Argilla: un rimedio naturale per contusioni e pelle impura


L’utilizzo di terra e fanghi a scopo curativo è conosciuto e praticato da lungo tempo. Da sempre vengono scelti solo alcuni tipi di terra, indicati per questo tipo di applicazioni salutari, prima tra tutti l’argilla.

Link sponsorizzati

Le modalità di applicazione, che possono giovare sia alla salute che alla bellezza della pelle, sono diverse.

A freddo e a caldo

L’impacco di argilla viene eseguito freddo in caso di ferite, ustioni o infiammazioni, così come nei casi di ascessi, punture di insetti, flebite o malattie della pelle.

Si preferisce optare per l’impacco caldo nei casi di artrite e di malattie renali.

Un toccasana per tutto il corpo

Gli impacchi possono essere applicati solo su una parte del corpo (viso e arti, per esempio), oppure sull’intero organismo.

L’immersione in fango di argilla per una durata pari a 30 minuti circa (il cosiddetto “bagno di argilla”) è una cura molto salutare, ma va comunque praticata solo con il consenso del medico o del terapeuta.

argilla rimedio naturale

Guarire le contusioni

Il cataplasma freddo di argilla è particolarmente indicato per diminuire il gonfiore e il dolore provocati da un trauma o da una contusione.

Che cosa usare: argilla e acqua. Mescolate in modo da ottenere un fango spalmabile della consistenza di una crema densa. Sono necessari anche 1 telo di lana e 2 teli di cotone. Per accentuare l’effetto dell’argilla, invece della semplice acqua potete usare tintura di arnica diluita, oppure acqua mista ad aceto.

Come fare: stendere uno strato di fango di 1/2 cm su uno dei teli di cotone. Avvolgere la parte contusa nel telo, mettendo l’argilla a diretto contatto con la pelle. Ricoprire quindi con il secondo telo di cotone e fasciare bene con il panno.

Il cataplasma va rinnovato dopo 3 ore. Trascorso questo tempo l’argilla, ormai secca, si stacca facilmente dalla pelle.

Maschera di argilla

La maschera di argilla è adatta a pelli giovani e impure, con punti neri e segni d’acne.

Per ottenere un risultato migliore è consigliabile fare 10 applicazioni (1 ogni 20 giorni, sono trattamenti di cui è bene non abusare).

La maschera di argilla rimuove le cellule morte o ispessite, rinnovando la pelle e pulendola in profondità.

Come fare: sciogliere l’argilla in 1 cucchiaio d’acqua. Stenderla in modo uniforme sul viso per 20 minuti. Risciacquare quindi con acqua tiepida.

Precauzioni

  • Sulle ferite aperte usare solo argilla tassativamente sterile.
  • Per aumentare l’efficacia dei trattamenti, è possibile diluire l’argilla con decotti e tinture di erbe medicinali (tintura d’arnica per le contusioni, acqua di rose per le maschere di bellezza, per esempio).
  • Non utilizzare mai l’argilla più di una volta.
  • Gli impacchi di argilla sgrassano molto la pelle, per cui, se si pratica spesso questo tipo di cura, prima dell’applicazione del cataplasma bisogna cospargere la pelle con olio di oliva o con una crema nutriente.
  • Per procurarsi l’argilla: raccoglierla nelle zone in cui affiora naturalmente, o comprarla in un negozio di medicina naturale o in erboristeria. Se l’argilla è stata raccolta, prima di utilizzarla scaldarla nel forno per 1 ora allo scopo di sterilizzarla.

Condividi con: