Farmaci su prescrizione per dimagrire: rischi ed effetti collaterali


L’obesità spesso richiede un trattamento a lungo termine per promuovere e mantenere la perdita di peso. Come nel caso di altre condizioni croniche (per esempio, diabete o ipertensione), l’impiego di farmaci su prescrizione può essere appropriato per alcune persone. Sebbene la maggior parte degli effetti collaterali relativi ai farmaci su prescrizione per perdere peso sia lieve, sono state comunque segnalate complicazioni gravi.

Link sponsorizzati

E’ bene ricordare che questi farmaci non sono una panacea in caso di obesità. L’uso di farmaci per perdere peso dovrebbe essere comunque combinato con la pratica di attività fisica e una dieta migliore per perdere peso e mantenere il peso raggiunto con successo a lungo termine.

Ho bisogno di un farmaco su prescrizione per perdere peso?

L’impiego di farmaci su prescrizione per trattare l’obesità dovrebbe essere preso in considerazione come opzione nei seguenti casi:

  • persone con un indice di massa corporea (BMI) pari o superiore a 30 in assenza di condizioni correlate all’obesità
  • persone con indice di massa corporea (BMI) pari o superiore a 27 affette da condizioni correlate all’obesità, come diabete o ipertensione

Tipi di farmaci su prescrizione per perdere peso

Attualmente, negli Stati Uniti la maggior parte dei farmaci per perdere peso disponibili sono stati approvati dalla FDA (Food and Drug Administration) per un uso a breve termine, ovvero per alcune settimane o mesi.

Una tipologia di tali farmaci sono i “soppressori dell’appetito”. Questi ultimi sono generalmente disponibili sotto forma di compresse o capsule a rilascio prolungato (pillole che rilasciano il farmaco nel corso di un lungo periodo di tempo). I soppressori dell’appetito sono disponibili su prescrizione oppure acquistabili in farmacia senza ricetta. Un soppressore dell’appetito comune disponibile su prescrizione è la fentermina.

Un altro tipo di farmaco disponibile dietro presentazione di ricetta medica sono gli inibitori dell’assorbimento dei grassi. Xenical è l’unico esempio di questa tipologia di trattamento approvata negli Stati Uniti. Xenical agisce bloccando l’assorbimento di circa il 30% dei grassi alimentari. Negli Stati Uniti viene ora venduto come formulazione da banco con il nome di Alli.

Xenical è l’unico farmaco per perdere peso approvato dalla FDA per un uso a lungo termine nei soggetti significativamente obesi, sebbene l’efficacia e la sicurezza di tale farmaco non siano ancora state determinate in caso di utilizzo per un periodo di tempo superiore ai 2 anni.

Nuovi farmaci sono attualmente in fase di studio come potenziali trattamenti per l’obesità. Alcuni di questi sembrano essere promettenti e potrebbero essere disponibili in futuro.

In che modo i soppressori dell’appetito causano la perdita di peso?

I soppressori dell’appetito promuovono la perdita di peso ingannando l’organismo, ovvero facendogli credere di non avere fame o di essere sazio. Essi diminuiscono l’appetito, incrementando la serotonina o le catecolamine, ambedue sostanze cerebrali che influenzano l’umore e l’appetito.

In che modo gli inibitori dell’assorbimento dei grassi causano la perdita di peso?

Gli inibitori dell’assorbimento dei grassi impediscono all’organismo di scindere e assorbire i grassi assunti durante i pasti. I grassi non assorbiti vengono poi eliminati mediante defecazione.

farmaci e perdita di peso

Xenical funziona davvero?

In generale, Xenical è moderatamente efficace, comportando una perdita di peso media pari a 5,43 – 5,88 chili nel corso di 1 anno. La maggior parte della perdita di peso viene generalmente sperimentata nel corso dei primi 6 mesi.

Nel breve periodo, la perdita di peso derivante dall’assunzione di farmaci su prescrizione può ridurre un certo numero di rischi per la salute negli individui obesi. Tuttavia, attualmente non esistono studi atti a determinare gli effetti di questi farmaci nel lungo periodo.

Rischi 

Qualora si decida di prendere in considerazione l’opzione farmacologica a lungo termine in caso di obesità, è di fondamentale importanza discutere con il medico degli aspetti indicati qui di seguito

  • Dipendenza. Attualmente, tutti i farmaci su prescrizione per trattare l’obesità, ad eccezione di Xenical, sono “sostanze controllate”. Ciò significa che i medici sono tenuti a seguire determinate restrizioni al momento della prescrizione in quanto potrebbero creare dipendenza.
  • Sviluppare tolleranza. Nella maggior parte dei casi il peso degli individui tende a stabilizzarsi dopo 6 mesi durante l’assunzione di un farmaco per perdere peso. Questo potrebbe indicare che il soggetto ha sviluppato una tolleranza al farmaco. Tuttavia, non è ancora chiaro se lo stabilizzarsi del peso sia dovuto allo sviluppo di una tolleranza o al fatto che il farmaco abbia raggiunto il proprio limite di efficacia.
  • Effetti collaterali. La maggior parte degli effetti collaterali correlati all’assunzione di farmaci per perdere peso sono di lieve entità (sebbene alcuni di essi possano essere spiacevoli) e di solito migliorano nel momento in cui l’organismo si adatta al farmaco. Raramente, sono stati segnalati effetti gravi e letali.

Effetti collaterali

La maggior parte dei soppressori dell’appetito viene utilizzata come trattamento a breve termine per i soggetti obesi. Gli effetti dei farmaci in questione tendono a scomparire nel giro di alcune settimane, ma possono comportare comunque alcuni effetti collaterali spiacevoli, tra cui:

  • aumento della frequenza cardiaca
  • aumento della pressione arteriosa
  • sudorazione
  • costipazione
  • insonnia
  • sete eccessiva
  • stordimento
  • sonnolenza
  • naso chiuso
  • mal di testa
  • ansia
  • secchezza delle fauci

Alcuni effetti collaterali correlati all’assunzione di Xenical includono crampi addominali, flatulenza, feci oleose, incremento del numero dei movimenti intestinali e incapacità di controllare i movimenti intestinali. Questi effetti collaterali sono generalmente lievi e temporanei, ma possono essere aggravati dal consumo di alimenti ricchi di grassi. I pazienti dovrebbero seguire una dieta povera di grassi (meno del 30% delle calorie dovrebbe derivare dai grassi) prima di iniziare il trattamento con Xenical. Poiché Xenical riduce l’assorbimento di alcune vitamine, il paziente dovrebbe assumere un multivitaminico almeno 2 ore prima o 2 ore dopo l’assunzione del farmaco.

Poiché questi farmaci non sono raccomandati per un impiego a lungo termine, è importante che il paziente che sta tentando di perdere peso impari nuove abitudini alimentari e a praticare attività fisica mentre il farmaco è ancora efficace. Una volta apprese queste nuove abitudini relative ad alimentazione e attività fisica, è importante continuare a metterle in pratica per proseguire a perdere peso ed evitare di acquisire nuovamente i chili persi.

I farmaci per perdere peso non sono adatti a tutti. Per esempio, esistono pochi studi sugli effetti di questi farmaci su anziani e bambini.

Il consulto del medico

Prima di prescrivere un farmaco per perdere peso, il medico chiederà al paziente quanto segue:

  • eventuale presenza di allergie
  • se il paziente è donna, eventuale stato gestazionale o neomamma in fase di allattamento
  • quali altri farmaci sta assumendo il paziente

Anche la presenza di condizioni mediche può influenzare l’impiego di tali farmaci. Il paziente dovrebbe quindi riferire al medico l’eventuale presenza di una qualsiasi delle seguenti condizioni:

  • diabete
  • ipertensione
  • malattia cardiaca
  • epilessia (convulsioni)
  • malattie renali
  • glaucoma
  • abuso di alcol o sostanze illegali (o eventuali casi precedenti)
  • tiroide iperattiva (ipertiroidismo)
  • depressione o altre malattie mentali
  • emicranie che richiedono l’assunzione di farmaci
  • pianificazione di un intervento chirurgico che richiede anestesia generale
  • gravidanza o pianificazione di una gravidanza
  • allattamento al seno

I pazienti, ai quali vengono prescritti i soppressori dell’appetito, dovrebbero seguire scrupolosamente la prescrizione. Poiché i soppressori dell’appetito possono causare sonnolenza o vertigini, è importante che il paziente sia consapevole della propria risposta al farmaco prima di mettersi alla guida di un veicolo o di maneggiare macchinari.

Ricordiamo ai lettori che il presente articolo si riferisce all’impiego di farmaci su prescrizione per perdere peso in caso di obesità. Invitiamo l’utente a consultare sempre e comunque una figura professionale e ad evitare le soluzioni “fai-da-te” nel caso in cui sia intenzionato a perdere peso.

Fonti

  • National Institutes of Diabetes and Digestive and Kidney Disease (NIDDK): “Prescription Medications for the Treatment of Obesity”

Condividi con: