Salute della donna: i sintomi da non ignorare


Talvolta capita di dover far fronte a sintomi comuni, il più delle volte passeggeri, tra cui la presenza di qualche linea di febbre, un dolore intercostale oppure un intestino “capriccioso”. Sintomi che, in quanto comuni, vengono spesso considerati “trascurabili”.

Link sponsorizzati

Tuttavia esistono segnali che ogni donna non dovrebbe mai ignorare. Vediamo quali sono i più importanti.

Dimagrimento insolito

Se non state seguendo un regime alimentare atto al dimagrimento e in assenza di altri sintomi, ma la perdita di peso è pari o superiore al 20% e si verifica nel giro di pochi mesi potrebbe trattarsi di ipertiroidismo.

L’ipertiroidismo è un disturbo della tiroide che fa accelerare il metabolismo. Può capitare anche che il dimagrimento causato da questa condizione sia associabile a tachicardia e spossatezza.

Un dimagrimento troppo repentino può essere anche un segnale di celiachia, ovvero l’intolleranza al glutine.

Il medico, grazie agli esami del sangue, controllerà il dosaggio degli ormoni tiroidei e gli autoanticorpi per la celiachia.

La febbre non passa

Nel caso in cui la temperatura corporea permanga intorno ai 37,5 gradi per almeno due settimane, senza la comparsa di altri sintomi, potrebbe trattarsi di una infezione nascosta.

L’infezione potrebbe essere correlata ad un problema dentale, specie se è da parecchio tempo che non si va dal dentista. Ma potrebbe anche essere un segnale di infezione a carico delle vie urinarie, disturbo piuttosto frequente nelle donne e caratterizzato solitamente da bruciore durante la minzione.

Il medico potrà prescrivere una lastra panoramica della bocca e una visita dentistica, oppure un esame delle urine con urinocoltura.

sintomi donna da non ignorare

Fiato corto

La presenza di fiato corto può dipendere da un rialzo della pressione. Se è accompagnato da una sensazione di cuore in gola, potrebbe essere correlato ad un disturbo del cuore.

Il fiato corto potrebbe anche essere un segnale di asma bronchiale.

Per dipanare qualsiasi dubbio, è consigliabile effettuare una lastra al torace.

L’intestino fa le bizze

Se notate un alternarsi di periodi di stipsi a periodi di diarrea, molto probabilmente la causa è da ricercarsi nella sindrome del colon irritabile oppure in altre malattie intestinali.

E’ necessario effettuare un test per la ricerca di sangue occulto nelle feci ed, eventualmente, prenotare una visita dal gastroenterologo al fine di farsi prescrivere esami specifici, come un’ecografia o una colonscopia.

Senso di disorientamento

La causa maggiormente imputabile di questo disagio è un forte calo di zuccheri nel sangue, specie se si sta seguendo una dieta troppo rigida o in caso di una forma iniziale di diabete.

E’ consigliabile recarsi il prima possibile al Pronto Soccorso per escludere eventuali problemi neurologici di grave entità, come l’ictus per esempio.

Forte emicrania

Se, nonostante l’assunzione di antidolorifici, l’emicrania non vi dà tregua ed è accompagnata da sintomi quali nausea, vomito o disturbi visivi, potrebbe essere la spia di allarme di un grave problema di natura neurologica.

E’ consigliabile recarsi subito al Pronto Soccorso.

Sensazione di dolore al torace

Se il dolore è forte e si presenta sul lato del torace per pochi secondi, potrebbe trattarsi di una banale fitta intercostale causata da un movimento falso.

Se, invece, il dolore è acuto e si presenta al centro del torace dopo i pasti, soprattutto quando ci si sdraia, molto probabilmente potrebbe trattarsi di reflusso gastroesofageo. Questa condizione è caratterizzata dalla risalita degli acidi dello stomaco nell’esofago causandone l’infiammazione.

Se il dolore è localizzato a livello dello sterno ed è accompagnato da una sensazione di peso e costrizione che si irradia al braccio sinistro provocando sudorazione e pallore, c’è il rischio che si tratti di infarto. In questo caso, è bene chiamare subito il 118. Nei casi sopra menzionati, è sufficiente rivolgersi al medico di base.


Condividi con: