Dormire troppo: quali sono gli effetti fisici collaterali?


Dormire troppo può nuocere alla salute? Sembrerebbe proprio di sì. E’ vero che un buon sonno ristoratore notturno è fondamentale per la salute, ma dormire troppo è correlato a una serie di problemi medici, tra cui diabete e malattie cardiache.

Link sponsorizzati

Dormire: quanto è troppo?

La quantità di sonno necessaria varia in modo significativo nel corso delle varie tappe della vita. In linea generale, dipende dall’età, dal livello di attività e dallo stile di vita di un individuo. Per esempio, durante un periodo particolarmente stressante o quando si è malati, è possibile avere una maggiore necessità di dormire. Ma anche se la quantità di sonno varia nel tempo e da persona a persona, gli esperti solitamente raccomandano di dormire tra le 7 e le 8 ore per notte.

Perché alcune persone dormono troppo?

Per le persone che soffrono di ipersonnia, dormire troppo è in realtà un disturbo medico. Tale condizione provoca un’eccessiva sonnolenza diurna che non è possibile alleviare con la classica pennichella. L’ipersonnia causa anche periodi di sonno insolitamente lunghi. Molte persone che presentano i sintomi di questa condizione, sperimentano anche problemi di ansia, cali di energia e problemi di memoria. Tali problematiche sono l’inevitabile risultato del costante bisogno di sonno causato dall’ipersonnia.

L’apnea ostruttiva notturna è un disturbo che provoca l’interruzione momentanea della regolare respirazione durante il sonno e può comportare una maggiore necessità di dormire. Questo accade perché tale condizione interrompe il normale ciclo del sonno.

Naturalmente, non tutte le persone che dormono troppo soffrono di un disturbo del sonno. Altre possibili cause includono l’uso di determinate sostanze, come alcol e alcuni tipi di farmaci. Altre condizioni mediche, inclusa la depressione, possono favorire il dormire troppo. Infine, esistono persone che semplicemente amano dormire per lunghi periodi di tempo.

dormire troppo

Problemi medici correlati al dormire troppo

Diabete – In uno studio condotto su quasi 9.000 individui di nazionalità americana, i ricercatori hanno scoperto una relazione tra sonno e rischio di diabete. Le persone che dormivano più di 9 ore per notte avevano una percentuale di rischio maggiore (pari al 50%) rispetto a coloro che dormivano 7-8 ore per notte. Questo incremento del rischio è stato osservato anche negli individui che dormivano meno di 5 ore per notte. I ricercatori non hanno tratto conclusioni sul legame fisiologico tra un sonno di lunga durata e il diabete, ma il loro studio suggerisce che dormire troppo può essere indicativo di problemi medici di fondo che aumentano la probabilità di insorgenza del diabete.

Obesità – Dormire troppo può ripercuotersi anche sul peso. Uno studio recente dimostra che i soggetti presi in esame che dormivano 9 o 10 ore per notte presentavano il 21% di probabilità in più di diventare obesi nel giro di sei anni, rispetto alle persone che dormivano tra le 7 e le 8 ore per notte. L’associazione tra sonno e obesità non presentava nessuna variazione anche quando l’assunzione di cibo e l’esercizio fisico venivano presi in debita considerazione.

Mal di testa – Per alcune persone inclini al mal di testa, dormire più del solito durante il fine settimana o in vacanza può causare mal di testa. I ricercatori ritengono che ciò avvenga a causa dell’effetto che il dormire troppo ha su alcuni neurotrasmettitori presenti nel cervello, tra cui la serotonina. Le persone che dormono troppo durante il giorno e hanno un sonno notturno disturbato possono soffrire di mal di testa al mattino.

Mal di schiena – Un tempo i medici consigliavano alle persone che soffrivano di mal di schiena di stare a letto. Ma quei tempi sono ormai lontani. Quando si ha il mal di schiena è bene anzitutto limitare il programma di allenamento che viene svolto regolarmente. Ma i medici oggigiorno sono perfettamente consapevoli dei benefici che apporta il mantenere un certo livello di attività. E’ comunque consigliabile non dormire più del solito, quando possibile.

Depressione – Anche se è l’insonnia a essere più comunemente correlata alla depressione rispetto al dormire troppo, il 15% circa delle persone che soffrono di depressione dorme troppo. Questo potrebbe peggiorare la depressione esistente, poiché le abitudini regolari legate al sonno sono fondamentali per il processo di recupero.

Malattie cardiache – Lo studio Nurses’ Health ha coinvolto quasi 72.000 donne. Un’attenta analisi dei risultati ottenuti ha dimostrato che le donne che dormivano dalle 9 alle 11 ore per notte presentavano il 38% in più di probabilità di avere una malattia coronarica rispetto alle donne che dormivano 8 ore ogni notte. I ricercatori non hanno ancora identificato la motivazione per cui esiste un legame tra il dormire troppo e le malattie cardiache.

I benefici di un buon sonno ristoratore senza dormire troppo

Se di media dormite più di 7-8 ore per notte, consultate il medico per un controllo. Potrà aiutarvi a determinare il motivo per cui dormite troppo.

Se il dormire troppo è causato dall’assunzione di alcol o di alcuni farmaci che vi sono stati prescritti, ridurre o eliminare l’uso di queste sostanze può essere di aiuto. Allo stesso modo, se il dormire troppo è causato da una condizione medica di base, curare il disturbo potrà consentirvi di ritornare alle vostre normali abitudini di sonno.

Indipendentemente dalla causa, praticare una buona igiene del sonno è di notevole aiuto se avete intenzione di usufruire dei benefici che apporta una sana dormita di 7-8 ore per notte. Gli esperti raccomandano di seguire sempre gli stessi orari quando si tratta di dormire. E’ consigliabile inoltre evitare il consumo di caffeina e di alcolici poco prima di andare a letto. Praticare regolarmente attività fisica e rendere la camera da letto un ambiente confortevole, vi aiuterà a favorire un buon sonno.

Fonti

  • National Sleep Foundation: “How much sleep do we really need?”, “The Ill Effects of Too Much Sleep”

Condividi con: