Retinolo: quando usarlo e quando evitarlo


Avrete avuto sicuramente modo di notare che il retinolo nel corso degli ultimi anni è diventato uno degli ingredienti principali di un numero sempre più crescente di prodotti per la cura della pelle. Inizialmente era presente solo nelle creme e nei sieri per la notte, ma di recente è stato inserito in quasi tutti i prodotti per la pelle, dai detergenti alle creme solari. Il punto è che il retinolo non dovrebbe mai essere utilizzato durante il giorno, un fatto che le aziende produttrici di cosmetici sembrano ignorare.

Link sponsorizzati

Il retinolo è una versione da banco e più blanda della tretinoina, un derivato della vitamina A (disponibile solo sotto prescrizione medica) considerato altamente efficace nel trattamento della pelle danneggiata dal sole e dei segni di invecchiamento. La tretinoina riduce le rughe di espressione, uniforma e migliora l’incarnato, restringe i pori e stimola la circolazione sanguigna e la produzione di collagene. Tuttavia, molte persone non tollerano la tretinoina poiché può irritare e seccare la pelle. Il retinolo, invece, è più blando in quanto l’effetto può non essere così “drammatico” e viene tollerato meglio. Così come la tretinoina, il retinolo favorisce il ricambio cellulare della pelle. La pelle in questa fase è delicata e non dovrebbe essere esposta al sole. Ecco perché questi ingredienti dovrebbero essere presenti solo nei prodotti per la notte.

I derivati della vitamina A, retinolo incluso, si deteriorano rapidamente in caso di esposizione a sole e aria. Questo è il motivo per cui i prodotti contenenti retinolo dovrebbero essere sempre confezionati in bombolette o tubetti provvisti di chiusura idonea che ne impedisca il deterioramento. Questi prodotti, una volta aperti, non si conservano bene e devono, per questo motivo, essere utilizzati entro un paio di mesi.

retinolo quando usarlo

Ciò che preoccupa molti dermatologi è che il retinolo oggigiorno viene utilizzato nella produzione di fondotinta, rossetti, creme solari e detergenti, specie in quei prodotti che vengono pubblicizzati come “anti-età”. Ma nel momento in cui il retinolo è presente nei prodotti da applicare durante il giorno, l’effetto sarà esattamente opposto, ovvero potrà favorire un più rapido invecchiamento poiché la pelle sarà più sensibile al sole, indipendentemente dal fattore di protezione solare (SPF) indicato sulla confezione del prodotto stesso. Questo approccio due in uno, ovvero l’accoppiata “creme solari anti-età e fondotinta” non è affatto una buona idea.

I detergenti che contengono retinolo sono semplicemente uno spreco di denaro, poiché il retinolo viene eliminato tramite la detersione e non permane sulla pelle sufficientemente a lungo per svolgere la propria funzione. Anche i rossetti contenenti retinolo non suscitano molto entusiasmo tra i dermatologi. La pelle delle labbra è molto sottile e sensibile ed è la zona del corpo ove i tumori della pelle si metastatizzano con maggiore rapidità. Molti dermatologi ritengono che promuovere rossetti contenenti retinolo sia semplicemente irresponsabile ed inutile, dal momento che è possibile applicare il retinolo sulle labbra in modo più sicuro, ovvero di sera.

Inoltre, un altro aspetto da tenere in debita considerazione è che il retinolo, come tutti i derivati della vitamina A, non è raccomandato alle donne in gestazione o in fase di allattamento. In questo caso specifico, sono sconsigliabili tutti i prodotti relativi alla cura della pelle, anche i sieri e le creme da notte, e ovviamente le creme solari. Molti prodotti per la pelle purtroppo non riportano sufficienti raccomandazioni circa l’utilizzo per le donne in gestazione.

In conclusione, il retinolo è un ingrediente utile e sicuro se usato propriamente e se presente nel giusto tipo di prodotti, ovvero quelli per la notte.


Condividi con: