Aumento di peso: quali sono le cause meno comuni?


Se iniziate a consumare più calorie del solito o a diminuire l’attività fisica, non sarete sicuramente sorpresi nel vedere l’ago della bilancia salire. Ma cosa succede quando il vostro peso aumenta pur mantenendo le abitudini di sempre? E’ giunto il momento di scavare più a fondo per indagare sulle reali motivazioni del vostro aumento di peso.

Link sponsorizzati

Carenza di sonno

Esistono due punti principali che collegano sonno e aumento di peso. Il primo è intuibile: rimanere svegli fino a tardi, aumenta le possibilità di fare spuntini notturni, i quali non faranno altro che incrementare l’apporto calorico. L’altra motivazione include le alterazioni a livello biochimico che entrano in gioco con la privazione del sonno. Gli ormoni che influenzano l’appetito prendono il sopravvento, rendendovi più affamati il mattino successivo. Questi ormoni, inoltre, non vi faranno percepire il senso naturale di sazietà anche dopo aver mangiato.

Stress

Quando si è sottoposti a periodi particolarmente stressanti, il corpo reagisce secernendo cortisolo. Il cortisolo, meglio noto come “ormone dello stress”, causa un aumento dell’appetito. Inoltre, quando ci si sente stressati si ha la tendenza a consumare alimenti ipercalorici. Questa combinazione è un connubio perfetto per l’aumento di peso.

Antidepressivi

Uno spiacevole effetto collaterale di alcuni antidepressivi è l’aumento di peso. Questo accade nel 25% circa delle persone che li assumono a lungo termine. Se ritenete che l’antidepressivo che state assumendo possa causare un aumento di peso, parlatene al vostro medico e chiedete se esiste la possibilità di sostituirlo. In ogni caso, tenete presente che alcune persone ingrassano dopo aver iniziato una cura antidepressiva semplicemente perché si sentono meglio e questo le porta ad avere più appetito di prima.

Corticosteroidi

Questo tipo di farmaci antinfiammatori steroidei, come il prednisone, è noto per causare un aumento di peso. La ritenzione idrica e l’aumento di appetito sono le ragioni principali. Sebbene l’aumento di peso sia comune, la gravità di questo effetto collaterale dipende dalla dose e dalla durata con cui viene assunto il farmaco. Alcune persone possono anche sperimentare una redistribuzione del grasso durante il trattamento in zone quali viso, base del collo o addome.

Altri medicinali che possono far aumentare di peso

Esistono altri farmaci su prescrizione associabili all’aumento di peso. La lista include gli antipsicotici (utilizzati nei casi di schizofrenia e disturbo bipolare) e altri medicinali usati nel trattamento di emicrania, ipertensione e diabete. Parlate col vostro medico affinché possa consigliarvi un farmaco che curi i vostri sintomi riducendo al minimo gli effetti collaterali.

La pillola anticoncezionale in genere NON causa aumento di peso

Contrariamente a quanto si è soliti pensare, la pillola anticoncezionale non causa aumento di peso. In effetti, alcune donne arrivano anche a perdere peso a causa del senso di nausea. Nonostante tutto, se siete preoccupate riguardo un eventuale aumento di peso, parlatene al vostro ginecologo. Saprà darvi tutte le delucidazioni di cui avete bisogno.

aumento_peso_cause.jpg

Ipotiroidismo

Quando la tiroide non secerne una quantità sufficiente di ormoni tiroidei, ci si sente stanchi, deboli, apatici e si aumenta di peso. Il metabolismo rallenta agevolando così l’aumento di peso. Anche i farmaci utilizzati per trattare questa condizione, ovvero l’ipotiroidismo, possono avere il medesimo effetto.

Menopausa

Le donne in menopausa tendono ad imputare la causa di un eventuale aumento di peso alla perdita di estrogeni e alla menopausa stessa. Il cambiamento che avviene a livello ormonale non è la causa primaria. Con l’avanzare dell’età, infatti, il metabolismo rallenta e la quantità di calorie bruciate è minore. Qualsiasi cambiamento apportato allo stile di vita (praticare meno attività fisica, per esempio) in questa fase, gioca un ruolo importante. L’aumento di peso come conseguenza della menopausa può verificarsi nel girovita, ma non su fianchi o cosce.

