Bambini e autostima: mamma, papà sono grasso?


Quando i bambini iniziano ad andare a scuola, è inevitabile che tendano a mettere a confronto il proprio corpo, e quindi la propria immagine, con quello dei loro coetanei. Secondo gli esperti, sono molti i bambini di appena 5, 6 e 7 anni che si preoccupano del proprio peso.

Link sponsorizzati

In un sondaggio condotto su più di 1.000 bambini dai 9 ai 13 anni, è emerso che più della metà ha dichiarato di essere preoccupata del proprio peso anche quando in realtà non esisteva un reale motivo per esserlo.

Sebbene l’obesità infantile sia un problema reale con conseguenze altrettanto reali, il bambino, qualunque sia la sua età, non trarrà nessun beneficio dall’avere una pessima immagine di sé o dal sentirsi male con sé stesso. In quanto genitori, cosa è possibile fare per aiutare i vostri bambini? Anzitutto, siate positivi e focalizzatevi sulla salute del bambino e non sul suo peso, affermano gli esperti

Di seguito, spiegheremo come è possibile individuare le preoccupazioni del bambino riguardo la propria immagine di sé e come aiutarlo a sviluppare una migliore visione di sé stesso.

Bambini e obesità: come scoprire se il vostro bambino ha una cattiva immagine di sé stesso

A volte i segnali possono essere abbastanza chiari. Il vostro bambino potrebbe chiedervi: “Ti sembro grasso?” o potrebbe toccarsi spesso la pancia. Potrebbe smettere di mangiare proprio quei cibi che voi sapete quanto ha sempre adorato, specie quando si trova in compagnia dei suoi coetanei. Talvolta tenderà a commentare ciò che gli altri bambini mangiano, dicendo, per esempio, “stai attento, questo cibo non va bene per te”.

I segnali meno evidenti includono:

  • stato d’ansia generale
  • il bambino non partecipa alle attività con altri bambini
  • il bambino utilizza un linguaggio negativo per descrivere il proprio corpo
  • il bambino non vuole partecipare ad attività dove le persone potrebbero vedere il suo corpo, come il nuoto per esempio
  • depressione
  • il bambino tende ad esternare commenti del tipo: “non piaccio a nessuno”

bambino autostima

Come aumentare l’autostima del bambino quando è preoccupato del proprio peso

Sia che il vostro bambino sia in sovrappeso sia che non lo sia, potete aiutarlo a sentirsi meglio con sé stesso e ad imparare abitudini sane, seguendo i suggerimenti qui di seguito offerti da esperti di salute e nutrizione infantile:

Focalizzatevi sulla salute del bambino

Non lasciate che l’aspetto esteriore del bambino o la sua taglia diventino una vostra e una sua preoccupazione. Focalizzatevi sulla sua salute.

Aiutate il vostro bambino a comprendere quanto sia importante la salute affrontando il discorso con termini alla sua portata. I bambini di età compresa tra i 5 e 7 anni difficilmente possono comprendere l’importanza e il significato dei problemi di salute futuri dovuti a malsane abitudini (come l’ipertensione per esempio), ma sono tranquillamente in grado di capire come un corpo sano possa rendere la loro vita migliore alla loro età. Per esempio, potete spronarli facendo loro comprendere che il prestare maggiore attenzione alla salute permetterà loro di giocare più a lungo durante l’intervallo o di avere più energia durante l’allenamento di calcio.

Misurate il successo prendendo in considerazione i cambiamenti salutari e non l’ago della bilancia

Quando il bambino è molto piccolo, è importante che vi concentriate sull’adozione di nuove abitudini, ovviamente più salutari, piuttosto che sulla perdita di peso. Alcuni esperti raccomandano addirittura di scoraggiare i bambini dal pesarsi. Tuttavia, se vostro figlio si ritrova a dover fronteggiare problemi di obesità dopo i 10 anni di età, è consigliabile rivolgersi ad una figura professionale.

L’obiettivo principale dovrebbe essere quello di insegnare e far apprendere ai bambini comportamenti e abitudini salutari. Possono essere considerati cambiamenti positivi: guardare meno la tv, proporre giochi che prevedano una maggiore attività fisica, eliminare le bevande zuccherate e mangiare più frutta e più verdura.

Siate un buon esempio

I bambini sono come spugne e “assorbono” informazioni da tutto ciò che li circonda. Evitate di parlare del come vedete voi stessi e gli altri, da un punto di vista fisico, di fronte a loro. Se i genitori hanno un’immagine negativa del proprio corpo, i bambini recepiranno quest’informazione elaborandola ed inizieranno ad avere a loro volta dei dubbi.

Potete dare il buon esempio seguendo un regime alimentare più salutare e praticando più attività fisica. Anche se i bambini non potranno molto probabilmente svolgere le vostre stesse attività, potranno in ogni caso scoprire abitudini salutari che li divertano. Per esempio, mentre voi decidete di essere più attivi praticando jogging, il vostro bambino potrebbe preferire andare in bicicletta o giocare nel parco. In ogni caso, entrambi avrete fatto vostre abitudini più salutari.

Comprendere l’influenza dei media

Prestate attenzione ai messaggi che i media rivolgono ai bambini e aiutateli a identificare quali di essi sono negativi e malsani. Siate attenti anche alle vostre reazioni di fronte ai messaggi che riguardano l’aspetto fisico e l’autostima, così come ai messaggi che includono termini come “grasso” e “brutto”. I vostri bambini hanno modo di sentire che siete d’accordo con quei messaggi o con quelle parole?

Rafforzate l’autostima del vostro bambino

Assicuratevi che i vostri figli, qualunque sia la loro età, comprendano che le persone possono essere magre o più in carne e che non importa quale sia la loro taglia. L’obiettivo finale è la salute. Questo può essere particolarmente importante nel caso in cui la corporatura del vostro bambino differisca da quella degli altri membri della famiglia. Per esempio, il bambino può avere una corporatura robusta, mentre la mamma, il papà o i fratelli tendono ad essere alti e magri.

Migliorare le abitudini alimentari del bambino e fare in modo che sia più attivo rappresentano solo un parte del percorso atto ad aiutarlo ad avere una buona immagine di sé stesso e a migliorare la sua autostima. Infine, ricordate al bambino che esistono molti aspetti importanti che vanno ben oltre l’avere un bel corpo. In quanto genitori, è necessario assicurarsi di concentrare la propria attenzione su aspetti positivi che possano far comprendere al bambino che per essere una persona di valore il peso non è importante.


Condividi con: