Cimici dei letti: come evitarle


Se per lavoro o per piacere dovete dormire fuori casa, fate attenzione. A quanto pare le cimici dei letti sono in aumento, e gli alberghi e i motel sono alcuni dei loro luoghi preferiti.

Link sponsorizzati

Queste fastidiose creature possono provocare forte prurito e vistosi segni sulla pelle a causa dei loro morsi. Inoltre, sbarazzarsi di questi minuscoli esseri una volta rientrati a casa può essere piuttosto dispendioso per molteplici aspetti. La ricerca, infatti, suggerisce che possono causare ansia, isolamento sociale nonché difficoltà finanziarie.

Con i semplici consigli che andremo a proporvi nell’articolo qui di seguito, potrete ridurre notevolmente le probabilità di dover fronteggiare le problematiche causate da un incontro ravvicinato con queste creature.

Posizionate i bagagli in bagno

Prima di dare un’occhiata al contenuto del minibar o di rimirare il panorama visibile dalla vostra camera d’albergo, preoccupatevi di ispezionare la stanza alla ricerca dell’eventuale presenza di cimici dei letti. Finché non avrete portato a termine questa operazione di controllo, posate i bagagli in bagno.

Le cimici dei letti, infatti, hanno meno probabilità di annidarsi in bagno. Esse. infatti, non amano le pavimentazioni piastrellate e in questo ambiente non sono in grado di trovare posti in cui nascondersi. Preferiscono molto di più essere a stretto contatto con l’essere umano e, proprio per questo motivo, prediligono il letto.

Ispezionate il letto

Ecco come verificare una eventuale presenza di infestazione da cimici dei letti: togliete le lenzuola dal letto e controllate con cura l’intero bordo del materasso, sotto il materasso e dietro la testiera del letto.

Cercate la presenza di macchie di sangue o di piccoli puntini neri che assomigliano ai granelli di pepe nero macinato. Controllate anche la presenza stessa delle cimici dei letti. La loro dimensione e la loro forma possono essere paragonabili al seme di una mela, ed è possibile trovarle nascoste negli angoli o nelle cuciture del rivestimento del letto.

Se notate qualcosa di sospetto, avvisate immediatamente il personale dell’albergo.

cimici dei letti

Controllate la stanza

Dopo aver ispezionato accuratamente il letto, controllate l’area circostante il letto: dietro le cornici dei quadri, sotto il telefono, sotto la sveglia e anche nei libri.

Gli studi hanno dimostrato che la maggior parte delle cimici dei letti si trovano solitamente entro 4 metri di distanza dal letto. Ma alcune di queste creature possono annidarsi anche più lontano. Controllate i cuscini e le cuciture di divani o sedute imbottiti. Date un’occhiata anche nell’armadio prima di sistemare i vestiti.

Tenete i bagagli lontani dal pavimento

Lasciare valigie e borse a diretto contatto col pavimento o col letto, aumenta le probabilità di portare a casa souvenir indesiderati.

Le cimici dei letti possono spostarsi da una stanza all’altra, quindi, anche se inizialmente non sono presenti nella vostra, potrebbero tuttavia trovarsi nella stanza accanto e decidere di spostarsi alla ricerca di una fonte di nutrimento.

Per tutta la durata del vostro soggiorno, tenete le valigie su un tavolo, sopra l’armadio e ricordate di non lasciare i vestiti sparsi a casaccio per la stanza.

Proteggete i bagagli con appositi rivestimenti in plastica

Per una maggiore protezione, tenete i bagagli chiusi in appositi rivestimenti di plastica per l’intera durata del viaggio. Potete trovare questi oggetti presso rivenditori specializzati.

Alcune persone utilizzano persino i sacchetti della spazzatura, ma come accennato poco fa esistono soluzioni molto più comode e gradevoli.

Questo tipo di precauzione protegge i vostri bagagli non solo durante il periodo di permanenza in un albergo, ma anche mentre siete in viaggio. Le cimici dei letti, infatti, si possono nascondere anche in aereo, in treno e nei taxi.

Insegnate ai vostri bambini come comportarsi

Spiegate ai vostri bambini perché state ispezionando la stanza e cosa state cercando. Di solito insegnamo ai bambini di fare attenzione agli insetti come api e zanzare, ma anche le cimici dei letti dovrebbero essere incluse nella lista.

Prestate attenzione anche ad eventuali tracce di polvere bianca, anche se potrebbe trattarsi di un pesticida utilizzato per trattare un problema precedente.

Gli insettici non sono adatti a tutti, specie per i bambini e se ne notate la presenza non fatevi problemi nel chiedere al personale dell’albergo di poter cambiare stanza. Se questo non fosse possibile, potreste anche prendere in considerazione l’idea di cambiare albergo.

Cambio stanza

Qualsiasi sospetto o prova evidenti della presenza di cimici dei letti costituiscono un motivo sufficiente per chiedere al personale dell’albergo di soggiornare in una nuova stanza. Il personale, del resto, dovrebbe essere più che disposto a soddisfare questa richiesta.

Chiedete che la vostra nuova camera sia ad almeno due piani di distanza da quella precedente, poiché esistono buone probabilità che le cimici dei letti possano diffondersi anche attraverso le prese di corrente e i pannelli in cartongesso.

Quando parlare è fondamentale

Se siete tentati di restare in una stanza che presenta palesi tracce di infestazione perché non gradite creare “problemi”, pensateci due volte e soprattutto riflettete sulle potenziali conseguenze.

Le cimici dei letti, a differenza delle zanzare e delle zecche, non trasmettono attivamente malattie, ma uno studio canadese condotto nel 2011 ha dimostrato che possono trasferire i germi da un ospite all’altro, incluso il germe antibiotico-resistente.

In questi frangenti, quindi, è vostro diritto essere più audaci e porre al personale dell’albergo le domande del caso. Ricordate che gli albergatori traggono maggior vantaggio da un ospite soddisfatto e sarà quindi loro cura provvedere ad un controllo immediato della stanza “incriminata” e proporre una soluzione alternativa.

Prima di prenotare, chiedete informazioni circa i piani di prevenzione

Prima di effettuare la prenotazione presso l’albergo che avete scelto, chiedete informazioni circa le pratiche adottate per prevenire e trattare il problema delle cimici dei letti.

La stragrande maggioranza delle imprese del settore alberghiero sta facendo un ottimo lavoro al riguardo, proprio per tutelare gli ospiti e, ovviamente, la loro immagine. Molti alberghi effettuano ispezioni proattive e collaborano con società di disinfestazione qualificate per rimediare con rapidità ad eventuali problemi.

Pianificare un programma post-viaggio

Una volta tornati a casa, lavate con cura tutti i vestiti in acqua calda, anche quelli che non avete indossato. Le cimici dei letti non possono sopravvivere a temperature superiori ai 50°C. Questo impedirà a questi sgraditi “ospiti” di stabilirsi nei cassetti e negli armadi di casa vostra.

Ispezionate e pulite con altrettanta cura le valigie prima di riporle. Se avete acquistato un rivestimento in plastica per valigie, tenetelo sigillato fino a quando non dovrete riutilizzarlo nuovamente.

Controllate l’eventuale presenza di morsi

La presenza di segni sulla pelle tipici dei morsi delle cimici dei letti possono significare che queste creature hanno fatto ritorno a casa proprio insieme a voi. Spesso i loro morsi sono a gruppi di tre.

Tuttavia, il prurito o morsi singoli non sono segni sufficienti per confermare la presenza di un’infestazione. Se si manifestano questi sintomi, è necessario rivolgersi ad una figura professionale qualificata che esamini a fondo la vostra casa prima di rivolgersi al medico per un opportuno trattamento.

Chiedete l’aiuto di un professionista

Le cimici dei letti non sono una tipologia di parassiti dai quali è possibile liberarsi con un metodo fai da te. Al rientro da un viaggio, se sospettate di aver portato con voi questi insetti, chiamate una azienda qualificata che si occupa di disinfestazione affinché ispezioni la vostra abitazione.

Una figura professionale controllerà l’area circostante il letto alla ricerca dei segni tipici della presenza di questi insetti. In caso di reale infestazione, verranno utilizzate tecniche che prevedono l’uso di calore, congelamento, aspirazione o vapore per liberare l’abitazione dalla sgradita presenza di queste creature.

Panico e paranoia sono inutili

Le cimici dei letti sono parassiti che si adattano facilmente a qualsiasi tipo di ambiente. E’ possibile trovarle nei resorts a quattro stelle così come negli ostelli, per esempio.

Tuttavia, questo non è un buon motivo per “inquinare” la vostra casa, i vostri bambini e voi stessi con un uso smodato di insetticidi.

Il panico e la paranoia non sono affatto di aiuto. Essere attenti è la strategia migliore (effettuare i dovuti controlli, eseguire una ispezione accurata, ecc.). Solo in questo modo potrete ridurre al minimo le probabilità di incappare in una infestazione di cimici dei letti.


Condividi con: