Alcolismo: quali problemi di salute può causare?


E’ cosa nota che il consumo di alcol può causare gravi problemi di salute, tra cui cirrosi epatica e ferite dovute a incidenti automobilistici. Tuttavia, queste sono solo alcune delle conseguenze correlate ad un consumo eccessivo di alcolici. I ricercatori hanno relazionato il consumo di alcol a più di 60 malattie.

Link sponsorizzati

L’alcol influisce in molteplici modi sull’organismo e non esiste piena consapevolezza riguardo tutti i suoi effetti. Si tratta di una piccola molecola alquanto complicata.

Qui di seguito elencheremo alcune delle maggiori condizioni correlate all’abuso cronico di alcol.

Anemia

L’abuso di alcol può causare una riduzione anomala della quantità di globuli rossi che trasportano ossigeno. Questa condizione, meglio nota con il nome di anemia, può, a sua volta, provocare una serie di sintomi, tra cui stanchezza, fiato corto e stordimento.

Cancro

Fare del consumo di alcol una malsana abitudine aumenta il rischio di cancro. Gli scienziati ritengono che il rischio maggiore subentra nel momento in cui l’organismo trasforma l’alcol in acetaldeide, un potente cancerogeno. I tipi di cancro correlati al consumo di alcol includono quelli alla bocca, alla faringe (gola), alla laringe, all’esofago, al fegato, al seno e al colon-retto. Il rischio aumenta ulteriormente se l’abuso di alcol è accompagnato dal malsano vizio del fumo.

Malattie cardiovascolari

L’abuso di alcol, specie se incontrollato, favorisce l’aggregazione piastrinica sotto forma di coaguli di sangue che, a loro volta, possono provocare attacco cardiaco o ictus. In uno studio pubblicato nel 2005, i ricercatori di Harvard hanno scoperto che consumare alcolici in modo incontrollato raddoppia il rischio di decesso nelle persone inizialmente sopravvisute ad un attacco di cuore.

L’abuso di alcol può anche causare cardiomiopatia (disfunzioni a carico del muscolo cardiaco), anomalie atriali del ritmo cardiaco e fibrillazione ventricolare. La fibrillazione atriale (condizione caratterizzata dall’irregolarità dell’attivazione elettrica degli altri, due delle quattro camere cardiache) può causare coaguli di sangue che possono provocare un ictus. La fibrillazione ventricolare causa movimenti caotici nelle camere cardiache atte alla propulsione del sangue (ventricoli). Questo provoca una rapida perdita di coscienza e, in assenza di un trattamento immediato, il decesso immediato.

Cirrosi

L’alcol è tossico per le cellule del fegato e molti alcolisti sviluppano cirrosi, una condizione talvolta letale in cui il fegato è talmente compromesso da non essere più in grado di funzionare propriamente. Tuttavia, è difficile prevedere se un alcolista può sviluppare la cirrosi. Alcune persone che consumano elevate quantità di alcol non svilupperanno mai la cirrosi, altre che non bevono molto sì. Per qualche ragione tuttora sconosciuta, le donne sembrano essere particolarmente vulnerabili.

Demenza

Con l’avanzare dell’età, il cervello si riduce, in media, dell’1,9% ogni decennio. Questo è considerato normale. Ma l’abuso di alcol accelera la contrazione di alcune zone chiave del cervello, comportando perdita di memoria e altri sintomi di demenza.

L’abuso di alcol può anche comportare una lieve ma potenzialmente debilitante carenza nella capacità di pianificare, formulare giudizi, risolvere i problemi e di altri aspetti relativi alla “funzione esecutiva”, che rappresentano l’ordine superiore delle abilità che permettono all’Uomo di massimizzare le sue funzioni di essere umano.

In aggiunta alla demenza “aspecifica” derivante da atrofia cerebrale, l’abuso di alcol può causare carenze nutrizionali talmente gravi da provocare altre forme di demenza.

alcolismo e salute

Depressione

E’ noto da ormai molto tempo che l’abuso di alcol spesso va di pari passo con la depressione, ma quale dei due aspetti avvenga per primo (il bere o la depressione) è tuttora oggetto di discussione. Una teoria asserisce che le persone depresse iniziano a bere nel tentativo di “autocurarsi”, ovvero per alleviare il loro dolore emotivo. Ma all’inizio di quest’anno, un ampio studio condotto in Nuova Zelanda ha dimostrato che probabilmente la situazione è ben diversa, ovvero l’abuso di alcol porta alla depressione.

Convulsioni

L’abuso di alcol può causare epilessia e crisi epilettiche anche negli individui che non soffrono di epilessia. Può inoltre interferire compromettendo l’efficacia dei farmaci prescritti per curare tale disturbo.

Gotta

La gotta è una condizione dolorosa causata dalla formazione di cristalli di acido urico nelle articolazioni. Sebbene alcuni casi di gotta siano in gran parte ereditari, l’alcol e altri fattori legati all’alimentazione sembrano ricoprire un ruolo importante. L’alcol, inoltre, sembra possa aggravare casi preesistenti di gotta.

Ipertensione

L’alcol può distruggere il sistema nervoso simpatico atto, tra l’altro, al controllo della costrizione e dilatazione dei vasi sanguigni in risposta allo stress, alla temperatura, allo sforzo, ecc. L’abuso di alcol, specie se incontrollato, può causare un aumento della pressione sanguigna. Col tempo, questo effetto può divenire cronico. L’ipertensione può comportare altri problemi di salute, tra cui malattie renali, malattie cardiache e ictus.

Malattie infettive

L’abuso di alcol compromette il corretto funzionamento del sistema immunitario favorendo le infezioni, compresa la tubercolosi, la polmonite, l’AIDS e altre malattie sessualmente trasmissibili (incluse alcune condizioni che causano infertilità). Le persone che abusano degli alcolici sono anche più propense a praticare una condotta più a rischio. L’abuso di alcol, infatti, è associato ad un aumento del rischio tre volte maggiore di contrarre una malattia a trasmissione sessuale.

Danneggiamento dei nervi

L’abuso di alcol può causare una forma di danneggiamento dei nervi nota come neuropatia alcolica, che può provocare una sensazione di dolore alle estremità paragonabile alla puntura di uno spillo o di un ago, debolezza muscolare, incontinenza, stipsi, disfunzione erettile e altri problemi. La neuropatia alcolica può insorgere perché l’alcol è tossico per le cellule nervose o perché le carenze nutrizionali attribuibili all’abuso di alcol compromettono il funzionamento dei nervi.

Pancreatite

Oltre a causare irritazione allo stomaco (gastrite), il consumo di alcol può infiammare anche il pancreas. La pancreatite cronica interferisce con il processo digestivo causando dolore addominale e diarrea persistente. Alcuni casi di pancreatite cronica sono provocati dalla presenza di calcoli biliari, ma il 60% dei casi è correlato al consumo di alcol.

Referenze

  • David Fergusson, MD, Professore di medicina psicologica, University of Otago, Christchurch, Nuova Zelanda
  • James C. Garbutt, MD, Professore di psichiatria, University of North Carolina School of Medicine, Chapel Hill, N.C., Stati Uniti
  • Arthur L. Klatsky, MD, ricercatore aggiunto, division of research, Kaiser Permanente Northern California, Oakland, Calif, Stati Uniti
  • Jurgen Rehm, PhD, Presidente, department of addiction policy, University of Toronto, Canada
  • Richard Saitz, MD, Professore di medicina ed epidemiologia, Bostono University School of Medicine
  • Rehm, J. “Alcohol Research and Health”, gennaio 2002, volume 27, pagine 39-51
  • University of Michigan Health System, “Alcol: effetti sulla salute” (“Alcohol: Effects on Health”)
  • Mukamal, K. “Circolazione” (“Circulation”), dicembre 2005, volume 112, pagine 3839-3445
  • Samokhvalov, A. “Epilessia” (“Epilepsia”)
  • Paul, C. “Archives of Neurology”, ottobre 2008, volume 65, pagine 1363-1367

Condividi con: