Depressione: come riconoscere i sintomi fisici


La maggior parte delle persone conosce i sintomi emotivi della depressione, ma questa condizione è caratterizzata anche da molti sintomi fisici.

Link sponsorizzati

In effetti, molte persone che soffrono di depressione presentano dolore cronico e altri sintomi fisici. Ma quali sono?

Mal di testa – Il mal di testa è piuttosto comune nelle persone che soffrono di depressione. In caso di emicranie preesistenti, è possibile notare un peggioramento in presenza di depressione.

Mal di schiena – In caso di mal di schiena preesistente, la persona che soffre di depressione può sperimentare un peggioramento del mal di schiena stesso.

Dolori muscolari e articolari – La depressione può aggravare qualsiasi tipo di dolore cronico.

Dolore al petto – In questo caso è di fondamentale importanza rivolgersi prontamente ad una figura professionale per un controllo. Questo tipo di dolore potrebbe essere segno di gravi problemi cardiaci. Ma la depressione può contribuire ad enfatizzare il disagio associato al dolore toracico.

Problemi digestivi – E’ possibile sperimentare episodi di nausea. E’ anche possibile la comparsa di diarrea o di stitichezza cronica.

Spossatezza e stanchezza – Indipendentemente dalle ore di sonno, la persona al risveglio si sente stanca o spossata. In questi casi, alzarsi dal letto al mattino può divenire un’impresa difficile o addirittura impossibile.

Disturbi del sonno – Molte persone che soffrono di depressione non sono più in grado di dormire bene. Si svegliano troppo presto o faticano a prendere sonno quando vanno a letto. Altre persone, invece, dormono molto di più del normale.

Cambiamenti nell’appetito o nel peso – Alcune persone che soffrono di depressione perdono l’appetito e perdono peso. Altre, invece, sviluppano la necessità di consumare alcuni tipi di alimenti, come i carboidrati, e tendono ad ingrassare.

Vertigini, capogiri o stordimento

depressione_sintomi_fisici.jpg

Poiché questi sintomi caratterizzano parecchie condizioni, molte persone che soffrono di depressione tendono a non chiedere aiuto perché inconsapevoli del fatto che i loro sintomi fisici possono essere causati dalla depressione. Anche molti medici talvolta faticano a riconoscerli come conseguenza di una eventuale depressione.

Questi sintomi fisici non sono solo “congetture mentali” o somatizzazioni. La depressione può provocare reali cambiamenti a livello fisico. Per esempio, può rallentare la digestione e questo può causare la comparsa di problemi allo stomaco.

La depressione sembra essere correlata ad uno squilibrio di alcune sostanze chimiche presenti nel cervello. Alcune di queste sostanze svolgono un ruolo di primaria importanza per quanto concerne la percezione del dolore. Per questo motivo, molti esperti ritengono che la depressione possa far percepire il dolore in modo diverso.

Come trattare i sintomi fisici

In alcuni casi, curare la depressione con la terapia o l’assunzione di farmaci (o entrambe) può essere di aiuto nella risoluzione dei sintomi fisici.

E’ di fondamentale importanza riferire al medico la presenza di eventuali sintomi fisici. E’ bene non dare per scontato che possano scomparire spontaneamente. Potrebbe infatti essere necessario un ulteriore trattamento. Per esempio, in caso di insonnia il medico potrebbe raccomandare l’assunzione di un farmaco antiansia. Questo tipo di farmaci favorisce il rilassamento e il sonno.

Poiché dolore e depressione a volte possono andare di pari passo, alleviare il dolore può essere di aiuto nell’alleviare anche la depressione. Alcuni antidepressivi, come Cymbalta e Effexor, possono anche essere di aiuto nell’alleviare il dolore cronico.

Esistono altri trattamenti in grado di alleviare i sintomi dolorosi. Alcuni tipi di terapia mirata, come la terapia cognitivo comportamentale, possono insegnare metodi per affrontare meglio il dolore.

Referenze

  • Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, quarta edizione
  • American Psychiatric Association: “Practice Guideline for the Treatment of Patients With Major Depression”, 2000
  • Fochtmann, L. e Gelenberg, A. “Guideline Watch: Practice Guideline for the Treatment of Patients With Major Depressive Disorder”, seconda edizione
  • National Mental Health Association: “Depression: What You Need to Know”

Condividi con: