Acne: quali prodotti scegliere per la cura della pelle?


Ogni anno puntualmente vengono investiti tempo, sforzi e denaro per apparire più belli. Il mercato della cosmesi guadagna cifre esorbitanti quando si tratta di creme, scrub, correttori e tanti altri prodotti che promettono di conferire alla pelle un aspetto impeccabile e più giovane.

Link sponsorizzati

Ironia della sorte, sono proprio questi prodotti, ai quali ci si affida per preservare un ottimo aspetto, che possono causare problemi ai pori della pelle. Utilizzare cosmetici o creme sbagliati, può in realtà accentuare proprio quei brufoli che tentiamo ostinatamente di nascondere.

Prendersi cura di una pelle incline all’acne richiede una particolare attenzione nella scelta dei prodotti da applicare: leggere con cura le etichette e trovare prodotti che non ostruiscano i pori e non provochino ulteriori sfoghi cutanei.

Qui di seguito, vi proponiamo una lista dei prodotti e degli ingredienti da prendere in considerazione in presenza di acne.

Idratanti e acne

L’idea che gli idratanti fossero sconsigliabili per le pelli inclini all’acne iniziò a diffondersi molti anni fa, e ora molte persone tendono a evitarne l’utilizzo. In realtà, gli idratanti sono una parte fondamentale della cura delle pelli inclini all’acne. I trattamenti consigliati dai dermatologi spesso prevedono la presenza di principi attivi che contribuiscono a rendere la pelle più secca, come il perossido di benzoile. Questo principio attivo, infatti, tende ad assorbire la naturale umidità della pelle causando rossore e irritazione. Un buon idratante, quindi, sarà di aiuto nel mantenere la pelle debitamente idratata evitando quella sgradevole sensazione di secchezza.

Che prodotto scegliere? Optate per un idratante leggero, oil-free ed etichettato con la dicitura “non comedogeno” (un modo elegante per affermare che non ostruisce i pori). Optate per principi attivi come glicerina e acido ialuronico, che trattengono l’umidità cutanea.

Cosa evitare? Evitate i prodotti caratterizzati da una consistenza pesante, grassi e che contengono ingredienti che favoriscono la comparsa di brufoli, come burro di cacao, olio minerale o crema fredda.

Devo utilizzare maschere e scrubs specifici per l’acne?

Gli esperti affermano che in presenza di acne l’utilizzo di maschere per il viso e scrubs comporta benefici alquanto irrisori se non addirittura nulli. Un detergente delicato, non aggressivo, formulato per il vostro tipo di pelle (grassa, secca o mista), apporterà sicuramente benefici maggiori rispetto ad alcune costose maschere per il viso contenenti fanghi del Mar Morto.

acne cura pelle.jpg

Lozioni dopobarba adatte per le pelli inclini all’acne

Anche gli uomini che hanno problemi di acne necessitano di prestare molta attenzione al regime di cura della pelle. La rasatura offre vantaggi e svantaggi. La rasatura quotidiana offre come vantaggio l’esfoliazione naturale della pelle e l’apertura dei pori. Quest’ultima favorisce la fuoriuscita del sebo in eccesso. Ma una rasatura sbagliata o l’utilizzo di prodotti non adatti, possono contribuire ad acuire l’acne. Una rasatura scorretta, inoltre, favorisce la comparsa di segni sulla pelle che, visibilmente parlando, sono simili a quelli procurati dall’acne.

Che prodotto scegliere? Utilizzate un gel da barba non irritante e lubrificante oppure fatevi prescrivere una schiuma da barba contenente perossido di benzoile, formulata appositamente per gli uomini con pelli inclini all’acne. Quando vi radete, utilizzate un rasoio affilato per evitare di tirare eccessivamente i peli o tagliare la pelle. Per evitare la comparsa di irritazioni, radetevi verso il basso, seguendo la direzione della crescita dei follicoli dei peli. Una volta terminata la rasatura, evitate di applicare acqua di colonia o dopobarba a base di alcol, che contribuiscono a irritare la pelle (per non parlare della sgradevole sensazione di bruciore che provereste in presenza di tagli aperti o di brufoli tagliati con il rasoio). Utilizzate, invece, un idratante oil-free.

Makeup e acne

L’essere umano ha iniziato a camuffare i difetti presenti sulla pelle secoli fa. Nel 1600, per esempio, le donne applicavano sul viso e sul corpo piccoli pezzetti di seta a forma di stella o di luna per nascondere le cicatrici procurate dal vaiolo. Oggi si utilizza il trucco per camuffare i brufoli, ma un uso eccessivo del makeup non è necessariamente l’approccio migliore per le pelli inclini all’acne. Il trucco copre i brufoli in modo eccellente, ma può anche accentuarli se si utilizza un tipo sbagliato di correttore o se lo si applica più volte consecutivamente, ovvero a più strati. L’arrossamento e la desquamazione della pelle, causati dai trattamenti specifici per l’acne, possono anche peggiorare nel momento in cui viene fatto un utilizzo eccessivo del makeup.

Che prodotto scegliere? Tutti i cosmetici, dal phard all’ombretto, dovrebbero essere non grassi od oleosi, non comedogenici (o non acnogenici), ipoallergenici, non irritanti e oil-free. Leggete sempre con attenzione la lista degli ingredienti presenti nel prodotto. Il primo ingrediente in assoluto dovrebbe essere l’acqua. I cosmetici a base di minerali contengono ingredienti aggiuntivi come silice, biossido di titanio e ossido di zinco, che assorbono il sebo e nascondono il rossore senza irritare la pelle e favorire la comparsa di brufoli. Un altro ingrediente per il quale optare è il dimeticone. Esso nasconde il rossore e rende più liscia la pelle irregolare.

Scegliete sempre tonalità che si adattino al vostro incarnato. Quando applicate il fondotinta, una piccola quantità è più che sufficiente. Prima di proseguire con il resto del makeup, attendete qualche minuto per consentire al fondotinta di asciugarsi.

Se notate che la vostra pelle diventa rossa, pruriginosa o presenta gonfiori dopo aver applicato un determinato tipo di cosmetico, interrompetene l’utilizzo. In alcune persone, determinati ingredienti presenti nei cosmetici causano una irritazione allergica conosciuta come dermatite da contatto.

Creme solari e acne

Contrariamente alle credenze popolari, le creme solari non provocano l’acne. E sebbene la pelle rossa e scottata dal sole possa coprire temporaneamente i brufoli, troppe ustioni solari possono provocare la comparsa prematura di rughe e aumentare il rischio di tumore della pelle. Proteggete quindi la vostra pelle dall’azione dei raggi solari quando uscite, evitando però di utilizzare creme grasse od oleose.

Che prodotto scegliere? Optate per una crema ad ampio spettro che offra un fattore di protezione solare (SPF) pari almeno a 15 che protegga la vostra pelle sia dai raggi UVA che dai raggi UVB. Un gel o una soluzione spray a base di acqua o leggermente liquidi rappresentano la scelta migliore per chi tende ad avere episodi di acne. L’ossido di zinco è un bloccante fisico, ovvero riflette fisicamente i raggi solari dalla superficie della pelle e non aggrava l’acne. Attenzione ai bloccanti chimici come PABA e benzofenone, poiché possono irritare le pelli sensibili.


Condividi con: