Accrescere la propria autostima: vivere bene imparando ad amare noi stessi


Aumentare l’autostima è un fattore vitale se volete vincere lo stress. Quando il livello di autostima è alto, ci sentiamo bene con noi stessi. Non ci nascondiamo dietro ad una maschera fatta di dubbi o insicurezze. Affrontiamo le critiche  senza problemi, non siamo sopraffatti dalle emozioni e reagiamo alle situazioni stressanti in modo costruttivo.

Link sponsorizzati

L’autostima può essere definita come la visione che abbiamo di noi stessi. Se tale visione è positiva, ci reputiamo persone di valore,  crediamo in noi stessi e ci rispettiamo per quello che siamo. Al contrario, se tale visione è negativa, viviamo nella convinzione di non valere nulla, abbiamo un basso rispetto di noi stessi e la fiducia che riponiamo in noi stessi è pressoché assente.

Quello che conta è ciò che sentiamo dentro

Le persone con bassa autostima fanno di tutto per sentirsi meglio. Arrivano a spendere una fortuna in abiti firmati o in interventi di chirurgia plastica, si ricoprono di gioielli costosi oppure si truccano in modo eccessivamente vistoso. Accettano i complimenti che vengono fatti loro senza crederci, perché nel loro profondo non credono in loro stesse. Da qui l’importanza di ciò che sentiamo interiormente e di come ci percepiamo.

Le due facce dell’autostima

Persona con alta autostima

  • Mi piaccio per quello che sono
  • Mi piace piacere, ma sono consapevole del fatto che non posso piacere a tutti
  • Mi accetto per quello che sono: pregi e difetti
  • Ok ho sbagliato ma non devo sentirmi in difficoltà (critica al comportamento)
  • Posso gestire le critiche  
  • Mi focalizzo sui miei punti di forza, sui miei pregi
  • Sono una persona positiva quindi penso positivo
  • Sono una persona indipendente

Persona con bassa autostima

  • Non mi piaccio per quello che sono e cerco l’approvazione altrui tentanto di compiacere gli altri.
  • Ho bisogno di piacere
  • Non mi piace nulla di me
  • Ho sbagliato quindi devo rimproverarmi (critica a sé stessi)
  • Le critiche mi distruggono. Le critiche non fanno altro che confermare quanto poco valgo, quanto sono stupido e senza speranza.
  • Mi focalizzo solo sui miei punti deboli, sui miei difetti
  • Sono una persona passiva (lascio che gli altri mi calpestino)
  • Faccio il prepotente (in questo modo rinforzo la mia bassa autostima)
  • Dipendo dagli altri

Di base, le persone con alta autostima trattano sé stesse con gentilezza e questo le fa sentire bene. Questo tipo di comportamento porta a compiere azioni positive e al successo. Le persone con bassa autostima tendono a denigrare sé stesse nella convinzione di non essere degne o di non essere  mai abbastanza brave. Questo comporta azioni negative e preoccupazione.

autostima

Il legame tra bassa autostima e dialogo interiore

Uno degli scopi principali di questo articolo è quello di far comprendere l’importanza che ricopre il dialogo interiore e dell’influenza che esso ha sugli stati d’animo e sulle azioni compiute. Il dialogo interiore delle persone con bassa autostima abbonda di pensieri negativi quali: “sono assolutamente inutile, senza speranza, stupido, una perdita di tempo”.

Questo tipo di dialogo interiore, ovvero negativo, è uno dei maggiori ostacoli per riuscire a vincere la bassa autostima.

Le persone con bassa autostima necessitano di interiorizzare nuovi messaggi; messaggi positivi che arricchiscano e nutrano la loro ‘autostima. Acquisire maggiore consapevolezza di sé stessi, sfidando continuamente questo dialogo interiore negativo, è vitale per costruire la propria autostima.

Autostima e salute

Un basso livello di autostima può essere causa di stress e depressione, poiché le persone con scarsa autostima hanno una visione negativa sia di loro stesse che del mondo in cui vivono.

Le radici dell’autostima

Le origini dell’autostima sono da ricercare nell’infanzia. Se si ha la fortuna di avere genitori per i quali il nutrimento dell’autostima è una priorità, il bambino inizia a sviluppare un alto livello di autostima da subito. Al contrario, se il bambino si ritrova a dover crescere  in un ambiente dove i genitori o le persone che si prendono cura di lui non sono in grado di nutrire la sua autostima, egli inizierà a sviluppare una scarsa fiducia in sé stesso . I bambini con un elevato livello di autostima sono amati in modo incondizionato come  individui unici, con i loro pregi e difetti. È in questo modo che sviluppano quelle che potremmo definire le abilità di “auto-nutrimento”. I bambini con bassa autostima tendono ad essere amati in modo condizionato, ovvero solo nel momento in cui fanno qualcosa di buono o quando raggiungono un obbiettivo. Ecco perché non sono in grado di apprendere le abilità di “auto-nutrimento”.

Le persone con bassa autostima necessitano di approvazione

Le persone la cui stima non è stata debitamente alimentata durante i primi anni dell’infanzia sono bramose di approvazione, desiderose di compiacere, dipendono dalle opinioni altrui e sono vulnerabili alle critiche. Possono arrivare a trascorrere la loro vita tentando di ricevere amore incondizionato facendo qualcosa di buono o raggiungendo obiettivi.

Accrescere la bassa autostima

Accrescere la bassa autostima può sembrare un obbiettivo difficile da raggiungere, poiché esso comporta l’attuazione di un percorso che va a scandagliare e scombussolare il nostro mondo interiore. È necessario ricercare l’origine dei pensieri negativi che abbiamo su noi stessi e sradicarli. Una volta compiuto questo passo è necessario “piantare” pensieri nuovi e salutari che necessitano di essere coltivati per poter diventare solidi e vigorosi. I semi non diventano fiori meravigliosi se non ricevono cure amorevoli e attenzione. Esistono persone che possono indirizzarci verso la giusta direzione, ma spetta a noi piantare semi salutari e coltivarli affinché diventino un mirabile fiore. Accrescere la fiducia in sé stessi aumenta positivamente l’autostima.

Misura il tuo livello di autostima

L’attività che segue è fatta per incoraggiarvi durante il percorso che intraprenderete per migliorare la fiducia in voi stessi e la vostra autostima. Per verificare il vostro attuale livello di autostima, assegnate un valore da 1 a 5 di fianco ad ogni affermazione che troverete qui di seguito: 1 è il valore più basso (poco) e 5 è il valore più alto (tanto). Non ci sono risposte giuste o sbagliate, quindi valutate voi stessi in piena libertà senza il timore di essere giudicati.

  1. Credo di essere una persona di valore
  2. Mi accetto per quello che sono
  3. Mi elogio per i risultati ottenuti
  4. Ho fiducia nelle mie possibilità
  5. Raggiungo gli obbiettivi prefissati
  6. Vedo me stesso in modo positivo
  7. Accetto il fatto che è possibile fare errori
  8. Credo di essere bravo come gli altri
  9. Ho fiducia in me stesso
  10. Riconosco i miei pregi
  11. Sono in grado di accettare le critiche
  12. Rispetto me stesso
  13. Premio me stesso per le cose che ho fatto bene
  14. Non mi preoccupo dei rischi
  15. Accetto il fatto che non posso piacere a tutti
  16. Incoraggio ed elogio gli altri
  17. Mi prefiggo obbiettivi realistici
  18. Cerco aiuto quando ne ho bisogno
  19. Agisco piuttosto che reagire
  20. Non mi sforzo di essere perfetto
  21. Faccio ed accetto complimenti
  22. Mi focalizzo sui miei successi piuttosto che sui miei fallimenti
  23. Mi piace stare con persone positive

Ora, date un’occhiata ai valori che avete assegnato a voi stessi. Un punteggio alto  indica un livello salutare di autostima, mentre un punteggio basso significa che avete bisogno di lavorare sulla vostra autostima per poterla accrescere. Segnatevi le affermazioni alle quali avete assegnato un punteggio basso e partite proprio da quelle per iniziare a migliorare la vostra autostima.

Provate a tenere un diario dove annotare i vostri sviluppi personali

  • Annotate le azioni che potete intraprendere per continuare ad implementare la vostra autostima
  • Fate una lista delle persone con le quali volete complimentarvi. Pianificate cosa dire, ditelo e annotate in che modo il complimento è stato ricevuto.
  • Fate una lista completa di tutte le vostre qualità e ogni giorno di fronte ad uno specchio ditele ad alta voce usando “io” prima di ogni affermazione. Per esempio:
    • “Io sono una persona piacevole”
    • “Io sono una persona responsabile”
    • “Faccio bene ad esprimere le mie opinioni”
    • “Faccio bene ad essere me stesso”
    • “Io merito di essere felice”
    • “Io credo in me stesso”
    • “Io valgo”

Continuate a ripetere queste affermazioni fino a che non le avrete fatte vostre.


Condividi con: