Bicarbonato: un sale dalle molte virtù


Il bicarbonato è un sale derivato dall’acido carbonico e dotato di una composizione chimica pari a pH 9, quindi alcalina e non acida. E’ presente in natura nei sedimenti dei laghi e nelle acque sotterranee, oppure è ricavato dalle ceneri di alcuni tipi di piante o di alghe.

Link sponsorizzati

Viene anche prodotto dal nostro organismo per mantenere il giusto livello di acidità del flusso sanguigno e favorire i complessi scambi della respirazione, trasportando le sostanze di rifiuto dai tessuti ai polmoni, dove vengono espulse. E’ presente anche nella nostra saliva dove, neutralizzando gli acidi prodotti dalla decomposizione della placca batterica, protegge lo smalto dei denti e, una volta mescolato coi cibi, contribuisce a ridurre l’acidità presente all’interno dello stomaco e a prevenire lesioni e ulcere.

Il compito del bicarbonato è proprio riportare il giusto pH all’interno del tubo digerente, neutralizzando l’acidità dei cibi ingeriti, che altrimenti potrebbero corrodere le pareti di stomaco e intestino. Di conseguenza, riequilibra il grado di acidità di tutto l’apparato digerente.

Rinfrescante e purificante, è utile anche per uso esterno, per esempio in caso di pelle grassa o, disciolto nell’acqua della vasca da bagno, come rimedio defatigante o antidolorofico nel caso di stanchezza alle gambe o dolori articolari.

Al di là della sua già nota utilità per una pulizia accurata di frutta e verdura, vediamo insieme quali sono gli altri impieghi di benessere di questo sale “multifunzionale”.

Digestione

Un solo cucchiaino da ingerire con un po’ di liquido può risolvere rapidamente pesi e gonfiori allo stomaco.

Ma attenzione: non va sciolto nell’acqua, come si fa abitualmente, perché nello stomaco, a contatto con l’acido cloridico, sviluppa anidride carbonica favorendo così l’aerofagia. E’ meglio versarlo in un poco di spremuta d’arancia o di limone, da bere dopo che è scomparsa la schiuma bianca. In questo modo si ottiene il citrato di sodio, un buon antiacido che migliora la digestione senza provocare gonfiori addominali.

Gambe e piedi stanchi

Per alleviare l’indolenzimento serale delle estremità, sono utili i pediluvi in acqua tiepida o moderatamente calda, preparati con due cucchiai (50 g circa) di bicarbonato.

A una certa temperatura, infatti, il bicarbonato si decompone e libera anidride carbonica, rivelata dal noto “effetto effervescente”, che favorisce la microcircolazione venosa, con un effetto un po’ simile a quello dell’idromassaggio.

E’ sufficiente tenere i piedi in ammollo per una decina di minuti per avvertire un senso di leggerezza e freschezza.

bicarbonato

Irritazioni cutanee

Non c’è niente di meglio di un impacco fresco di acqua e bicarbonato per ristabilire il giusto pH della pelle e, dunque, combattere eruzioni allergiche e irritazioni d’ogni tipo.

E’ utile, per esempio, per lenire le irritazioni delle pieghe sottomammarie o dell’interno cosce, come per alleviare i fastidi di un disturbo frequente nei lattanti, la sudamina, che insorge quando sono tenuti troppo coperti: dovuta a un’insufficiente evaporazione del sudore, si manifesta con irritazioni cutanee, bollicine pruriginose e macchioline rosse, in particolare su pancia e schiena.

E se un uso forse troppo frequente di detergenti ricchi di tensioattivi (quelli molto schiumogeni) irrita la cute, è bene diluirli aggiungendo ancora una volta un po’ d’acqua e un cucchiaino di bicarbonato.

Igiene della bocca

Sciogliendo un cucchiaino di bicarbonato in un bicchiere d’acqua per fare risciacqui, possiamo rinfrescare l’alito. Il bicarbonato è, infatti, una sostanza “tampone”, poiché aiuta a neutralizzare proprio quegli odori che hanno origine acida, come aglio e cipolla.

Il bicarbonato porta sollievo anche a bambini e anziani affetti da mughetto, un’infezione della bocca dovuta a candida albicans: per loro, sono utili spennellature locali con acqua e bicarbonato utilizzando un bastoncino di cotone.

Igiene degli occhi

Contro infiammazioni alle palpebre, congiuntivite o orzaiolo, lavaggi frequenti a base di acqua e un pizzico di bicarbonato.

Igiene intima

Per prevenire e curare i disturbi causati da quell’insidioso fungo che è la candida, possono essere utili i lavaggi locali “alcalinizzanti” a base di bicarbonato di sodio, in grado di ristabilire il giusto pH. Per prepararli, basta versarne un cucchiaio in un litro d’acqua.

Raffreddori

Per decongestionare le vie respiratorie, “liberare” il naso e combattere la raucedine, sono davvero utili i classici suffumigi, ossia le inalazioni di vapore, preparate versando in un litro di acqua bollente due cucchiai di bicarbonato di sodio.

Per ottenere un rapido sollievo, è sufficiente respirarne i vapori per una decina di minuti, con la testa coperta da un asciugamano.


Condividi con: