Allergie: le insidie nascoste in casa


La vostra casa è a prova di allergie? Fate attenzione. Le cause scatenanti come muffa, polvere e forfora animale si nascondono dietro ogni angolo, spesso in posti insospettabili. Scopriamo insieme quali sono e cosa è possibile fare per risolvere il problema.

Link sponsorizzati

Piante da appartamento

Date un’occhiata alle piante che avete in casa. Le spore di muffa possono crescere nei vasi ed estendersi fino al pavimento. Per minimizzare il problema, rimuovete le foglie morte, usate dei sottovasi e, quando annaffiate, evitate di utilizzare quantità eccessive di acqua.

Animali domestici

Le allergie dovute agli animali domestici sono comuni, ma il reale problema non è il pelo, bensì la forfora animale (scaglie di pelle morta). Quest’ultima fluttua nell’aria e si deposita su tappeti, mobili e lenzuola.

Tenere lontano i vostri amici da alcune stanze è utile solo in parte. L’aria può trasportare la forfora animale per tutta la casa. Pulite e passate l’aspirapolvere spesso. Inoltre, dopo aver giocato con il vostro animale assicuratevi di lavarvi le mani con cura.

Moquette e tappeti

La moquette e i tappeti sono un rifugio molto ambito per alcuni tipi di allergeni.

Questi oggetti, infatti, accumulano polvere e diventano terreno fertile per i microscopici acari della polvere. Le feci e le parti del corpo degli acari della polvere sono piuttosto noti come causa di allergie domestiche.

Per ridurre il problema, utilizzate un aspirapolvere con filtro HEPA (particolare sistema di filtrazione ad elevata efficienza di fluidi) oppure prendete in considerazione l’idea di rimuovere completamente la moquette.

Libri

Il cosiddetto “cibo per la mente” è anche un’ottima fonte di nutrimento per fastidiosi infestanti. La polvere dei libri ospita acari, spore di muffa e piccole creature chiamate “mordilibri” (psocopteri).

Se vi accorgete che maneggiare i libri che avete in casa è causa di allergia, provate ad aspirare la copertina regolarmente con l’aspirapolvere oppure riponeteli in un contenitore che andrete poi a chiudere con cura.

peluche e acari della polvere.jpg

Arredamento imbottito

L’arredamento imbottito come divani, sofà, ecc. è un gradevole rifugio per gli acari della polvere. Utilizzate regolarmente l’aspirapolvere per pulire. Pelle, vinile o altre superfici lisce possono diminuire il rischio di allergie.

L’arredamento posizionato in luoghi umidi, come il seminterrato, può favorire la formazione di spore di muffa. Utilizzate un deumidificatore in questo tipo di stanze per ridurre l’umidità.

Lenzuola

Quando dormiamo lasciamo nel letto una grande quantità di cellule di pelle morta che inevitabilmente attraggono gli acari della polvere.

Il modo più efficace per tenere alla larga questi piccoli esseri è quello di utilizzare rivestimenti anallergici per materassi e cuscini.

Lavate le lenzuola ogni settimana. Evitate di usare cuscini, coperte, trapunte e piumoni a fantasia che non possono essere lavati.

Peluche

Se il vostro bambino è allergico agli acari, il suo peluche preferito potrebbe peggiorare le cose.

Non è necessario bandire dalla vostra casa questo tipo di giocattoli. Optate, invece, per i peluche lavabili in lavatrice e lavateli in acqua calda una volta alla settimana. Asciugateli con cura.

Se il peluche preferito del vostro bambino non può essere lavato, mettetelo nell’asciugatrice una volta alla settimana.

Bagno

La muffa che si forma sulle mattonelle del bagno è opera delle spore di muffa, che prediligono ambienti umidi e caldi. La muffa nera spesso si forma anche in punti nascosti e può diffondersi dietro i muri o sotto il pavimento.

La miglior arma di difesa in questo caso è quella di tenere il bagno pulito e privo di umidità. Riparate eventuali perdite ed azionate un ventilare non appena finite di fare la doccia. Pulite le superfici regolarmente con un disinfettante.

Cucina

La cucina è il luogo della casa preferito dalla muffa. Se il vostro frigorifero è dotato di un vassoio raccogli acqua, estraetelo e pulitelo a fondo regolarmente. L’acqua stagnante attira la muffa. Anche il cibo scaduto o ammuffito può provocare allergie.

Inoltre, coprite con cura i barattoli aperti e riponete il cibo in appositi contenitori ermetici. Così facendo terrete alla larga gli scarafaggi. Questi insetti notturni sono difficili da scovare e sono causa di allergie in molte persone.

Condizionatore d’aria

Il condizionatore d’aria mantiene la casa fresca e priva di umidità, aiutandovi a combattere gli allergeni. Ma talvolta può essere anch’esso parte del problema. La polvere che si deposita nella serpentina di raffreddamento è terreno fertile per la formazione di muffa.

Potete ovviare a questo problema installando un filtro resistente e cambiandolo regolarmente. Le unità del condizionatore, sia quella interna che quella esterna, devono comunque essere controllate e pulite professionalmente ogni anno.

Referenze

  • The Allergy Sourcebook, Merla Zellerbach
  • Journal of Allergy and Clinical Immunology: “Environmental Allergen Avoidance: An Overview”, vol. 107, nr.3, punto 2, marzo 2001
  • National Institute of Allergy and Infectious Diseases: “Fact Sheet: How to Create a Dust-Free Bedroom”

Condividi con: