Shopping online vs negozio tradizionale: quale scegliere?


Al giorno d’oggi è possibile comprare online qualsiasi cosa, anche prodotti che fino a qualche anno fa si era soliti acquistare esclusivamente recandosi fisicamente in un negozio.

Link sponsorizzati

Shopping online, quindi, o negozio tradizionale? La scelta di una delle due opzioni è soggettiva e si basa principalmente sulle motivazioni personali di ognuno. Sarebbe un errore affermare che una è meglio dell’altra, in quanto la preferenza verso una di queste modalità di acquisto è strettamente correlata allo stile di vita e alle esigenze di ogni individuo.

Un recente studio effettuato su un gruppo di persone campione appartenenti a fasce di età e contesti culturali differenti, pubblicato dal Journal of Electronic Commerce Research (USA), ha dimostrato che la scelta non si basa su canoni predefiniti, bensì su fattori marcatamente personali e del tutto imprevedibili proprio perché soggettivi.

Il nostro scopo non è quello di indirizzarvi verso lo shopping online piuttosto che verso il negozio tradizionale o viceversa. Ambedue le opzioni sono estremamente valide a seconda delle circostanze e delle esigenze individuali. La nostra intenzione è semplicemente quella di offrirvi maggiori spunti di riflessione che possano aiutarvi nel prendere la decisione che possa soddisfare al meglio le vostre necessità.

 

 

Shopping online

Pro

  • Uno dei motivi principali per cui lo shopping online ha un grande successo è la possibilità di poter acquistare qualsiasi cosa in qualunque momento. I negozi online non chiudono mai.
  • Altro punto di forza dello shopping online consiste nel poter effettuare gli acquisti comodamente dal proprio computer di casa o dell’ufficio senza dover spendere soldi in benzina o essere sottoposti ad estenuanti perdite di tempo per trovare un posto dove parcheggiare.
  • Acquistando online l’utente può visionare, confrontare e valutare migliaia di prodotti e prezzi in poco tempo. La scelta è molto ampia.
  • Acquistando online l’utente non corre il rischio di dover affrontare code interminabili alla cassa o per poter parlare con un commesso.
  • I negozi online offrono la possibilità di acquistare prodotti che localmente non sono disponibili.
  • I negozi online propongono agli utenti offerte estremamente vantaggiose. Essi, infatti, non devono affrontare gli stessi costi di un negozio tradizionale (assicurazione, buste paga dei dipendenti, ecc.).
  • Talvolta i prezzi possono essere negoziabili se gli articoli sono venduti da privati o in siti di aste online.
  • Lo shopping online permette di acquistare  e spedire regali per amici e parenti che abitano lontano.

Contro

  • L’utente è limitato a ciò che viene mostrato sul monitor del suo computer e non ha la possibilità di controllare di persona l’articolo che ha intenzione di acquistare.
  • Lo shopping online è veloce se l’utente ha già un’idea di ciò che ha intenzione di acquistare. Nel caso in cui non abbia le idee chiare, l’esperienza dello shopping online rischia di diventare eccessivamente dispersiva.
  • Se l’utente ha una connessione internet lenta corre il rischio di dover attendere parecchio tempo per il caricamento delle pagine web che ha intenzione di visionare.
  • I negozi online possono essere soggetti ad episodi di malfunzionamento quando sono sottoposti a carichi di lavoro elevati.
  • Molto spesso i siti di shopping online accettano esclusivamente come modalità di pagamento la carta di credito.
  • Nel caso in cui l’utente acquisti un articolo che una volta visionato non risulta essere di suo gradimento, non ha la possibilità di renderlo.
  • In caso di reclamo esiste la possibilità che l’utente debba perdere tempo per inviare plurimi messaggi di posta elettronica o per telefonate alle quali a volte non viene data una risposta soddisfacente.
  • Nel caso in cui un prodotto non sia a magazzino, ovvero in stock, l’utente si ritrova a dover visionare una pagina web che lo avvisa dell’assenza dell’articolo senza possibilità di replica.
  • Acquistando online, l’utente deve far fronte ai costi di spedizione.

 

 

Negozio tradizionale  

Pro

  • Nel caso in cui il consumatore non abbia le idee chiare su cosa acquistare, entrando in un negozio tradizionale ha la possibilità di visionare direttamente gli articoli che esso offre e prendere un’eventuale decisione al riguardo.
  • Il negozio tradizionale in caso di disguidi rimane sempre aperto e il consumatore ha quindi la possibilità di risolvere eventuali problemi in modo più immediato: è sufficiente recarsi personalmente presso il punto vendita.
  • Non è necessario essere in possesso di una carta di credito o di un bancomat per poter acquistare in un negozio tradizionale. I contanti sono sempre ben accetti.  Se un articolo non è di vostro gradimento, dopo averlo visionato o indossato, potete sempre riporlo sullo scaffale dove lo avete trovato.
  • Nel caso di eventuali reclami il consumatore può interagire con un interlocutore in carne ed ossa. Se un articolo non è disponibile a magazzino, il consumatore ha comunque la possibilità di guardarsi intorno alla ricerca di un prodotto similare a quello non disponibile al momento.
  • Se dopo aver girato il negozio in lungo e in largo non siete ancora riusciti a trovare l’articolo che cercavate, potete sempre chiedere aiuto ad una commessa che saprà indirizzarvi nella giusta direzione.

Contro

  • Acquistando nel negozio tradizionale, il consumatore ha l’obbligo di attenersi agli orari di apertura e chiusura stabiliti dal negoziante.
  • Per poter effettuare un acquisto nel negozio tradizionale, è necessario spostarsi da casa e la maggior parte delle volte utilizzare la macchina per recarsi presso il punto vendita.
  • Il negozio tradizionale offre al cliente una gamma di prodotti limitata. Il consumatore, infatti, può scegliere solo tra gli articoli che il negozio ha in stock.

 

E voi cosa preferite? Esistono altri pro e/o contro che volete aggiungere alla lista?

 


Condividi con: