Erosione e abrasione dello smalto dentale: quali sono le cause?


Lo smalto dentale può essere paragonabile al guscio di un uovo. Esso protegge la parte interiore più vulnerabile del dente. A differenza del guscio d’uovo, lo strato sottile dello smalto è resistente. Infatti, quest’ultimo è la sostanza più dura presente nel corpo umano. Esso, grazie anche ad una buona igiene orale, può resistere per decenni.

Link sponsorizzati

Cosa rende i denti bianchi?

Lo smalto dentale all’apparenza sembra di colore bianco, ma in realtà questa colorazione è data dallo strato sottostante, ovvero la dentina che è bianca. Lo smalto è traslucido, perlomeno inizialmente. Col tempo, il caffè, il tè, le sigarette e altre sostanze possono macchiare lo smalto rendendolo giallognolo o addirittura grigio.  

Dalla erosione dello smalto alla carie

Sebbene lo smalto sia molto resistente, non è tuttavia indistruttibile. Gli acidi degli alimenti e i batteri possono intaccarne la resistenza, causando erosione e carie. Lo smalto può anche scheggiarsi o spezzarsi. Diversamente dalle ossa, lo smalto non può riformarsi. Il danno subito è permanente.  

Carie e sensibilità

Cosa succede nel momento in cui lo smalto viene danneggiato? La parte sottostante esposta diventa vulnerabile alla carie. La carie non è l’unico problema. I denti, il cui smalto risulta danneggiato, possono diventare sensibili alle temperature estreme. Mangiare un gelato o sorseggiare un caffè caldo, quindi, può risultare doloroso o spiacevole.  

In che modo i batteri intaccano lo smalto?

Dopo mangiato, alcuni batteri presenti nella bocca “banchettano” sfruttando gli zuccheri provenienti dagli alimenti dolci e dagli amidi. Questo comporta la comparsa di acidi che possono intaccare la resistenza originaria dello smalto. Anche gli acidi che si trovano nei succhi e nelle bevande sono dannosi. Alcuni sono anche più corrosivi dell’acido batterico. Col tempo, questi acidi causano erosione, modificando letteralmente la dimensione del dente restringendolo.

erosione denti cause

Assaggiatori di vino fate attenzione!

Gli assaggiatori di vino possono essere ad alto rischio per quanto riguarda macchie ed erosione dentali. Perché? Sorseggiare vino più volte al giorno degustandolo, come solitamente fanno gli assaggiatori, aumenta l’esposizione dello smalto all’effetto dannoso degli acidi. Ecco perché è meglio bere un bicchiere di vino a pasto piuttosto che sorseggiarlo più volte durante la giornata.  

Problemi alimentari e digestivi

Le condizioni che causano vomito o reflusso acido possono danneggiare lo smalto dentale. Quando l’acido dello stomaco arriva alla bocca può avere un effetto corrosivo sullo smalto. Lo stesso vale per qualsiasi condizione che può essere causa di vomito frequente, come problemi gastrointestinali o disordini alimentari.  

Secchezza delle fauci

Se soffrite di secchezza delle fauci, causata dall’effetto collaterale di un medicinale o da uno stato di salute particolare, gli acidi permangono nella bocca più a lungo provocando danni non indifferenti. La saliva neutralizza in modo naturale gli acidi presenti nella bocca e rifornisce la stessa dei minerali atti a rafforzare lo smalto dentale.  

Bruxismo

Un’altra causa è il bruxismo, meglio nota come digrignamento dei denti. A lungo andare questa abitudine può erodere lo smalto. L’effetto del bruxismo è spesso peggiore durante il sonno, poiché l’individuo non è in grado di controllarlo. Ridurre lo stress può essere di aiuto. Alcune persone ricorrono all’utilizzo di un paradenti specifico prima di andare a dormire.

La bocca non è un apribottiglia!

La mamma aveva ragione: mai aprire le bottiglie o altri contenitori coi denti! Correte il rischio di scheggiare o spezzare in modo permanente lo smalto.  

Consigli per contrastare l’erosione dello smalto dentale

Esistono modi molto semplici per ridurre l’erosione dentale. Lavatevi i denti dopo aver mangiato o bevuto. Utilizzate uno spazzolino con setole morbide e un dentifricio al fluoro. Potete eventualmente bere un po’ di latte o mangiare un pezzetto di formaggio subito dopo i pasti per agevolare la neutralizzazione degli acidi. Infine, una gomma da masticare senza zucchero contenente xilitolo dopo i pasti, stimola la produzione di saliva. Questo è un altro modo per contrastare gli effetti degli acidi.  

Migliorare l’igiene orale

Preferite il filo interdentale al classico stuzzicadenti. Spazzolate i denti con delicatezza. Strofinarli con uno spazzolino dalle setole dure può danneggiare lo smalto. Fate attenzione ai prodotti sbiancanti, possono danneggiare lo smalto se utilizzati in modo improprio o troppo spesso. Se necessitate di ulteriori consigli sull’igiene orale o per qualsiasi dubbio, rivolgetevi al dentista.

Referenze

  • Academy of General Dentistry
  • American Dental Association
  • British Dental Health Association
  • Mandel L., Journal of the American Dental Association, 2005
  • Massachusetts Dental Association
  • Sarrett D.C., Journal of the American Dental Association, 2002
  • Wiegand A., Occupational Medicine, 2007

Condividi con: