possa essere controllato mediante l’assunzione di farmaci da banco.

Cosa fare a casa

Il trattamento domestico è efficace nel favorire la scomparsa di una o più verruche. Indipendentemente dalla tecnica utilizzata, nel 60%-70% dei casi le verruche scompariranno. Le tecniche utilizzate possono essere coadiuvate dall’assunzione o meno di farmaci.

L’obiettivo delle terapie mediche (non i trattamenti chirurgici) è di far sì che il corpo riconosca la verruca come un corpo estraneo distruggendola, allo stesso modo con cui il corpo distrugge il virus di un raffreddore.

Terapia del nastro adesivo

  • Applicare diversi strati di nastro adesivo impermeabile sulla zona della verruca (anche nastro tessile adesivo). Non rimuovere il nastro per 6 giorni e 1/2. Rimuovere quindi il nastro e lasciare la zona scoperta per 12 ore. Riapplicare il nastro per altri 6 giorni e 1/2.
  • L’applicazione del nastro funziona meglio nella zona intorno all’unghia. Questa zona può cicatrizzare in caso di crioterapia con azoto liquido. La cicatrizzazione potrebbe comportare una deformazione permanente dell’unghia.
  • L’applicazione del nastro adesivo è efficace in considerazione della tenuta d’aria che esso comporta. L’ambiente umido che si viene a creare nella zona sottostante il nastro impedisce al virus di crescere e riprodursi.

Terapia dell’acido salicilico

  • L’acido salicilico è disponibile in farmacia. Le marche a disposizione sono molteplici. E’ disponibile in forma liquida (da applicare sulla verruca) o in cerotto (che può essere ridimensionato a seconda delle dimensioni della verruca).
  • La zona della verruca dovrebbe essere dapprima messa a bagno in acqua tiepida per 5-10 minuti. In seguito, la verruca dovrebbe essere ridotta gradualmente mediante l’impiego di un rasoio. Un semplice rasoio di plastica è ideale allo scopo (dopo l’uso è opportuno gettarlo). Si sconsiglia di rasarsi qualora tale operazione possa comportare il sanguinamento della verruca.
  • Applicare la preparazione a base di acido salicilico sul tessuto verrucoso. Non applicare la preparazione su altre zone della pelle, poiché l’acido salicilico può potenzialmente ledere il tessuto normale.
  • Seguire scrupolosamente le indicazioni presenti sulla confezione del prodotto per quanto concerne la tempistica di applicazione dell’acido.

In presenza di verruche genitali, consultare un medico. I trattamenti menzionati non sono adatti per la cura delle verruche genitali e non dovrebbero essere utilizzati.

Trattamento medico

Il medico, oltre a raccomandare trattamenti domestici (come nastro adesivo e acido salicilico), in genere può scegliere di trattare la verruca in modo più aggressivo.

  • Azoto liquido: l’azoto liquido (o crioterapia) viene utilizzato per congelare il tessuto verrucoso in profondità. Quando viene applicato l’azoto liquido alla verruca, l’acqua presente nelle cellule si espande facendo esplodere il tessuto infetto. Le cellule esplose non sono più in grado di proteggere il papillomavirus umano dall’azione del sistema immunitario che provvederà quindi a eliminare le particelle del virus.
  • Terapia laser: i laser sono semplicemente delle fonti di luce intensa. Questa luce è caratterizzata da una quantità enorme di energia che scalda il tessuto sino a causarne la vaporizzazione.
  • Rimozione chirurgica: il ricorso alla chirurgia può rivelarsi necessario qualora gli altri metodi non sortiscano alcun effetto. Tale procedura prevede l’intorpidimento della zona circostante la verruca e la rimozione dell’escrescenza.

Si consiglia di seguire il piano di cura domestico o il trattamento suggeriti dal medico. Per alcuni dei trattamenti atti alla rimozione della verruca, come l’azoto liquido e la terapia laser, possono essere necessarie più sedute.

  • Se la verruca è stata trattata mediante azoto liquido, terapia laser o rimozione chirurgica, si consiglia di curare la zona trattata. Ciò include: mantenere la zona coperta con un bendaggio sterile, applicare una pomata antibiotica e prestare attenzione all’eventuale insorgenza di segni di infezione.
  • I segni di infezione includono aumento del rossore e del dolore a carico della zona trattata, comparsa di striature rosse che tendono a risalire in direzione del cuore, fuoriuscita di pus dalla ferita o insorgenza di febbre pari o superiore a 38.33°. In presenza di uno qualsiasi di questi segni, è necessario consultare il medico o recarsi al pronto soccorso.

Prevenzione

Evitare di toccare le verruche presenti sul proprio corpo o sul corpo di altre persone. Evitare di sfregare sul viso un dito affetto da verruca. In palestra, per ridurre il rischio di contrarre il virus che causa l’insorgenza di verruche plantari, si consiglia di indossare sempre calzature adeguate.

Referenze

  • eMedicineHealth: “Warts: Causes, Symptoms, Treatment and Prevention”

Condividi con: