Gravidanza: cure dolci post-parto


Dopo il parto la presenza di qualche piccolo disturbo è pressoché inevitabile: seno screpolato, stanchezza, la montata lattea tarda ad arrivare oppure la ferita dovuta ad un eventuale taglio cesareo provoca ancora qualche lieve dolore.

Link sponsorizzati

L’assunzione di farmaci è sconsigliata, ma è possibile optare per rimedi naturali sicuri e di notevole efficacia.

Seno

Per favorire o incrementare la montata lattea, nel caso in cui tardasse ad arrivare, la tisana di semi di finocchio e galega risulta essere un rimedio naturale molto efficace. Bevetene una tazza tre volte al giorno.

Se invece il latte arriva, ma il vostro bambino non si attacca bene al seno causando rossore, provate ad applicare una crema a base di Phitolacca. Ha un gradevole effetto rinfrescante.

In presenza di ragadi (piccole lacerazioni piuttosto dolorose), massaggiate con delicatezza la zona interessata con l’olio di calendula due volte al giorno.

post parto cure dolci

Ferite

In caso di parto con taglio cesareo o episiotomia, è possibile contrastare il dolore con Staphysagria 15 CH, un rimedio di natura omeopatica alquanto efficace. La dose consigliata è di cinque granuli da assumere tre volte al giorno. Questo rimedio accelera il processo di guarigione e cicatrizzazione evitando la comparsa di eventuali complicazioni.

In caso di episiotomia (una piccola incisione atta a facilitare il passaggio del nascituro), è consigliabile abbinare a quanto menzionato sopra anche l’utilizzo locale di una crema di calendula due volte al giorno, che favorisce la disinfiammazione della zona interessata.

Gonfiori

Talvolta il parto può provocare ematomi e gonfiori all’interno e all’esterno della zona adibita al passaggio del bambino. Il riassorbimento può essere agevolato tramite l’assunzione di Bellis Perennis 15 CH (cinque granuli, tre volte al giorno).

Nel caso in cui il travaglio e il parto siano stati alquanto impegnativi causando un marcato senso di spossatezza e dolori in tutto il corpo, provate ad assumere tre volte al giorno il Kali Carbonicum 15 CH.

Per ritrovare la “carica” sono utili anche alcuni oligoelementi, come, per esempio, la combinazione zinco-rame che rafforza il sistema immunitario. E’ sufficiente assumerne una fiala al giorno.


Condividi con: