Raffreddore e influenza: quali sono i rimedi naturali efficaci?


Non c’è da meravigliarsi se i rimedi naturali atti a contrastare raffreddore e influenza sono alquanto popolari. La medicina moderna non propone nessun tipo di cura per questi malesseri secolari. Sebbene alcuni farmaci antivirali siano in grado di prevenire e ridurre la durata dell’influenza, la maggior parte di essi offre solo un sollievo temporaneo dei sintomi. Anche molti rimedi naturali possono offrire un sollievo temporaneo e alcuni possono aiutarci a stare realmente meglio. Vediamo nello specifico quali sono i rimedi più promettenti.

Link sponsorizzati

Echinacea

L’echinacea è un integratore a base di erbe. Si ritiene che possa stimolare il sistema immunitario favorendo la lotta alle infezioni. Ciò che non è ancora del tutto chiaro è se questo rimedio possa contribuire a combattere raffreddore o influenza. In passato, alcuni ricercatori hanno affermato di non aver notato nessun reale beneficio, ma alcuni studi recenti propongono un quadro decisamente più positivo. Ai partecipanti di questi studi è stato chiesto di assumere echinacea in caso di raffreddore. Il risultato è stato più che promettente: l’assunzione di questo integratore a base di erbe ha ridotto la durata del raffreddore di 1,4 giorni circa. Tuttavia, gli esperti sono tuttora scettici. E’ consigliabile quindi consultare il medico prima di provare l’echinacea o altri rimedi erboristici.

Zinco

Alcuni studi dimostrano che lo zinco sembra avere proprietà antivirali. Esistono prove certe attestanti che questo minerale può prevenire la formazione di alcune proteine che i virus del raffreddore utilizzano per riprodursi. Sebbene lo zinco sembra non possa essere di aiuto nel prevenire il raffreddore, alcune ricerche suggeriscono che può tuttavia ridurne la durata dei sintomi e la gravità, se assunto entro 24 ore dalla comparsa dei primi sintomi. E’ consigliabile evitare la somministrazione intranasale di prodotti per il raffreddore contenenti zinco. Sono stati infatti segnalati casi di perdita permanente dell’olfatto.

Vitamina C

La reale efficacia della vitamina C nel contrastare il raffreddore rimane incerta. Alcuni studi suggeriscono che essa può essere di aiuto nel ridurre la durata e la gravità dei sintomi del raffreddore. Ai partecipanti di uno studio, esposti a stress fisico estremo e basse temperature, ai quali è stata somministrata vitamina C presentavano il 50% di probabilità in meno di contrarre un raffreddore. Per evitare spiacevoli effetti collaterali, come diarrea e mal di stomaco, gli adulti dovrebbero limitare la dose giornaliera di vitamina C a 2.000 milligrammi.

Brodo di pollo

Le nostre nonne ne sapevano qualcosa. Il brodo di pollo può alleviare i sintomi del raffreddore in più modi. Inalare il vapore emesso dal brodo caldo contribuisce a ridurre la congestione nasale. Sorseggiare il brodo favorisce l’idratazione dell’organismo. Alcuni sostengono che il brodo può alleviare l’infiammazione. I ricercatori, conducendo test di laboratorio, hanno scoperto che il brodo di pollo ha effettivamente proprietà anti-infiammatorie. Tuttavia, non è ancora chiaro se l’effetto è il medesimo nei casi reali di raffreddore.

Tè caldo

Bere il tè caldo offre alcuni dei vantaggi menzionati nel paragrafo precedente. Inalare il vapore emesso dalla bevanda calda aiuta a ridurre la congestione, mentre deglutire il liquido lenisce la gola e contribuisce a preservare un adeguato livello di idratazione. Il tè nero e il tè verde, inoltre, sono ricchi di antiossidanti che possono contrastare il raffreddore.

Punch caldo

Il punch caldo è un antico rimedio che veniva utilizzato nelle fredde sere invernali. Visto che non è consigliabile sorseggiare il tè poco prima di andare a dormire (a causa della presenza di caffeina), optate per una fumante tazza di tisana alle erbe. Aggiungete un cucchiaino di miele, un goccio di whisky o di bourbon e una spruzzata di limone. Questa miscela favorisce la decongestione, lenisce la gola e agevola il sonno. Limitate la quantità a una sola tazza. L’assunzione eccessiva di alcol può ripercuotersi sul buon funzionamento del sistema immunitario.

raffreddore e influenza rimedi naturali

Aglio

L’aglio è stato osannato a lungo per le sue leggendarie abilità nel contrastare i germi. E’ tuttora elogiato in quanto alimento salutare con proprietà medicinali. E’ bene precisare che non esistono sufficienti riscontri scientifici al riguardo, ma rimane comunque assodato che l’aglio è un alimento molto nutriente. Inoltre, esso può dare più sapore alle pietanze che, in caso di naso chiuso, risultano insipide se non totalmente prive di gusto.

Vapore e umidificatore

Per una dose massiccia di vapore, posizionate un umidificatore in stanza o sedetevi semplicemente in bagno con la porta chiusa dopo aver aperto l’acqua calda nella doccia. Respirare vapore contribuisce ad alleviare la congestione nasale, contrastando la spiacevole sensazione di naso chiuso o gocciolante.

Gocce saline

La somministrazione nasale di prodotti a base di soluzione salina contribuisce a ridurre le secrezioni nasali e a rimuovere il muco in eccesso, alleviando la congestione. Potete acquistare le gocce saline in farmacia oppure prepararle a casa mescolando 230 ml di acqua tiepida con 1/4 di cucchiaino di sale e 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio. Aiutandovi con una siringa a bulbo iniettate il composto in una narice tenendo chiusa l’altra. Ripetete questa operazione 2-3 volte e passate all’altra narice.

Lota Neti

Il Lota Neti (in inglese neti pot) rappresenta un’opzione valida per effettuare una irrigazione nasale più sistematica. Il Lota Neti non è altro che un piccolo contenitore in ceramica a forma di teiera con il beccuccio adatto a essere inserito nel naso. Questo strumento viene utilizzato per irrigare i passaggi nasali con una soluzione salina (procedimento noto come irrigazione nasale). Questa pratica rende il muco meno denso e ne favorisce la fuoriuscita. La ricerca suggerisce che il lota neti è di notevole aiuto nell’alleviare i sintomi della sinusite, come congestione, pressione e dolore facciale, specie nei pazienti con problemi di sinusite cronica.

Unguento al mentolo

Soffiarsi il naso in continuazione quando si ha il raffreddore può irritare la pelle intorno alle narici. Un semplice rimedio consiste nell’applicare un unguento al mentolo nella parte inferiore del naso, ma non all’interno dello stesso. Il mentolo contiene agenti specifici in grado di alleviare la spiacevole sensazione dovuta alla pelle screpolata. Inoltre, respirare i vapori medicati che contengono mentolo o canfora può contribuire ad aprire i passaggi nasali ostruiti e ad alleviare i sintomi di congestione. E’ consigliabile utilizzare questo rimedio con i bambini di età superiore ai 2 anni.

Gargarismi con acqua e sale

In caso di mal di gola, fare gargarismi con acqua e sale può essere un rimedio naturale efficace. I gargarismi con acqua tiepida e un cucchiaino di sale quattro volte al giorno contribuiscono a mantenere idratata e umida una gola molto secca.

Strisce nasali

Un’altra strategia per alleviare la congestione nasale notturna è costituita dalle strisce nasali acquistabili in farmacia. Si tratta di strisce da applicare sul setto nasale atte ad agevolare la decongestione dei passaggi nasali. Anche se non possono liberare completamente un naso chiuso, possono tuttavia favorire il passaggio di una maggiore quantità di aria.

Lasciate che la febbre svolga il suo compito

La febbre è il rimedio naturale per eccellenza dell’organismo. L’aumento della temperatura corporea contrasta attivamente raffreddore e influenza, rendendo l’organismo un ambiente inospitale per i germi. Sopportare una febbre moderata per un paio di giorni favorisce una più rapida guarigione. L’importante è mantenersi debitamente idratati. Chiamate subito il medico se la febbre supera i 40°, a meno che non diminuisca in tempi brevi grazie ad un trattamento specifico. Nei neonati di età pari o inferiore ai 3 mesi, chiamate il medico in caso di febbre superiore ai 38°. I bambini con febbre inferiore ai 39° non necessitano di un trattamento particolare, a meno che non lamentino disagio.

Riposo

La vita oggigiorno è frenetica e pregna di impegni, e molte persone detestano il fatto di dover trascorrere un paio di giorni a letto. Ma un adeguato riposo permette all’organismo di riservare maggiore energia alla lotta contro i germi. Anche restare al caldo è importante, quindi copritevi per bene e date una mano al vostro sistema immunitario nella sua nobile battaglia.


Condividi con: