Infezioni fungine e palestra: prevenzione e rimedi


Le infezioni fungine possono essere pruriginose e fastidiose, ma raramente sono di grave entità. Le infezioni comuni come il piede d’atleta, la tinea cruris (infezione micotica all’inguine) e la tigna sono causate da funghi e sono facilmente trasmissibili e contagiose. Di solito, nelle persone sane questo tipo di infezioni non si estende oltre la superficie della pelle e sono quindi facili da trattare. Se trascorrete molto tempo in palestra, è consigliabile adottare misure adeguate per prevenire un eventuale contagio.

Link sponsorizzati

Piede d’Atleta

Sentite prurito e bruciore ai piedi e avete notato che la pelle in quella zona è eccessivamente screpolata? Il piede d’atleta (altrimenti conosciuto come tinea pedis) di solito si sviluppa tra le dita dei piedi e può diffondersi attraverso i pavimenti bagnati dello spogliatoio, i calzini bagnati di sudore e le scarpe umide. Per prevenire l’infezione è bene indossare durante la permanenza in palestra calzature idonee (ciabatte), asciugare accuratamente i piedi e indossare calzini puliti.

Tinea cruris

La tinea cruris è caratterizzata da un’eruzione cutanea in rilievo, pruriginosa e di colore rosso nella zona dell’inguine. Può colpire sia uomini che donne. Può essere causata dalla sudorazione e dall’ambiente umido spesso provocati dall’abbigliamento sportivo. E’ possibile prevenirla mantenendo l’inguine pulito e asciutto e indossando biancheria intima pulita e asciutta e pantaloni larghi dopo ogni sessione di attività fisica.

Tigna

La tigna (tinea corporis) colpisce il corpo o il cuoio capelluto (tinea capitis). Questa infezione fungina è caratterizzata da un’eruzione cutanea in rilievo, pruriginosa, di colore rosso e di forma circolare. Di solito la parte centrale dell’eruzione presenta una colorazione più chiara. Si è più a rischio nel momento in cui la pelle risulta essere spesso esposta ad un ambiente caldo e umido oppure se si entra in contatto con una persona o un animale domestico già infetti. E’ possibile prevenire l’infezione facendo una doccia dopo aver sudato e avendo cura di asciugarsi bene. La tigna è facilmente trasmissibile, quindi è consigliabile non condividere asciugamani, pettini o altri oggetti personali con altre persone.

infezioni fungine e palestra

Onicomicosi

L’onicomicosi è caratterizzata dalla presenza di unghie sfaldate, fragili, scolorite e ispessite. Sebbene colpisca più comunemente le unghie dei piedi, questa infezione fungina può colpire anche le unghie delle mani. L’infezione è favorita dalla presenza di un ambiente caldo e umido. Per prevenire tale condizione, è bene mantenere le unghie corte, indossare calzini puliti e asciutti cambiandoli spesso. E’ consigliabile inoltre indossare calzature con punta larga (in questo modo le dita dei piedi non hanno modo di sovrapporsi o di stare troppo vicine le une alle altre) e non condividere il tagliaunghie con altre persone.

Abbigliamento sportivo e igiene

Ricordate di cambiarvi subito dopo l’allenamento. Gli indumenti sportivi intrisi di sudore costituiscono un habitat ideale per la proliferazione di funghi e altri germi. Lavate la tenuta che indossate in palestra dopo ogni utilizzo e indossate sempre abiti puliti prima di ogni allenamento.

Igiene a casa

Per evitare che le infezioni fungine possano diffondersi tra le mura domestiche, la cosa migliore da fare è quella di mantenere sempre la pelle pulita e asciutta. Cambiate la biancheria intima e i calzini tutti i giorni. Arieggiate le scarpe da ginnastica e lavatele regolarmente. Toglietevi le scarpe quando siete in casa. Così facendo, permetterete ai vostri piedi di respirare.

Igiene in palestra e nello spogliatoio

Per contrastare le infezioni fungine in palestra, indossate apposite ciabatte mentre siete nello spogliatoio ed evitate di sedervi su panche bagnate. Non condividete tappetini o asciugamani con altre persone. Lavatevi le mani prima e dopo l’allenamento e non dimenticate di pulire le attrezzature prima e dopo l’uso.

Trattamento delle infezioni fungine

Se sospettate di avere un’infezione fungina, consultate anzitutto il medico. Esistono altri problemi della pelle che presentano caratteristiche simili alle infezioni fungine, ma che richiedono un tipo di trattamento diverso. In caso di infezioni di lieve entità, l’applicazione di farmaci topici è risolutiva. In caso di infezioni più gravi, potrebbe essere necessaria l’assunzione di farmaci per via orale.

Le infezioni fungine possono provocare malattie?

Le infezioni fungine sono sicuramente sgradevoli e fastidiose, ma raramente comportano effetti che vanno oltre il prurito e l’irritazione cutanea. A meno che il sistema immunitario non sia compromesso o debilitato, il corpo umano è in grado di contrastare l’infezione prima che possa causare una grave malattia. Infine, se l’infezione fungina che avete contratto vi preoccupa particolarmente, rivolgetevi senza esitare al medico.


Condividi con: