Minzione frequente: cause, diagnosi e trattamenti - Oldeconomy

Minzione frequente: cause, diagnosi e trattamenti




Siete tra coloro che sentono spesso l'impellenza di correre in bagno? La definizione medica per questo tipo di problema è minzione frequente. Nella maggior parte delle persone, la vescica è in grado di immagazzinare urina sino al momento in cui la minzione non si rivela necessaria (in genere dalle 4 alle 8 volte al giorno). Quando tale necessità è superiore alle 8 volte al giorno o causa risvegli notturni, potrebbe essere indice di una eccessiva assunzione di liquidi e/o che essa avviene in orari troppo limitrofi al momento di andare a letto. Oppure potrebbe essere segno di un problema di salute.

 

minzione_frequente.jpg

Cause

La minzione frequente può essere un sintomo di diversi problemi. Quando la minzione frequente è accompagnata da febbre, necessità urgente di urinare e fastidio o dolore addominale, è possibile la presenza di una infezione delle vie urinarie. Altre possibili cause di minzione frequente includono:

  • Diabete. La minzione frequente è spesso un sintomo precoce sia del diabete di tipo 1 che del diabete di tipo 2, poiché l'organismo tenta di espelllere il glucosio inutilizzato mediante minzione.
  • Gravidanza. A partire dalle prime settimane di gestazione, l'utero che cresce esercita pressione sulla vescica causando minzione frequente.
  • Disturbi allla prostata. Una prostata ingrossata può premere contro l'uretra (il condotto adibito al trasporto esterno dell'urina) e bloccare il flusso urinario. Questo causa l'irritazione delle pareti della vescica. Quest'ultima, a sua volta, inizia a contrarsi anche in presenza di esigue quantità di urina, dando luogo all'insorgenza di una minzione più frequente.
  • Cistite interstiziale. Questa condizione, la cui causa è sconosciuta, è caratterizzata da dolore a carico di vescica e regione pelvica. Spesso, i sintomi includono un bisogno urgente e/o frequente di urinare.
  • Farmaci diuretici. Questi farmaci, che vengono utilizzati per trattare ipertensione o l'accumulo di fluidi nei reni e l'escrezione delle quantità in eccesso di fluidi dall'organismo, causano minzione frequente.
  • Ictus o altre patologie neurologiche. Il danneggiamento a carico dei nervi correlati alla vescica, può causare l'insorgenza di problemi connessi al funzionamento della vescica, incluso lo stimolo frequente e improvviso ad urinare.

Cause meno comuni includono cancro della vescica, disfunzioni a carico della vescica e radioterapia.

Spesso, la minzione frequente non è sintomo di un problema, ma tale condizione rappresenta comunque un problema. Negli individui affetti dalla sindrome da vescica iperattiva, le contrazioni involontarie della vescica causano l'insorgenza di minzione frequente e spesso urgente. Ciò significa che viene avvertita la necessità di recarsi in bagno nell'immediato anche se la vescica non è piena. Tale condizione può causare anche uno o più risvegli notturni a causa dell'esigenza di usare il bagno.

Diagnosi

Se la frequenza urinaria arriva ad interferire con lo stile di vita o è accompagnata da altri sintomi, come febbre, mal di schiena, dolore al fianco, vomito, brividi, aumento dell'appetito o della sete, stanchezza, presenza di sangue nelle urine, urine torbide o secrezioni genitali, è importante consultare il medico.

Per diagnosticare la causa di minzione frequente, il medico eseguirà un esame fisico e analizzerà l'anamnesi medica del paziente, ponendo domande quali:

  • Sta assumendo farmaci?
  • Ha sperimentato altri sintomi?
  • Il problema insorge solo durante il giorno o anche di notte?
  • Sta assumendo più liquidi del solito?
  • La sua urina è più scura o più chiara del solito?
  • Assume alcolici o bevande contenenti caffeina?

A seconda degli esiti dell'esame fisico e dell'anamnesi, il medico potrà richiedere alcuni esami, tra cui:

  • Analisi delle urine. Si tratta dell'esame microscopico delle urine che prevede una serie di test atti ad identificare e misurare i vari composti che passano attraverso l'urina. 
  • Cistometria. Si tratta di un esame che misura la pressione presente all'interno della vescica per valutare il funzionamento della vescica. La cistometria viene eseguita per determinare se la causa sottostante la capacità della vescica di trattenere o rilasciare urina sia riconducibile a problemi di natura muscolare o nervosa.
  • Cistoscopia. Si tratta di un esame che consente al medico di visionare l'interno della vescica e l'uretra mediante uno strumento sottile provvisto di luce chiamato cistoscopio.
  • Esami neurologici. Si tratta di esami e procedure diagnostiche che aiutano il medico a confermare o ad escludere la presenza di un disturbo nervoso.
  • Ecografia vescicale. Si tratta di un esame diagnostico di imaging utilizzato per visualizzare una struttura interna del corpo.

Trattamento

Il trattamento farà riferimento alla causa di fondo fonte del problema. Per esempio, se la causa è il diabete, il trattamento consisterà nel mantenere i livelli di zuccheri nel sangue sotto controllo.

Il trattamento della vescica iperattiva può includere la prescrizione di farmaci come Detrol LA, Ditropan, Enablex, Oxytrol, Sanctura XR, Tofranil e Vesiker.

Esistono molte strategie che il paziente può adottare per ridurre la frequenza urinaria. Esse includono:

  • Rieducazione della vescica. Questa pratica consiste nell'aumentare gli intervalli fra una minzione e l'altra nel corso di 12 settimane circa. Questo contribuisce a "rieducare" la vescica a trattenere l'urina più a lungo e ad urinare meno frequentemente.
  • Esercizi di Kegel. Questi esercizi contribuiscono a rafforzare i muscoli circostanti la vescica e l'uretra allo scopo di migliorare il controllo della vescica e ridurre l'urgenza e la frequenza urinarie. Esercitare i muscoli pelvici per 5 minuti 3 volte al giorno può fare la differenza quando si tratta di controllo della vescica.
  • Variazioni del regime alimentare. Andrebbero evitati gli alimenti che sembrano irritare la vescica o che agiscono come diuretici. Questi possono includere caffeina, alcolici, bevande gassate, prodotti a base di pomodoro, cioccolato, dolcificanti artificiali e cibi piccanti. E' altresì importante consumare alimenti ricchi di fibre, in quanto la costipazione può aggravare i sintomi correlati alla sindrome da vescica iperattiva.
  • Monitorare l'assunzione di liquidi. E' consigliabile assumere una quantità di liquidi tale da prevenire l'insorgenza di stitichezza e l'eccessiva concentrazione delle urina, ma è opportuno evitare di bere poco prima di andare a dormire al fine di evitare episodi di minzione notturna.

 

 

Referenze

  • International Painful Bladder Foundation: "The Urinary Tract and How It Works"
  • MedlinePlus Medical Encyclopedia: "Frequent or Urgent Urination"
  • American Diabetes Association: "Dropping Insulin to Drop Pounds"
  • March of Dimes: "Changes During Pregnancy"
  • National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases: "Prostate Enlargement: Benign Prostatic Hyperplasia", "Interstitial Cystitis/Painful Bladder Syndrome"
  • University of Winsconsin Hospitals and Clinics Authority: "After a Stroke, Managing Your Bladder"
  • National Institute of Neurological Disorders and Stroke: "Neurological Diagnostic Tests and Procedures"
  • National Association for Continence: "Overactive Bladder Syndrome"




Link sponsorizzati