Sindrome di Cushing

L’aumento di peso è un sintomo comune della sindrome di Cushing. Questa condizione è caratterizzata da una iperproduzione dell’ormone cortisolo, che a sua volta causa l’aumento di peso e altre anomalie. La sindrome di Cushing può verificarsi nel momento in cui il soggetto assume corticosteroidi per curare condizioni specifiche, come l’asma, l’artrite o il lupus. Può anche presentarsi quando le ghiandole surrenali producono una quantità eccessiva di ormoni. L’aumento di peso solitamente si concentra in zone quali viso, collo, girovita e tronco.

Sindrome da ovaio policistico

Si tratta di un problema ormonale piuttosto comune nelle donne in giovane età. La maggior parte delle donne che presenta questa sindrome, sviluppa piccole cisti nelle ovaie. Tale condizione comporta  uno squilibrio ormonale che influenza il ciclo mestruale, una eccessiva presenza di peluria e acne. Le donne che soffrono di questa condizione sono resistenti all’insulina e questo può causare un aumento di peso. I chili tenderanno ad accumularsi nella zona addominale, comportando per le donne in questione un aumento del rischio di problemi cardiaci.

Smettere di fumare

Le persone che smettono di fumare ingrassano in media dai 2 ai 5 chili. Perché questo accade? Anzitutto, la nicotina inibisce l’appetito, quindi quando si smette di fumare il senso di fame aumenta. La nicotina, inoltre, accelera il metabolismo, e alcune persone quando smettono di fumare non diminuiscono l’apporto calorico per compensare il rallentamento del metabolismo stesso. Infine, la nicotina è nota per alterare la percezione dei sapori, quindi una volta che si smette di fumare il cibo avrà un gusto migliore e questo potrebbe comportare un eccessivo consumo dello stesso.

Regola numero 1

Non smettete di assumere i farmaci che vi sono stati prescritti senza prima consultare il medico. Possono essere medicinali di vitale importanza per la vostra salute ed una interruzione repentina potrebbe causare problemi.

Regola numero 2

Non mettetevi a confronto con altre persone che stanno assumendo il vostro stesso farmaco. Gli effetti collaterali non sono uguali per tutti, ma possono variare da persona a persona. Anche se un medicinale ha comportato una perdita di peso per una persona che conoscete, questo non significa che lo stesso valga per voi. Consultate sempre il medico.

Regola numero 3

Non spaventatevi se l’aumento di peso è dovuto solo ad un’eventuale ritenzione idrica. Non si tratta di adipe permanente. Una volta che avrete ultimato il ciclo di cure a cui vi state sottoponendo, il gonfiore dovuto alla ritenzione dei liquidi scomparirà. Nel frattempo optate per una dieta povera di sodio.

Regola numero 4

Parlate col vostro medico. Potrà consigliarvi e prescrivervi un altro farmaco che però non prevede gli stessi effetti collaterali, in questo caso l’aumento di peso, di quello che state assumendo.

Regola numero 5

Se il vostro aumento di peso è dovuto ad un rallentamento del metabolismo (causato sia da una condizione specifica che dall’assunzione di un farmaco), svolgete attività che possano accelerarlo. Fate movimento!

Referenze

  • Medscape: “The Impact on Sleep Deprivation on Hormones and Metabolism”
  • Johns Hopkins Medicine: “Prescription Drugs that Cause Weight Gain”
  • U.S. National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases: “Cushing’s Syndrome”, “Hypothyroidism”
  • WomensHealth.gov: “PCOS fact sheet”, “Menopause”
  • NHS Choices: “Will I put on weight when I give up smoking?”
  • U.S. National Institute of Mental Health: “Mental Health Medications”, “Depression”
  • Hospital for Special Surgery: “How to Reduce Corticosteroid Side Effects”

Condividi con: