Minzione dolorosa: quali sono le cause?


La disuria (minzione dolorosa) è un sintomo di dolore, disagio o bruciore durante la minzione. E’ più comune nelle donne che negli uomini. In questi ultimi, è più comune negli uomini anziani che nei giovani uomini.

Link sponsorizzati

Nel corso dell’articolo illustreremo alcune delle cause più comuni di minzione dolorosa.

Le cause più comuni di minzione dolorosa (disuria)

Infezioni. Le infezioni del tratto urinario sono una delle principali cause di minzione dolorosa. Le infezioni possono insorgere in qualsiasi parte del tratto urinario, inclusi:

  • reni
  • ureteri (condotti che trasportano l’urina dai reni alla vescica)
  • vescica
  • uretra (condotto che dalla vescica favorisce la fuoriuscita dell’urina dal corpo)

Nella maggior parte dei casi, le infezioni del tratto urinario sono causate da batteri che entrano nel tratto urinario attraverso l’uretra.

I fattori che possono incrementare le probabilità di sviluppare una infezione del tratto urinario includono:

  • essere donna
  • diabete
  • età avanzata
  • ingrossamento della prostata
  • calcoli renali
  • gravidanza
  • uso di catetere urinario

Oltre alla minzione dolorosa, altri sintomi di infezione del tratto urinario includono:

  • febbre
  • urine caratterizzate da un odore forte e pungente
  • urine torbide o presenza di sangue nelle urine
  • aumento della frequenza urinaria o dello stimolo ad urinare

Talvolta, la minzione dolorosa può essere correlata ad una infezione vaginale, come una infezione da lieviti. In caso di infezioni vaginali, le secrezioni vaginali e l’odore vaginale possono variare.

Anche le infezioni sessualmente trasmesse possono causare minzione dolorosa. Queste includono:

  • herpes genitale
  • clamidia
  • gonorrea

Oltre alla minzione dolorosa, questa tipologia di infezioni può anche causare sintomi come:

  • prurito
  • bruciore
  • vescicole o piaghe in caso di herpes genitale
  • perdite anomale

minzione dolorosa

Infiammazione e irritazione. Una serie di problemi può causare l’insorgenza di infiammazione o irritazione a carico del tratto urinario o della zona genitale, dando luogo al sintomo di minzione dolorosa. Oltre alle infezioni, altri motivi che possono irritare o infiammare la zona includono:

  • calcoli nel tratto urinario
  • irritazione dell’uretra derivante da attività sessuale
  • cistite interstiziale, una condizione causata dall’infiammazione della vescica
  • cambiamenti vaginali legati alla menopausa
  • attività come equitazione o andare in bicicletta
  • sensibilità vaginale o irritazione relative all’utilizzo di saponi o bagnoschiuma profumati, carta igienica o di altri prodotti come lavande vaginali o spermicidi
  • effetti collaterali derivanti dall’assunzione di alcuni farmaci, integratori e trattamenti
  • tumore del tratto urinario

Diagnosi

Dopo aver effettuato un’anamnesi e un esame fisico, il medico può richiedere di effettuare esami di laboratorio per diagnosticare la causa dei sintomi di disuria (minzione dolorosa). In seguito, sarà possibile formulare un trattamento mirato.

Per determinare la causa, il medico può chiedere al paziente se la minzione dolorosa:

  • ha avuto inizio improvvisamente o in modo graduale
  • si è verificata una sola volta o più volte
  • viene avvertita in concomitanza con l’inizio della minzione

Il medico può anche chiedere se la minzione dolorosa è accompagnata da sintomi quali:

  • febbre
  • perdite anomale
  • dolore al fianco

Il medico può anche chiedere se la minzione dolorosa è accompagnata da cambiamenti nel flusso di urina, come:

  • gocciolamento post-minzionale
  • difficoltà ad iniziare la minzione
  • aumento della frequenza di minzione o necessità di urinare

Il medico può anche richiedere informazioni circa eventuali cambiamenti occorsi nei caratteri generali delle urine in concomitanza con la minzione dolorosa. Questi includono variazioni nelle urine come:

  • colore
  • quantità
  • presenza di sangue nelle urine
  • presenza di pus nelle urine
  • torbidità

Le risposte a queste domande forniranno al medico le informazioni necessarie per identificare la causa del problema. Potrebbe essere necessario effettuare un esame delle urine o altri test per confermare la diagnosi.

Fonti

  • Roberts R., Hartlaub P., American Family Physician, 1 settembre 1999, volume 60, pagine 865-872
  • Bremnor J., Sadovsky R., American Family Physician, 15 aprile 2002, volume 65, pagine 1589-1597
  • Manuale Merck: “Dysuria”
  • Fondazione AUA: “Urethral Diverticulum”

Condividi con: