Allergie ai cosmetici: cause, sintomi, trattamento e prevenzione - Oldeconomy

Allergie ai cosmetici: cause, sintomi, trattamento e prevenzione




I prodotti come creme idratanti, shampoo, deodoranti, make-up, colonie e altri tipi di cosmetici, sono diventati parte integrante della routine quotidiana per quanto concerne la cura della persona.

L'American Academy of Dermatology riporta che l'adulto medio utilizza almeno 7 diversi prodotti cosmetici ogni giorno. Sebbene i cosmetici contribuiscano a dare una marcia in più all'aspetto esteriore dell'individuo, essi possono causare irritazioni cutanee o reazioni allergiche. Alcuni ingredienti impiegati nei cosmetici, come fragranze e conservanti, possono agire da allergeni, sostanze che provocano una reazione allergica.

Quali sono i sintomi di una allergia ai cosmetici?

Esistono due reazioni allergiche che potrebbero insorgere a seguito di un'esposizione ai cosmetici: dermatite irritativa da contatto e dermatite allergica da contatto. Per dermatite da contatto si intende un'affezione infiammatoria cutanea (arrossamento, prurito e gonfiore) che insorge per esposizione a una sostanza.

  • Dermatite da contatto irritante: è più comune della dermatite allergica da contatto e chiunque ne può essere colpito. Essa insorge quando una sostanza irritante o aggressiva danneggia la cute. La dermatite da contatto irritante di solito si manifesta con la comparsa di macchie pruriginose, pelle squamosa o una eruzione cutanea rossa, ma può evolversi in vescicole, specie se la cute viene ulteriormente irritata dal grattamento della zona interessata. Essa insorge generalmente nella zona in cui la cute entra in contatto con la sostanza irritante. Le zone dove lo strato più esterno della pelle è sottile, come le palpebre, o dove la pelle è secca e screpolata, sono più soggette alla dermatite da contatto irritante.
  • Dermatite allergica da contatto: insorge negli individui allergici ad un ingrediente specifico o a degli ingredienti presenti in un prodotto. I sintomi includono arrossamento, gonfiore, prurito e formazioni simili ad alveari. In alcuni casi, la pelle diventa rossa e infiammata. Viso, labbra, occhi, orecchie e collo sono le zone maggiormente soggette alle allergie ai cosmetici, anche se le reazioni possono insorgere in qualsiasi parte del corpo.

La tempistica relativa all'insorgenza dei sintomi correlati alla dermatite da contatto irritante è variabile. In caso di agenti irritanti molto forti, come i profumi, la reazione può manifestarsi nel giro di pochi minuti o poche ore dopo l'esposizione. Tuttavia, nel caso di un agente irritante più debole, come il sapone, i sintomi possono richiedere giorni o settimane di esposizione continua prima di insorgere. In alcuni casi, un individuo può sviluppare una sensibilità allergica a un prodotto dopo averlo utilizzato per anni.

 

allergia_cosmetici.jpg

Quali sono le cause delle allergie ai cosmetici?

Nel caso della dermatite da contatto irritante, la lesione cutanea insorge quando la pelle entra in contatto con sostanze aggressive, nella maggior parte dei casi sostanze chimiche, che danneggiano lo strato esterno della cute, causando la comparsa dei sintomi correlati ad una allergia al cosmetico.

La dermatite allergica da contatto insorge poiché il sistema immunitario reagisce contro una sostanza specifica (allergene) che considera estranea e dannosa.

Quanto sono comuni le allergie ai cosmetici?

Gravi allergie ai cosmetici sono rare. Tuttavia, non è insolito che un individuo presenti una lieve reazione o irritazione ad un ingrediente presente in un prodotto cosmetico. Gli studi suggeriscono che fino al 10% della popolazione può presentare qualche forma di reazione ad un cosmetico nel corso della vita. Le reazioni ai cosmetici insorgono più spesso nelle donne, molto probabilmente perché esse tendono ad utilizzare i prodotti cosmetici più degli uomini.

Cosa fare in caso di allergia ad un cosmetico?

In presenza di una reazione allergica, è consigliabile interrompere l'utilizzo di tutti i cosmetici. Quando i sintomi sono scomparsi, è possibile iniziare nuovamente ad utilizzarli, un prodotto alla volta. Questo può contribuire a determinare quale prodotto o quali prodotti sono responsabili della reazione. Nel caso in cui non sia possibile identificare la fonte della reazione o qualora i sintomi non scompaiano dopo aver interrotto l'utilizzo dei cosmetici, è consigliabile consultare il medico.

Come vengono diagnosticate le allergie ai cosmetici?

Le allergie vengono diagnosticate in base alla sintomatologia e alla anamnesi relativa all'esposizione del paziente a vari prodotti cosmetici. Poiché la maggior parte degli adulti utilizza molti prodotti cosmetici, identificare il responsabile della reazione può essere difficile. Nel caso in cui il medico sospetti una dermatite allergica da contatto, potrà effettuare un test allergologico cutaneo per identificare le sostanze a cui il paziente è allergico.

Come vengono trattate le allergie ai cosmetici?

Il trattamento relativo alle allergie ai cosmetici consiste generalmente nell'evitare i prodotti che causano l'insorgenza dei sintomi. Le creme e le pomate acquistabili senza prescrizione medica contenenti cortisone, come idrocortisone (Cortisone 10) e idrocortisone acetato (Cort-aid), possono essere utilizzate per alleviare e tenere sotto controllo prurito, gonfiore e arrosamento. E' consigliabile consultare il medico prima di prendere in considerazione l'idea di applicare cortisone sul viso. Gli steroidi topici talvolta possono comportare lo scolorimento della pelle del viso.

Cosa fare per prevenire le allergie ai cosmetici?

Esistono diverse strategie da adottare per tentare di evitare l'insorgenza di allergie ai cosmetici, tra cui:

  • Leggere l'elenco degli ingredienti su tutti i prodotti cosmetici. Nel caso in cui si noti la presenza di un ingrediente che in passato ha causato l'insorgenza di una reazione, è consigliabile non utilizzare il prodotto che lo contiene. E' inoltre consigliabile annotare tutti gli ingredienti che hanno causato eventuali reazioni e scegliere prodotti che non li contengano.
  • Quando si desidera acquistare un nuovo prodotto, è consigliabile effettuare un "mini test cutaneo" per verificare se esso può causare una reazione: applicare una piccola quantità del prodotto sulla parte interna del polso o del gomito e attendere 24 ore per appurare l'insorgenza di una reazione.
  • E' consigliabile scegliere prodotti con formulazioni semplici. La presenza di molti ingredienti incrementa le possibilità di un numero maggiore di potenziali allergeni. Nel caso in cui il numero degli ingredienti sia esiguo, risulta più semplice identificare l'origine del problema, qualora dovesse insorgere una reazione.
  • E' consigliabile applicare il profumo sui vestiti piuttosto che direttamente sulla pelle e lasciare asciugare il profumo prima di indossarli.
  • E' consigliabile prestare particolare attenzione al trucco, poiché permane a contatto con la pelle per lungo tempo. Quindi, è buona norma preferire prodotti ipoallergenici, privi di fragranze e non comedogenici, anche se i prodotti etichettati con tali diciture possono comunque causare reazioni.

Prevenzione ed etichette dei prodotti cosmetici

Per trarre il massimo beneficio dai cosmetici e dai prodotti per la cura della pelle, è importante essere consapevoli degli ingredienti presenti in ogni prodotto, al fine di evitare quelli che possono rivelarsi allergeni. Gli ingredienti solitamente vengono elencati in ordine descrescente in base alla quantità. E' bene ricordare, tuttavia, che i segreti commerciali (comprese certe fragranze) non devono essere specificatamente elencati.

Inoltre, è importante tenere a mente che i prodotti etichettati con le diciture "non profumato" o "privo di/senza fragranze" possono comunque contenere piccole quantità di fragranze necessarie per coprire l'odore di altri ingredienti chimici. "Naturale" generalmente significa che il prodotto include ingredienti estratti da piante o da prodotti di origine animale, piuttosto che ingredienti prodotti chimicamente. I prodotti etichettati come "non-comedogenico" non contengono ingredienti che comunemente ostruiscono i pori (l'ostruzione dei pori può comportare l'insorgenza di acne).

L'etichettatura dei prodotti cosmetici può essere utile quando si è alla ricerca di ingredienti specifici, ma è bene prestare particolare attenzione alle diciture presenti su alcuni di questi prodotti. Per esempio, molti prodotti utilizzano il termine "ipoallergenico", anche se non vi sono norme o standards per l'impiego di questo termine. "Ipoallergenico" suggerisce che un prodotto presenta meno probabilità di causare una reazione allergica rispetto ad un altro prodotto simile, ma i produttori non sono tenuti a dimostrare questa affermazione. Inoltre, i prodotti etichettati come "organico" o "biologico" non presentano meno probabilità di causare una reazione allergica. Non vi è alcun prodotto cosmetico che può garantire di non provocare una reazione allergica.

Suggerimenti finali per utilizzare i cosmetici in sicurezza

  • Praticare sempre una buona igiene personale. Assicurarsi di lavarsi mani e viso prima di applicare il make-up o altri cosmetici.
  • Non condividere i cosmetici con altre persone.
  • Se si vuole testare un prodotto in negozio, è consigliabile chiedere al commesso o alla commessa un applicatore inutilizzato la cui apertura è stata precedentemente pulita con alcol.
  • Una volta terminato l'uso, tenere i contenitori dei cosmetici chiusi ermeticamente e privi di polvere e sporcizia.
  • Riporre i cosmetici lontano da fonti di calore o dall'esposizione diretta alla luce solare.
  • In presenza di una infezione oculare, come ad esempio la congiuntivite, non applicare cosmetici sugli occhi. Quando l'infezione sarà guarita, eliminare i prodotti utilizzati in precedenza e usare prodotti nuovi.
  • Eliminare i prodotti che cambiano colore o che sviluppano un odore. Questo può significare che i conservanti presenti in essi non sono più in grado di combattere i batteri.
  • Se la consistenza di un prodotto cambia, non aggiungere acqua. In questo caso, è bene gettare il prodotto.
  • Pulire pennelli e applicatori frequentemente.

 

 

Referenze

  • American Academy of Dermatology




Link sponsorizzati