Piedi e caviglie gonfi: quali sono le cause? - Oldeconomy

Piedi e caviglie gonfi: quali sono le cause?




Il gonfiore ai piedi e alle caviglie è un problema comune e di solito non desta preoccupazione, specie se si è rimasti in piedi per molto tempo o se si è camminato a lungo. Ma nel caso in cui tale gonfiore persista o sia accompagnato da altri sintomi, potrebbe essere segno di un grave problema di salute. Nel corso dell'articolo prenderemo in esame alcune delle possibili cause di gonfiore a piedi e caviglie offrendo consigli su quando è opportuno rivolgersi al medico.

Complicazioni correlate alla gravidanza

Un po' di gonfiore a caviglie e piedi durante la gravidanza è normale. Tuttavia, la comparsa improvvisa o eccessiva di gonfiore potrebbe essere un segno di preeclampsia, una condizione grave caratterizzata da ipertensione e presenza di proteine nelle urine (proteinuria) che si sviluppa dopo la ventesima settimana di gestazione. In caso di gonfiore grave o gonfiore accompagnato da altri sintomi, come dolori addominali, mal di testa, minzione scarsa, nausea e vomito o disturbi visivi, è consigliabile consultare immediatamente il medico.

Infortunio al piede o alla caviglia

Un infortunio al piede o alla caviglia può comportare la comparsa di gonfiore. Il caso più comune è la distorsione alla caviglia, che si verifica quando un infortunio o un "passo falso" compiuto mentre si cammina, causano l'allungamento anomalo dei legamenti della caviglia. Per ridurre un eventuale gonfiore al piede o alla caviglia, è consigliabile evitare di camminare sulla parte lesa, applicare impacchi di ghiaccio e fasciare la parte colpita con un bendaggio compressivo mantenendola in posizione elevata (appoggiandola, per esempio, su uno sgabello o su un cuscino). Qualora il gonfiore e il dolore siano intensi o qualora il trattamento domestico non dovesse sortire alcun effetto benefico, è consigliabile consultare il medico.

 

piede_caviglia.jpg

Linfedema

Il linfedema è caratterizzato da un accumulo anomalo di liquido linfatico nei tessuti che può svilupparsi a causa dell'assenza o di problemi dei vasi linfatici oppure a seguito della rimozione dei linfonodi. La linfa è un liquido ricco di proteine che normalmente scorre lungo una vasta rete di vasi e capillari. Viene filtrato dai linfonodi, che trattengono e distruggono le sostanze indesiderate, come i batteri. Nel caso in cui vi sia un problema a carico dei vasi o dei linfonodi, il flusso della linfa può essere bloccato. Se non trattato, l'accumulo di linfa può compromettere la guarigione di eventuali ferite e comportare la comparsa di infezioni e deformità. Il linfedema è comune nei pazienti che soffrono di cancro a seguito di radioterapia o della rimozione dei linfonodi. Nel caso in cui si sperimenti gonfiore dopo essere stati sottoposti a trattamenti contro il cancro, è consigliabile consultare immediatamente il medico.

Insufficienza venosa

Il gonfiore alle caviglie e ai piedi è spesso uno dei primi sintomi di insufficienza venosa, una condizione caratterizzata da inadeguato ritorno venoso al cuore. Normalmente, le vene garantiscono il flusso del sangue dalle gambe verso l'alto tramite l'ausilio di valvole unidirezionali. Quando queste valvole vengono danneggiate o indebolite, il sangue può fuoriuscire e non è più in grado di risalire correttamente, riscendendo nuovamente nei vasi sanguigni. Il fluido quindi viene trattenuto nel tessuto molle della parte inferiore delle gambe, soprattutto piedi e caviglie. L'insufficienza venosa cronica può comportare cambiamenti cutanei, ulcere cutanee e infezioni. Nel caso in cui si sperimentino segni di insufficienza venosa, è consigliabile consultare il medico.

Infezione

Il gonfiore a piedi e caviglie può essere un segno di infezione. Le persone che soffrono di neuropatia diabetica o di altri disturbi nervosi ai piedi presentano maggiori probabilità di rischio di infezioni al piede. Per chi soffre di diabete, è di estrema importanza ispezionare i piedi ogni giorno al fine di verificare una eventuale presenza di vesciche e piaghe, poiché i danni a carico dei nervi possono smorzare la normale sensazione di dolore causando, di conseguenza, una rapida progessione del problema. Nel caso in cui si noti la presenza di piede gonfio o di piaghe che sembrano essere infette, è consigliabile consultare immediatamente il medico.

Coaguli di sangue

I coaguli di sangue che si formano nelle vene delle gambe possono fermare il flusso di ritorno del sangue dalle gambe al cuore e causare gonfiore alle caviglie e ai piedi. I coaguli di sangue possono essere sia superficiali (i coaguli si formano nelle vene appena sotto la pelle) che profondi (una condizione nota come trombosi venosa profonda). I coaguli delle vene profonde possono bloccare una o più delle vene principali delle gambe. I coaguli di sangue possono essere letali, se si staccano dalle pareti delle vene spostandosi verso cuore e polmoni. In presenza di gonfiore a una gamba accompagnato da dolore, febbricola e cambiamento di colore della gamba colpita, è consigliabile consultare immediatamente il medico. Il trattamento con anticoagulanti potrebbe essere necessario.

Malattie cardiache, epatiche o renali

Talvolta il gonfiore può essere indice di un problema come malattie cardiache, epatiche o renali. Le caviglie che tendono a gonfiarsi di sera potrebbero essere segno di ritenzione salina e idrica a causa di insufficienza cardiaca destra. Anche una patologia renale può causare gonfiore al piede e alla caviglia. Quando i reni non funzionano correttamente, il fluido può accumularsi nel corpo. Una patologia epatica può influenzare la secrezione da parte del fegato di una proteina chiamata albumina, che impedisce al sangue di fuoriuscire dai vasi sanguigni presenti nei tessuti circostanti. L'inadeguata secrezione di albumina può comportare la fuoriuscita di fluido. La gravità causa quindi un maggiore accumulo di fluido in parti come piedi e caviglie, sebbene il fluido possa accumularsi anche nell'addome e nel torace. Nel caso in cui il gonfiore sia accompagnato da altri sintomi, tra cui affaticamento, perdita di appetito e aumento di peso, è consigliabile consultare immediatamente il medico. In presenza di fiato corto o dolore al petto, pressione o senso di oppressione, è bene chiamare subito il 118.

Effetti collaterali dei farmaci

Molti farmaci possono causare gonfiore ai piedi e alle caviglie come possibile effetto collaterale. Essi comprendono:

  • Ormoni come estrogeni (che si trovano nei contraccettivi orali e nella terapia ormonale sostitutiva) e testosterone
  • Calcio-antagonisti, un tipo di farmaco atto a trattare la pressione arteriosa, che comprendono nifedipina (Adalat, Afeditab, Nifediac, Nifedical, Procardia), amlodipina (Norvasc), diltiazem (Cardizem, Cartia, Dilacor, Diltia, Tiazac), felodipina (Plendil) e verapamil (Calan, Covera-HS, Isoptin, Isoptin SR, Verelan)
  • Steroidi, compresi gli steroidi androgeni e anabolizzanti, e i corticosteroidi come il prednisone
  • Antidepressivi, tra cui: triciclici, come nortriptilina (Pamelor, Aventyl), desipramina (Norpramin) e amitriptilina (Elavil, Endep, Vanatrip) e gli inibitori delle monoaminoossidasi (IMAO) come fenelzina (Nardil) e tranilcipromina (Parnate)
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)
  • Farmaci atti a trattare il diabete

Se si sospetta che il gonfiore possa essere correlato all'assunzione di un farmaco, è consigliabile rivolgersi al medico. Anche se i benefici arrecati dall'assunzione di un dato farmaco possono rendere sopportabile un lieve gonfiore, la presenza di un grave gonfiore potrebbe rendere necessario cambiare il tipo di farmaco o il dosaggio.

 

 

Referenze

  • MedlinePlus: "Swelling", "Preeclampsia", "Foot, Leg and Ankle Swelling"
  • ArthritisToday.org: "What is Rheumatoid Arthritis?", "Arthritis Treatment Timeline"
  • American Academy of Orthopaedic Surgeons: "Sprained Ankle"
  • National Lymphedema Network: "What is Lymphedema?"
  • Penn State Milton S. Hershey Medical Center College of Medicine: "Chronic Venous Insufficiency", "Congestive Heart Failure"
  • Baylor College of Medicine: "Varicose Veins"
  • De Moines University Clinic: "Diabetic Foot Care"
  • USC Center for Vascular Care: "Varicose Veins and Venous Disease"
  • Yale University Cushing/Whitney Medical Library: "Heart Disease Symptoms"




Link sponsorizzati