Sono incinta? Guida ai sintomi


La maggior parte delle donne pensa che la mancata comparsa del regolare ciclo mestruale sia tassativamente indice di gravidanza. Ma esistono altri segni e sintomi che la maggior parte delle donne può sperimentare nelle prime fasi della gravidanza. E’ importante ricordare che non tutte le donne arrivano a sperimentare tutti questi sintomi o, in ogni caso, nella medesima modalità. Per esempio, una donna può presentare diversi tipi di sintomi nel corso di più gravidanze. Quelli che elencheremo qui di seguito sono i sintomi più comuni tipici del primo trimestre.

Link sponsorizzati

Assenza del ciclo mestruale

L’assenza del ciclo mestruale è molto spesso il primo segno di gravidanza. Talvolta una donna incinta può presentare perdite ematiche in concomitanza con il periodo relativo al ciclo mestruale. Questo tipo di perdita ematica si verifica nel momento in cui l’ovulo fecondato attecchisce alla parete uterina. Si tratta quindi di una perdita ematica relativa all’impianto dell’ovulo fecondato nell’utero.

Solitamente le perdite ematiche che si verificano durante la gravidanza sono di minore entità rispetto a quelle osservate durante il regolare periodo mestruale. Tuttavia, nel caso in cui il ciclo mestruale di una donna non sia di base regolare, potrebbero verificarsi alcuni degli altri sintomi che contraddistinguono la gravidanza ancor prima del mancato periodo mestruale. L’assenza del ciclo mestruale, inoltre, non costituisce la conferma definitiva di una gravidanza in corso, in quanto sia le condizioni emotive che fisiche della donna possono causare la mancata comparsa o il ritardo del periodo mestruale.

Gonfiore e sensazione di dolore al seno

Le sensazioni di dolore e gonfiore al seno sono comunemente associate alla gravidanza. Questi sintomi sono spesso simili alle sensazioni che una donna sperimenta nei giorni antecedenti la comparsa del ciclo mestruale. La donna può anche sperimentare una sensazione di pesantezza o di pienezza al seno. In alcune donne, tali sintomi possono fare la loro comparsa già una o due settimane dopo il concepimento. La donna può anche notare una variazione di colore nella zona circostante il capezzolo (areola) e/o la comparsa di una linea di colore scuro che ha inizio nella zona centrale dell’addome estendendosi fino alla zona pubica (conosciuta come linea nigra). In molte donne, l’inscurimento dell’areola può persistere anche dopo la gravidanza, ma la linea nigra scompare di norma nei mesi successivi il parto.

Nausea e vomito

Anche la nausea e il vomito sono sintomi piuttosto comuni durante i primi mesi della gravidanza. Tradizionalmente denominata “nausea mattutina”, la nausea e il vomito associati ai primi mesi di gravidanza possono verificarsi in qualsiasi momento del giorno e della notte. In ogni caso, la comparsa di tale sintomo ha luogo tra la 2° e l’8° settimana di gravidanza. La maggior parte delle donne presenta nausea e vomito circa un mese dopo la gravidanza, ma in alcune donne la “nausea mattutina” può verificarsi anche prima.

Si ritiene che l’aumento dei livelli di estrogeni, che si verifica nel periodo iniziale della gravidanza, possa rallentare lo svuotamento dello stomaco ed essere quindi correlato allo sviluppo di nausea. Un altro elemento caratteristico è la voglia smodata o l’avversione verso alimenti o odori specifici. Non è insolito per una donna incinta cambiare le proprie preferenze alimentari, cessando spesso di consumare quelli che nel periodo antecedente la gravidanza erano i cibi preferiti. Nella maggior parte delle donne, nausea e vomito iniziano a scemare a partire dal secondo trimestre di gravidanza.

Spossatezza e stanchezza

La spossatezza e la stanchezza sono sintomi sperimentati da molte donne durante le prime fasi della gravidanza. La causa correlata a tale stanchezza non è stata ancora completamente determinata, ma si ritiene che possa essere associata all’aumento dei livelli di progesterone. La spossatezza è un altro sintomo che può essere sperimentato nelle prime settimane dopo il concepimento.

gravidanza segni

Gonfiore addominale

Alcune donne possono sperimentare una sensazione di gonfiore all’addome, ma solitamente l’aumento di peso durante il primo trimestre di gravidanza è irrisorio. Nella fase iniziale della gravidanza, l’aumento tipico di peso è pari a mezzo chilo circa al mese. Talvolta alcune donne, durante le prime settimane di gravidanza, sperimentano anche lievi crampi addominali, che possono essere paragonabili ai crampi che si verificano prima o durante il ciclo mestruale.

Minzione frequente

La donna, durante le prime fasi della gravidanza, può sentire l’esigenza di urinare frequentemente, soprattutto nelle ore notturne. Inoltre, possono verificarsi perdite di urina dopo un colpo di tosse, uno starnuto o una risata. Tale minzione frequente può avere cause sia fisiche che ormonali. Una volta che l’embrione è impiantato nell’utero, inizia a produrre un ormone chiamato gonadotropina corionica umana (hCG), che si ritiene stimoli la minzione frequente. Un’altra causa correlata all’esigenza di urinare spesso, che si sviluppa più avanti nel corso della gravidanza, è la pressione esercitata sulla vescica dalla crescita dell’utero.

Temperatura corporea basale elevata

Una temperatura corporea basale elevata persistente (ovvero la temperatura misurata per via orale di mattina prima di alzarsi dal letto) è un altro segno caratteristico di gravidanza. L’aumento della temperatura corporea basale si verifica subito dopo l’ovulazione e persiste fino alla comparsa del ciclo mestruale successivo. La persistenza di una temperatura corporea basale elevata oltre il tempo relativo al periodo mestruale previsto, è un altro segno di gravidanza.

Melasma (inscurimento della pelle)

Nel primo trimestre, alcune donne possono sviluppare quella che viene definita “maschera della gravidanza”, ovvero un inscurimento della pelle sulla fronte, sul dorso del naso, sul labbro superiore o sugli zigomi. Queste macchie scure sono generalmente presenti su entrambi i lati del viso. In gergo medico tale condizione viene chiamata melasma o cloasma, ed è più comune nelle donne con carnagione scura. Il melasma può verificarsi anche in presenza di altre condizioni che esulano dalla gravidanza. Le donne che presentano casi precedenti in famiglia di melasma hanno maggiori possibilità di sviluppare questo segno cutaneo di gravidanza.

Sbalzi di umore e stress

Gli sbalzi di umore e lo stress sono tra i sintomi più comuni riportati da molte donne nelle prime fasi della gravidanza. Durante questo periodo, molte donne descrivono picchi emozionali inusuali o crisi di pianto improvvise. Si ritiene che i repentini cambiamenti a livello ormonale siano la causa di tali sbalzi di umore. Le donne incinte possono anche notare cambiamenti maggiormente rapidi e drastici per quanto concerne lo stato d’animo.


Condividi con: