Detesti fare movimento? Ecco i rimedi anti-pigrizia


E’ un dato di fatto: se volete perdere peso e seguire uno stile di vita salutare è necessario fare movimento. Tuttavia, sebbene sia stato ampiamente dimostrato che praticare attività fisica, anche a livelli moderati, riduca il rischio di problemi cardiaci, ipertensione e obesità e aiuti a migliorare le prestazioni sia fisiche che mentali, molte persone continuano a preferire uno stile di vita sedentario.

Link sponsorizzati

Vediamo perché molte persone detestano fare movimento e come è possibile contrastare questa pigrizia imperante, ma poco salutare.

Perché molte persone odiano praticare attività fisica?

Gli esperti affermano che le motivazioni sono molteplici e soggettive. Qui di seguito elenchiamo quelle più comuni:

  • Imbarazzo. Vi eravate quasi decisi, stavate per iscrivervi in palestra, poi la paura di fare una figuraccia vi ha fatto desistere? Non siete i soli. Molte persone rinunciano a fare movimento perché imbarazzate dal fatto di non saper usare le attrezzature presenti in palestra. Temono di non essere in grado di avere il giusto ritmo durante la lezione di aerobica oppure si vergognano perché ritengono che il loro abbigliamento non sia adatto alla circostanza.
  • Mancanza di tempo. La vita di ognuno di noi è talmente piena di impegni che per alcuni sembra impossibile riuscire a trovare un’ora di tempo per fare movimento. Specialmente le mamme single in carriera diranno di non avere tempo a sufficienza o di non sapere come gestire il tempo a loro disposizione per riuscire a praticare anche attività fisica. Quando si ha difficoltà nel gestire il tempo e, di conseguenza, gli impegni giornalieri, solitamente l’esercizio fisico è la prima cosa che viene eliminata. Un incontro non proprio importante o un salto nel negozio sotto casa diventano quindi più prioritari rispetto ad un’ora di attività fisica. Senza contare quel ritrovo di amici che spesso risulta molto più gradevole dell’andare in palestra.
  • Immagine negativa dell’attività fisica. Fate parte di quella categoria di persone che appena sentono la parola “esercizio” ricordano solo quello spiacevole episodio successo a scuola? Per alcune persone, quella può essere stata l’unica esperienza legata all’attività fisica. Per questo motivo, iniziano a sviluppare una concezione negativa dell’esercizio fisico.
  • Risultati poco immediati. Per vedere e sentire i benefici dell’attività fisica serve tempo e molte persone gettano la spugna molto prima di raggiungere il traguardo. Alcune persone sono ancora alla ricerca della pillola magica o della bevanda che facciano perdere peso. Il loro pensiero è: se esiste un modo migliore, veloce e semplice per dimagrire, perché fare movimento?
  • Denaro. Molte persone pensano che non sia loro possibile affrontare la spesa per iscriversi in palestra o per acquistare l’attrezzatura necessaria ad un’attività particolare. Hanno paura di sprecare il loro denaro in qualcosa che non useranno o che potrebbe non piacere.
  • Mancanza di supporto. Senza il supporto o l’incoraggiamento di un amico, di un membro della famiglia o di un coniuge, è facile mollare tutto.
  • Motivazione. Qualsiasi sia la vostra giustificazione, in realtà, è proprio la mancanza di motivazione che vi impedisce di praticare attività fisica.

rimedi anti pigrizia

Come posso cambiare idea?

Se detestate praticare attività fisica, ma volete cambiare abitudini provate a seguire i consigli qui di seguito. Ricordate che non esistono ostacoli insormontabili.

  • Praticate un’attività che vi diverta. Ovvio, se perseverate nel praticare un’attività fisica che proprio non vi piace, non caverete un ragno dal buco. Se non sapete con precisione cosa vi piace, sperimentate e provate più attività: iscrivetevi a un corso di danza, di nuoto oppure cimentatevi nell’utilizzo dei rollerblade. Se invece siete amanti della montagna, perché non approfittare dei paesaggi meravigliosi che essa offre facendo delle escursioni?
  • Fissate degli obiettivi. Scrivete su un foglio di carta, o dove meglio preferite, i vostri obiettivi e rivedeteli spesso. Fate in modo che siano realistici. Se avete iniziato col fare una camminata di 10 minuti, non potrete di certo aspirare a correre una maratona nel giro di tre mesi. Iniziate con obiettivi a breve termine per poi arrivare ad obiettivi a lungo termine.
  • Praticate attività fisica di mattina. Le statistiche hanno dimostrato che le persone riescono ad attenersi al programma prefissato se praticano attività fisica come prima cosa dopo essersi svegliate. Le possibilità di trovare scuse per non fare movimento sono minori e, se ci pensate bene, lo avrete fatto ancor prima che la vostra giornata abbia inizio.
  • Pianificate la vostra attività fisica. Provate a pianificare l’attività fisica come se fosse un incontro di lavoro importante. Programmate mese per mese scrivendo il giorno e l’ora che dedicherete all’attività fisica. Se per caso dovete annullare una data, riprogrammate il tutto immediatamente.
  • Trovate un compagno “d’avventura”. Praticare attività fisica aiuta anche a socializzare. Che facciate parte o meno di un team sportivo, avere al vostro fianco una persona che vi supporti vi sarà di grande aiuto nel perseguire il vostro scopo.
  • Premiatevi. Facciamo un esempio pratico: vi siete prefissati di fare una camminata a passo sostenuto di 30 minuti o di riuscire a fare 10 flessioni di fila. Nel momento in cui raggiungete lo scopo premiate voi stessi acquistando un nuovo CD o una maglietta. Altro esempio: siete riusciti a seguire il programma per 12 settimane? Ottimo! Compratevi un nuovo paio di scarpe da ginnastica. Assicuratevi solo che la ricompensa non sia un’abbuffata di cibo.
  • Annotate i vostri progressi. Anche se non frequentate una palestra, potete ugualmente tenere nota dei vostri progressi. Iniziate con lo scrivere il vostro peso, le vostre misure, il vostro BMI e annotate anche per quanto tempo siete stati in grado di allenarvi il primo giorno. Nel giro di tre mesi, potrete constatare i progressi che avrete compiuto.
  • Provate un approccio mente-corpo. Iniziare con corsi di yoga o pilates, nei quali è necessario focalizzarsi sulla respirazione e sullo stretching, potrà farvi assaporare da subito i benefici che l’attività fisica può dare. Respirando in modo efficace e ossigenando i muscoli, vi sentirete da subito più rilassati e avrete modo di apprezzare in tempo breve i benefici evitando i dolori tipici di un allenamento intensivo.
  • Abbandonate l’approccio “o tutto o niente”. Non avete un’ora di tempo per allenarvi? Che ne dite di 30 minuti? Sono sicuramente meglio di zero. Inoltre, se vi allenate in modo intelligente potete trarre reali benefici anche da 30 minuti di attività fisica. Ricordate, infine, che gli errori ed eventuali fallimenti fanno parte del percorso. Non fatevi abbattere. “Tornate in sella” e dite no alla procrastinazione.

Condividi con: