Quali sono gli effetti del fumo passivo?


Come abbiamo accennato in altri articoli, è cosa nota che il fumo fa male alla salute. Il governo e un numero svariato di organizzazioni hanno lanciato un numero considerevole di campagne atte ad illustrare le ripercussioni del fumo (a partire dal cancro ai polmoni fino ad arrivare alle malattie cardiache) nel tentativo di incoraggiare coloro che hanno fatto del fumo un’abitudine a liberarsi di questo vizio malsano.

Link sponsorizzati

Tuttavia, passano spesso in secondo piano gli effetti del fumo passivo. In alcuni casi, l’esposizione al fumo passivo può essere significativa, soprattutto per coloro che vivono o lavorano con un fumatore. Spesso si ignora il fatto che la maggior parte del fumo di una sigaretta non finisce nei polmoni del fumatore, bensì si diffonde nell’aria, dove chiunque si trovi nelle vicinanze ha la possibilità di inalarlo.

Nel tentativo di proteggere la salute dei non fumatori, molti Stati hanno approvato leggi che vietano di fumare nei luoghi pubblici come ristoranti, bar, aerei e uffici. Tuttavia, esistono ancora molte persone che non possono sfuggire al fumo passivo, come, per esempio, i figli di fumatori che regolarmente respirano il fumo tossico delle sigarette o dei sigari dei loro genitori.

Che cos’è il fumo passivo?

Quando si respira il fumo proveniente da una sigaretta accesa, da un sigaro o da una pipa oppure il fumo esalato da un fumatore, si inala quasi la stessa quantità di sostanze chimiche inalate dal fumatore. Il fumo di tabacco contiene più di 4.000 composti chimici diversi, 50 dei quali sono noti per causare il cancro. Di seguito elencheremo alcune delle sostanze chimiche che finiscono nei polmoni ogni volta che si è esposti al fumo passivo:

  • cianuro di idrogeno – si tratta di un gas altamente velenoso usato nelle armi chimiche e nel controllo dei parassiti
  • benzene – un componente della benzina
  • formaldeide – una sostanza chimica usata per imbalsamare
  • monossido di carbonio – un gas velenoso che si trova negli scarichi delle auto

Il fumo passivo, detto anche fumo involontario, può uccidere e non esiste un’esposizione minima che possa essere identificata come sicura. Più si respira fumo passivo, maggiori sono i rischi per la salute.

Ecco alcune statistiche riguardo gli effetti dell’esposizione al fumo passivo:

  • negli Stati Uniti l’esposizione al fumo passivo provoca circa 50.000 morti all’anno tra gli adulti non fumatori.
  • i non fumatori esposti al fumo passivo corrono un rischio maggiore di sviluppare il cancro ai polmoni (dal 20% al 30%) e malattie cardiache (dal 25% al 30%).
  • ogni anno muoiono circa 3.000 non fumatori a causa delle malattie polmonari provocate dall’esposizione al fumo passivo.
  • si stima che ogni anno circa 46.000 non fumatori che vivono con fumatori muoiono a causa di malattie cardiache.
  • fra i 150.000 e i 300.000 bambini di età inferiore ai 18 mesi soffrono di infezioni respiratorie (come polmonite e bronchite) causate dal fumo passivo; fra i 7.500 e i 15.000 di loro necessitano di essere ricoverati in ospedale.
  • oltre il 40% dei bambini che vengono portati al pronto soccorso per gravi attacchi di asma vivono con fumatori.

Il fumo passivo può comportare una serie di gravi effetti sulla salute dei non fumatori, in particolare cancro e malattie cardiache.

fumo passivo effetti

Cancro

Il cancro rappresenta probabilmente la ripercussione sulla salute causata dal fumo più discussa e costituisce un problema significativo anche in caso di esposizione al fumo passivo. Il cancro ai polmoni è la malattia più nota, ma non dimentichiamo che l’esposizione al fumo passivo può incrementare il rischio di tumore al seno, cancro cervicale e di altri tipi di cancro.

Malattie cardiache

Respirare fumo passivo fa male al cuore. La ricerca dimostra che il fumo inizia a causare danni dopo soli 10 minuti. L’esposizione al fumo rende le piastrine del sangue più viscose, aumenta il livello di colesterolo “cattivo” (LDL) che occlude le arterie e danneggia il rivestimento dei vasi sanguigni. Con l’andare del tempo, questi cambiamenti aumentano le probabilità di sviluppare un blocco che comporterebbe un attacco di cuore o un ictus. I ricercatori hanno scoperto che le donne che sono state esposte al fumo passivo corrono un rischio maggiore (pari al 69%) di sviluppare malattie cardiache e ictus rispetto alle donne che non sono state esposte.

Bambini e fumo passivo

I bambini sono particolarmente vulnerabili agli effetti del fumo passivo poiché il loro corpo è ancora in fase di sviluppo e respirano ad un ritmo maggiore rispetto agli adulti.

Tutte le condizioni che elencheremo qui di seguito sono state attribuite all’esposizione al fumo passivo:

  • sindrome della morte improvvisa del lattante
  • incremento del numero di infezioni respiratorie (come bronchiti e polmoniti)
  • attacchi d’asma più gravi e più frequenti
  • infezioni alle orecchie
  • tosse cronica

Fumare in gravidanza rappresenta un serio pericolo per lo sviluppo del bambino. Il fumo è stato correlato anche al parto prematuro, al sottopeso del nascituro, al ritardo mentale, a problemi di apprendimento e alla sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Più sigarette fuma una futura neomamma, maggiore è il pericolo a cui viene esposto il futuro nascituro.

Come evitare il fumo passivo

Il modo migliore per ridurre il rischio delle condizioni precedentemente menzionate è quello di evitare di fumare e di convincere chi vi circonda a smettere di fumare. Chi desidera fumare dovrebbe farlo all’esterno e comunque il più lontano possibile da coloro che non fumano.

La casa è il luogo più importante da mantenere privo di fumo, soprattutto in presenza di bambini. Si stima che 21 milioni di bambini vivono in case dove chi vi risiede o chi vi fa visita fuma regolarmente e più della metà di questi bambini presenta livelli rilevabili di cotinina (prodotto della trasformazione della nicotina da parte dell’organismo) nel sangue. Tenere i bambini (e gli adulti) lontano dal fumo può contribuire a ridurre il loro rischio di sviluppare infezioni respiratorie, asma grave, cancro e molte altre condizioni pericolose per la salute.


Condividi con: