Piede artritico: quali sono le calzature adatte?


Il dolore e il disagio provocati dall’artrite psoriasica del piede possono rendere le attività quotidiane, anche le più semplici, più difficoltose e rischiano di minare una buona qualità della vita. A seconda dei sintomi che caratterizzano l’artrite psoriasica, esistono una serie di trattamenti e di opzioni riguardo le calzature da indossare che possono alleviare il disagio e facilitare le attività che richiedono l’utilizzo dei piedi.

Link sponsorizzati

Artrite psoriasica del piede

L’artrite psoriasica può colpire qualsiasi articolazione presente nel corpo umano. Tuttavia, è piuttosto comune che questa malattia colpisca le articolazioni del piede, specie quelle delle dita nel punto più limitrofo all’unghia. Quando questo accade, le dita spesso diventano rosse e si gonfiano assumendo una forma simile a quella di una salsiccia, caratteristica dell’artrite psoriasica del piede. L’infiammazione delle articolazioni delle dita del piede può danneggiare il letto ungueale, causando anche il distacco dell’unghia dal letto ungueale stesso.

In alcuni casi, i sintomi dell’artrite psoriasica includono dolore nei punti di inserzione di tendini e legamenti ad un osso. Si tratta di una condizione nota come entesopatia. In presenza di artrite psoriasica del piede, questo può provocare dolore alla pianta del piede o al tallone (tendine di Achille) rendendo ogni passo un’esperienza dolorosa.

In rari casi, l’artrite psoriasica si manifesta come artrite mutilante, una forma di artrite deturpante che di solito colpisce mani e piedi e provoca significativi danni ossei.

Sia che l’artrite psoriasica si presenti in forma lieve che in forma grave, è di fondamentale importanza fare tutto il possibile per minimizzare l’infiammazione. Se non curata, infatti, può causare danni permanenti alle articolazioni o deformità.

E’ possibile ridurre i sintomi indossando scarpe che calzino correttamente e mantenendo i piedi in buona salute.

piede_artritico.jpg

Calzature e artrite psoriasica del piede

Quando le dita dei piedi sono gonfie a causa dell’artrite psoriasica del piede, indossare scarpe tradizionali può essere doloroso o impossibile. In questo caso, è consigliabile optare per calzature che abbiano un po’ più di spazio in punta, in modo da consentire una comoda distensione delle dita dei piedi.

Nel caso in cui il paziente riesca ad indossare calzature standard, è bene, in ogni caso, assicurarsi di acquistare le scarpe sempre in modo intelligente per preservare la salute dei piedi.

  • Pensare in modo attento e supportivo. In caso di artrite psoriasica del piede, è fondamentale aiutare i piedi in tutti i modi possibili. Questo include anche l’acquisto di calzature in grado di agevolare tallone, arco plantare e dita dei piedi.
  • Protezione. Quando le dita dei piedi sono gonfie e doloranti, è bene proteggerle da qualsiasi fattore esterno che possa danneggiarle ulteriormente. Una calzatura a copertura totale, per esempio, fungerà da barriera protettrice da tutto ciò che potrebbe colpire le dita dei piedi.
  • Scegliere una imbottitura adeguata. E’ consigliabile trovare il giusto equilibrio fra comodità e rigidità (per un corretto sostegno del piede). Le calzature con suole di gomma ammortizzanti rappresentano una buona scelta per chi soffre di artrite psoriasica del piede.
  • No alle scarpe troppo strette. La calzatura scelta dovrebbe essere provvista di spazio nella parte anteriore per permettere alle dita di muoversi e di circa 1 cm nella parte posteriore, ovvero dietro il tallone.
  • No ai tacchi alti. I tacchi alti possono essere gradevoli da vedere, ma non si può dire altrettanto dell’effetto che hanno sui piedi. Un tacco di 8 cm sottopone i piedi doloranti a causa dell’artrite psoriasica ad uno stress 7 volte maggiore rispetto ad un tacco più ragionevole di 2 cm.

Esercizi per l’artrite psoriasica del piede

Sebbene sia piuttosto difficoltoso deambulare in presenza di artrite psoriasica del piede, l’esercizio rimane uno dei modi migliori per ridurre i sintomi e migliorare la gamma di movimento delle articolazioni.

Svolgendo regolarmente determinati esercizi di stretching è possibile anche favorire la flessibilità e ridurre il dolore:

  • Stretching del tendine di Achille. Appoggiare la schiena e un piede contro il muro stando in posizione eretta. Posizionare l’altro piede leggermente in avanti. Tenere entrambi i talloni sul pavimento e chinarsi verso il piede posizionato in avanti per allungare il tendine di Achille del piede appoggiato contro il muro. Ripetere 3 volte, mantenendo la posizione per 10 secondi ogni volta. Seguire il medesimo procedimento per l’altro piede.
  • Stretching dell’alluce. Posizionare una fascia larga di gomma attorno agli alluci. Utilizzando i muscoli dei piedi (non delle gambe), spingere gli alluci il più possibile verso l’esterno (in direzione delle altre dita dei piedi). Ripetere 10 volte, mantenendo la posizione per 5 secondi ogni volta.
  • Stretching delle cinque dita. Posizionare una fascia di gomma intorno alle dita di ogni piede e allungare le dita, separandole le une dalle altre, il più possibile. Ripetere 10 volte, mantenendo la posizione per 5 secondi ogni volta.

Nel caso in cui non vi siano miglioramenti anche dopo aver svolto gli esercizi con regolarità, è consigliabile consultare il medico chiedendo informazioni circa un fisioterapista di fiducia. Quest’ultimo può essere di notevole aiuto per migliorare la flessibilità.

Anche l’applicazione di impacchi freddi ai piedi può favorire la riduzione del gonfiore e contribuire a mantenere e migliorare la flessibilità e la gamma di movimento.

Referenze

  • The Arthritis Foundation
  • National Psoriasis Foundation
  • American College of Rheumatology

Condividi con: