Dermatite da pannolino: cause, sintomi, rimedi e prevenzione


La dermatite da pannolino è una infiammazione cutanea che compare sulla pelle nella zona sottostante il pannolino. Questa condizione insorge in genere nei neonati e nei bambini di età inferiore ai 2 anni. Tuttavia, tale forma di eruzione cutanea può insorgere anche negli individui che soffrono di incontinenza o paralisi.

Link sponsorizzati

Quasi tutti i bambini sperimentano almeno una volta la dermatite da pannolino nel corso dei primi 3 anni di vita. La maggior parte di questi bambini ha in genere dai 9 ai 12 mesi. Questa è ancora la fase in cui il bambino rimane seduto per la maggior parte del tempo e consuma cibi solidi, che possono variare l’acidità dei movimenti intestinali.

Cause

  • Frizione: nella maggior parte dei casi la dermatite da pannolino è causata dalla frizione che si sviluppa quando la pelle sensibile del bambino viene sfregata dal pannolino bagnato. Ne consegue l’insorgenza di una eruzione cutanea rossa e lucida a carico delle zone esposte.
  • Irritazione: la pelle sotto il pannolino diventa rossa a causa di sostanze irritanti, come feci, urina o detergenti. L’irritazione può essere provocata dal pannolino o dall’acido presente nell’urina e nei movimenti intestinali. Questa eruzione cutanea appare rossa nella zona in cui il pannolino sfrega e normalmente non compare nelle pieghe della pelle.
  • Infezione da candida: l’eruzione cutanea dovuta ad una infezione da candida, nota anche come infezione fungina o da lievito, di solito è di colore rosso vivo ed è molto comune dopo l’utilizzo di antibiotici. La Candida è un microrganismo fungino che si trova tipicamente in luoghi caldi e umidi, come la bocca. Infatti, la Candida è lo stesso organismo che causa il mughetto.
  • Reazione allergica: l’eruzione cutanea può essere la conseguenza di una reazione alle salviettine per bambini, ai pannolini, ai detersivi per il bucato, a saponi e lozioni o all’elastico presente nelle mutandine elastiche. I bambini che in precedenza hanno sperimentato l’insorgenza di eczema, sono più soggetti alla dermatite da pannolino.
  • Seborrea: si tratta di una reazione cutanea di colore giallo e oleosa che può insorgere in altre parti del corpo, come viso, testa e collo.

Sintomi

Identificare l’eventuale presenza di una dermatite da pannolino di solito è piuttosto semplice. L’eruzione cutanea, infatti, si manifesta nelle zone immediatamente sottostanti il pannolino.

La pelle appare rossa e irritata. Può insorgere sull’intera zona glutea o nella zona genitale, oppure solamente in alcuni punti. Può interessare o meno anche le pieghe della pelle.

dermatite_pannolino.jpg

Quando rivolgersi al medico

Di norma non è necessario rivolgersi al medico in presenza di una semplice dermatite da pannolino. Mantere pulita e asciutta la zona coperta dal pannolino contribuisce a prevenire l’insorgenza di eruzioni cutanee da pannolino. Tuttavia, anche la miglior prevenzione talvolta non è sufficiente.

Si consiglia di consultare il medico qualora si sviluppino le seguenti condizioni:

  • L’eruzione cutanea non migliora, nonostante il trattamento, nel giro di 4-7 giorni
  • L’eruzione cutanea si aggrava in modo significativo o si estende ad altre parti del corpo
  • L’eruzione cutanea sembra essere accompagnata anche da una infezione batterica, caratterizzata da sintomi quali fuoriuscita di liquido simile a pus o formazioni crostose di colore giallastro. Tale condizione è nota come impetigine e può essere necessario trattarla con l’impiego di antibiotici
  • Non si è certi circa la causa che ha provocato l’insorgenza dell’eruzione cutanea
  • Nel caso in cui vi sia il sospetto che l’eruzione cutanea possa essere causata da un’allergia. Il medico può essere di aiuto nell’individuare il possibile allergene
  • L’eruzione cutanea è accompagnata da diarrea che persiste per più di 48 ore.

Raramente si rivela necessario recarsi in ospedale in caso di dermatite da pannolino. Tuttavia, se il bambino sembra sperimentare dolore intenso o qualora si noti la rapida diffusione dell’eruzione cutanea accompagnata da febbre, si consiglia di consultare un medico.

Cosa fare a casa

Una cura adeguata della pelle è uno dei trattamenti più importanti in caso di dermatite da pannolino. Le tecniche che elencheremo di seguito possono contribuire ad alleviare o ridurre la durata di tale condizione.

  • I pannolini dovrebbero essere cambiati più spesso del solito
  • La pelle dovrebbe essere lavata con un sapone molto delicato e asciugata tamponandola leggermente
  • Durante l’operazione di pulizia della pelle, si consiglia di evitare l’impiego di oggetti ruvidi o di sfregare con vigore la cute, poiché ciò potrebbe acuire l’irritazione cutanea preesistente. Una volta terminata la fase di pulizia, la pelle dovrebbe essere esposta all’aria evitando, se possibile, l’applicazione del pannolino per alcune ore
  • Evitare l’utilizzo di mutandine di plastica durante questo periodo
  • Sembra che alcuni alimenti possano aggravare l’eruzione cutanea. Nel caso in cui insorga questo problema, si consiglia di evitare tali cibi sino alla scomparsa dell’eruzione cutanea
  • Se l’eruzione cutanea è causata da una dermatite da contatto o allergica, si consiglia di interrompere l’utilizzo di saponi o detergenti nuovi che potrebbero aver provocato l’insorgenza del problema
  • Se l’eruzione cutanea sembra essere causata da una infezione da candida, è possibile trattarla con creme topiche antifungine
  • Gli steroidi topici possono essere impiegati in presenza di dermatite da pannolino nel caso in cui l’eruzione cutanea sia dovuta a cause allergiche, atopiche o seborroiche. Se ne sconsiglia l’uso in caso di infezioni fungine. Infine, se ne sconsiglia l’impiego senza aver prima consultato il medico
  • Anche l’ossido di zinco o alcune altre creme o unguenti protettivi (che creano una sorta di “barriera”) possono essere efficaci

Trattamento medico

  • Se il bambino (o l’adulto) sembra essere affetto da una infezione da candida, il medico può raccomandare creme o farmaci antifungini
  • Se il bambino è affetto da impetigine (una infezione batterica), è possibile la prescrizione di antibiotici
  • Se l’eruzione cutanea sembra non essere causata da una infezione fungina, il medico può raccomandare una breve terapia a base di crema o unguento steroidi topici lievi.

Prevenzione

La prevenzione è il modo più efficace di trattare la dermatite da pannolino.

  • I pannolini in commercio oggigiorno sono molto assorbenti e possono assorbire l’umidità in eccesso dalla pelle. Tuttavia, rimane sempre una buona prassi cambiare i pannolini dopo qualche ora, per evitare che l’urina o le feci entrino in contatto con la pelle
  • Prima di applicare un nuovo pannolino, assicurarsi che la pelle sia asciutta e pulita
  • Quando si applica il pannolino, evitare che la parte adesiva aderisca alla pelle, poiché questo potrebbe causare una eventuale lacerazione o irritazione della pelle
  • Lavarsi le mani accuratamente è d’obbligo al fine di prevenire l’insorgenza di infezioni
  • Si consiglia di tenere arieggiata la zona coperta dal pannolino il più possibile

Referenze

  • eMedicineHealth: “Diaper Rash: Causes, Symptoms, Treatment and Prevention”

Condividi con: