Il segreto di lunga vita? Un’alimentazione sana ed equilibrata


Sebbene al giorno d’oggi vengano continuamente reclamizzati prodotti “portentosi”, non esistono stratagemmi atti a bloccare e impedire gli effetti dovuti al passare del tempo. L’unico modo per prendersi cura del proprio corpo e della propria mente è quello di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata. Solo così è possibile contrastare gli effetti del tempo ed affrontare l’avanzare dell’età in modo sereno e soprattutto in salute.

Link sponsorizzati

Il corpo umano può essere paragonabile ad una macchina. Se nella macchina viene inserito un carburante sbagliato oppure non viene curata in modo consono, essa, con l’andare del tempo, ne risentirà e smetterà di funzionare in modo corretto. Lo stesso accade per il nostro corpo. Per questo teniamo a rimarcare l’importanza che ricopre una corretta e sana alimentazione.

Ma come dovrebbe essere una alimentazione sana ed equilibrata? Cosa è necessario mangiare? Scopriamolo insieme.

L’avanzare dell’età e l’importanza degli antiossidanti

Per contrastare l’azione dei radicali liberi (contribuiscono al processo di invecchiamento), consumate cibi ricchi di antiossidanti. Gli antiossidanti si trovano nella frutta e nella verdura di colore acceso, come frutti di bosco, pomodori e barbabietole rosse. Per ridurre il rischio di cancro e cardiopatie, aggiungete alla vostra dieta almeno cinque porzioni di frutta e verdura ogni giorno.

I benefici dell’olio di oliva

L’olio di oliva è un grasso monoinsaturo che influisce positivamente sulla memoria. L’oleocantale, una sostanza organica naturale isolata dall’olio extra vergine di oliva, è un anti-infiammatorio naturale e produce effetti simili all’ibuprofene e ad altri FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei). Uno studio ha dimostrato che l’olio di oliva, specie quello extra vergine, aumenta il colesterolo buono (HDL) che ripulisce le pareti interne dei vasi sanguigni dall’accumulo di materiale lipidico (condizione conosciuta come aterosclerosi).

I benefici dei frutti di bosco

I frutti di bosco sono una fonte ricca di antiossidanti. Le fragole e i mirtilli costituiscono solo un esempio dei frutti di bosco ricchi di polifenoli. Queste sostanze aiutano a combattere il cancro e le malattie degenerative del cervello. Anche i frutti di bosco surgelati contengono polifenoli. Quando andate a fare la spesa date un’occhiata nel reparto surgelati e mettete i frutti di bosco nel vostro carrello.

Pesce: il “carburante” del cervello

Arricchite le vostre insalate con tonno o salmone. Il pesce è rinomato per essere il cibo per eccellenza per il cervello in considerazione del suo contenuto di acidi grassi. Gli acidi grassi DHA ed EPA sono molto importanti per lo sviluppo del cervello e del sistema nervoso. Mangiare pesce una o due volte alla settimana riduce anche il rischio di demenza. I grassi omega-3 che si trovano nel pesce grasso riducono il colesterolo e i trigliceridi. Inoltre, possono alleviare le infiammazioni che portano alla comparsa dell’aterosclerosi.

Fagioli: un’eccellente fonte di fibre

Integrate la vostra dieta con i fagioli in quanto alimenti ricchi di fibre. Mangiateli tre o quattro volte alla settimana. Le fibre aiutano a ridurre la pressione sanguigna, migliorano il colesterolo, prevengono la costipazione e aiutano la digestione. Inoltre, una dieta ricca di fibre aiuta a mantenersi sazi più a lungo ed è di notevole aiuto qualore fosse necessario perdere peso. I fagioli contengono carboidrati complessi che aiutano a regolare i livelli di glucosio, aspetto molto importante soprattutto per coloro che soffrono di diabete.

alimentazione sana

L’inestimabile importanza della verdura

La verdura contiene fibre, fitonutrienti ed è ricca di vitamine e minerali che possono proteggere contro le malattie croniche. Le verdure a foglia di colore verde scuro contengono la vitamina K che aiuta a mantenere le ossa forti. Le patate dolci e le carote contengono vitamina A, che aiuta a mantenere la pelle e gli occhi sani, e protegge dalle infezioni. In uno studio, dove un campione di uomini ha consumato dieci o più porzioni di prodotti a base di pomodoro alla settimana, è stato riscontrata una riduzione pari al 35% del rischio di tumore alla prostata.

I nutrienti della frutta secca

La frutta secca è ricca di proteine prive di colesterolo e di altri nutrienti. Le mandorle sono ricche di vitamina E che riduce il rischio di infarto nelle donne. Le noci pecan contengono antiossidanti. I grassi insaturi presenti nelle noci aiutano a ridurre il colesterolo cattivo (LDL) e aumentano il colesterolo buono (HDL). Ma la frutta secca non è priva di grassi, quindi consumatela con moderazione.

I benefici dei latticini

Consumare bevande fortificate con la vitamina D, come il latte, aiuta ad aumentare l’assorbimento del calcio. Questo è particolarmente importante per coloro che sono a rischio di osteoporosi o di assottigliamento delle ossa. La vitamina D, inoltre, aiuta a ridurre il rischio di tumore al colon, al seno e alla prostata. Consumate yogurt con colture vive per aiutare la digestione.

I molteplici effetti benefici dei cereali integrali

Mangiare cereali integrali può ridurre il rischio di alcuni tumori, di diabete di tipo 2 e di cardiopatie. Preferite il pane, la pasta e il riso integrali alle versioni raffinate. Aggiungete l’orzo alle vostre zuppe o la farina d’avena al polpettone. I cereali integrali vengono processati molto poco, quindi il loro valore nutritivo è maggiore. Le fibre dei cereali integrali, inoltre, aiutano a prevenire i problemi digestivi, come costipazione e diverticolite.

Perdere peso per restare in salute

Eliminare il peso in eccesso riduce la pressione a cui sono sottoposte le articolazioni, lo sforzo a cui è sottoposto il cuore e il rischio di alcuni tipi di tumore. Con l’avanzare dell’età il metabolismo rallenta e il tono muscolare si riduce. Scegliete proteine come carni magre, tonno o fagioli. Includete la verdura, i cereali integrali e la frutta. Serve più energia al vostro corpo per scindere i carboidrati complessi e le fibre vi aiuteranno a sentirvi sazi più a lungo.

Mantenere un peso salutare

A volte con l’avanzare dell’età è difficile mantenere un peso salutare e alcune persone tendono a dimagrire. Quando si è sottopeso il processo di guarigione da eventuali malattie ha una durata maggiore. Consumate quindi tre pasti al giorno con l’aggiunta di spuntini salutari fra un pasto e l’altro. Provate il latte intero invece di quello scremato, ma limitate l’apporto di grassi saturi per evitare livelli elevati di colesterolo. Durante il pasto consumate per primi gli alimenti più calorici. Se necessario, aggiungete dei pasti supplementari finché non avrete raggiunto il peso desiderato.


Condividi con: